SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Attività

Cantieri di Storia 2019: Panel selezionati

Il Comitato scientifico dei cantieri Modena 2019 ha valutato le proposte di panel pervenute. A prevalere sono temi legati alla storia e alla storiografia italiana di Otto e Novecento comprendenti la storia economica, dello sport e dell’ambiente. Ma considerevole è anche il numero delle proposte riguardanti altri contesti geopolitici e le relazioni tra l’Italia e altri paesi. Sia in gran parte delle proposte di relative al caso italiano, sia in gran parte di quelle dedicate ad altre aree o paesi è presente, con maggiore o minor grado di articolazione seconda dei casi, la prospettiva comparatistica. Tra le relatrici e i relatori compare un discreto numero di studiosi/e non italiani/e o afferenti a università straniere.  Complessivamente considerate, le proposte esprimono la pluralità di direzioni in cui si sta muovendo la ricerca storiografica, con punte di innovatività tematica, per quanto riguarda l’utilizzo di nuove fonti sia sul piano interpretativo.

Il Comitato scientifico: Matteo Al-Kalak, Alberto Banti, Lorenzo Bertucelli, Alfonso Botti (coordinatore), Fabio Degli Esposti, Patrizia Dogliani, Isabella Insolvibile, Federico Mazzini, Augusta Molinari, Irene Piazzoni, Silvio Pons, Andrea Rapini, Antonella Salomoni, Donato Verrastro, Elisabetta Vezzosi

I discussant dei panel saranno comunicati a breve.

Titolo Coordinatore Relatori
1. La casa in Italia. Condizioni abitative e politiche pubbliche dal 1945 a oggi. Daniela Adorni (Torino) Bartolini, Bonomo, Cristina, Tabor
2. Una quasi-sovranità per trattato: lo Stato pontificio fra legittimità e delegittimazione, 1815-1860. Roberto Balzani(Bologna) Capone, Musiani, Piccioni, Possieri
3. Oltre la violenza. Società civile, élite e modernità nel Sud-est dell’Europa dopo la Prima guerra mondiale. Alberto Basciani (Roma 3) Petrungaro, Giomi, Magno, Bego
4. Temi e approcci di storia ambientale italiana. Giacomo Bonan (Bologna) Biasillo, Fornasin, Zilli, Valisena, Caputi, Tizzoni
5. Il governo instabile. Per una periodizzazione del sistema politico dell’Italia unita (1861-1901). Francesco Bonini (Lumsa) Rossi, Carusi, Forcellese, Schininà
6. Italia globale. Colonie e imperialismo informale in Nord e Sud America. Alessandro Bonvini (EUI) Ryall, Bacchin, Mazzoli
7. La storia del calcio in Italia: attori e istituzioni. Riccardo Brizzi (Bologna) Landoni, Sbetti, Molinari, Silei
8. Viva il re/Morte al re! La monarchia delle Due Sicilie tra consenso e delegittimazione (1830-1870). Antonio Buttiglione (IISS) Sonetti, Calefati, Delpu, Ferrari
9. Cina e modernità dopo la Grande Guerra: politica interna e relazioni internazionali nel Movimento del 4 maggio. Lorenzo Capisani (Fondazione Cini) Albana, Di Meo, Vagnini
10. Antislavismo fra passato e presente. La lunga durata di temi e stereotipi fra uso politico, discriminazione e razzismo. Tullia Catalan (Trieste) – Erica Mezzoli (Ist. Saranz Trieste) Mezzoli, Chiarandini, Costantini, Orlic
11. Italia 1989, l’immigrazione straniera a un punto di svolta: per una interpretazione storica. Michele Colucci (CNR) Di Sanzo, Paoli, Piro, Salvatici
12. Gruppi dirigenti tra ‘centri’ e ‘periferie’ nell’Italia contemporanea. Mario De Prospo (Pavia) Cento, Marino, Vigilante
13. “Oltre l’eurocentrismo: l’Europa vista dal mondo”. Giorgio Del Zanna (Cattolica) De Giorgi, La Bella, Levi
14. La Sicilia in trasformazione. Narrazioni e pratiche del “Miracolo Economico” in una regione del Sud. Pinella Di Gregorio (Catania) Pulvirenti, Blando, Miccichè, Verri
15. Mediatori, traduzioni e interazione culturale nel Giappone moderno. Filippo Dornetti (Keyo)  Bertelli, Favi, Hofmann
16. Intorno al 1820. Rivoluzione e controrivoluzione nello spazio borbonico. Gian Luca Fruci (Pisa) – Carmine Pinto (Salerno) Di Mauro, Morelli, Rujula Lopez
17. L’Organizzazione internazionale del lavoro tra le due guerre, un laboratorio dei rapporti tra società e istituzioni. Stefano Gallo (ISSM-Cnr) – Bruno Settis (Fondazione Einaudi) Settis, Sorgonà, Francisci
18. 1919 Nazionalismi e internazionalismo. Agostino Giovagnoli (Cattolica) Graziosi, Samarani, Medici, Roccucci
19. La storiografia comunista italiana fra ricerca scientifica e impegno politico (1964-1975). Marzia Maccaferri (Queen Mary, Londra) – Mirko Carrattieri (Ist. Parri) Carrattieri, Höbel, Bidussa
20. L’università tra fascismo e Repubblica: questioni aperte e nuove acquisizioni. Tamara Colucci (London) – Andrea Mariuzzo (Modena-Reggio) Colacicco, Moretti, Cavarocchi, Flamigni
21. Ritorni e riposizionamenti. Per una rilettura del dopoguerra italiano. Andrea Martini (Padova) Bistarelli, Acciai, Guida, Vigo
22. Il lato oscuro della Belle Eìpoque. Associazioni armate in Europa prima della Grande Guerra. Matteo Millan (Padova) Bonnet, Camilleri, Morelon, Saluppo
23. Intermediare con il potere coloniale nel Nord Africa contemporaneo: nuovi approcci interpretativi per una storia transnazionale. Antonio M. Morone (Pavia) Ferrero, Pagano, Marchi
24. Empatia e complessità critica: la sfida delle serie TV alla storiografia. Sheyla Moroni (Firenze) Boutete, Duranti, Fulvetti, Martinat
25. Digital Public History: comunicare la storia nell’era del digitale. Deborah Paci (Venezia) Ravveduto, Scanagatta, Ottaviano, Lucchesi
26. Su sponde opposte. Conflittualità e collaborazioni tra Italia e Spagna in un secolo di guerre civili (1833-1939). Werther Pechar (Aicvas) Bande, Mastrorilli, Morandini
27. Per un approccio biografico alla storia delle sinistre italiane nel secondo dopoguerra. Jacopo Perazzoli (Milano) Paniga, Ricciardi, Scotti, Scroccu
28. Per una storia delle relazioni culturali italo-russe/sovietiche: uno sguardo d’insieme. Stefano Pisu (Cagliari) Dubrovina, Accattoli, Litvin, Orlov
29. La paura fa Ottanta. Studi su un lungo decennio di inquietudini e tensioni sociali. Giulia Quaggio (DHI, Roma) Pasetti, Bignami, Serapiglia, Pinna
30. Mondo economico, tecnocrazia e regime fascista tra vincoli internazionali e culture economiche nazionaliste. Luciano Segreto (Firenze) Bertilorenzi, Giulianelli, Perugini, Telesca
31. Provinciali di lusso. Politica, passioni, icone del calcio nel secondo dopoguerra. Marco Pignotti (Cagliari) – Fulvio Conti (Firenze) Baioni, Farina, Conti, Venuti, Venturini
32. Modena e la stagione dei movimenti. Politica, lotta e militanza negli anni Settanta. Giuseppina Vitale (indip.) Montaguti, Tinelli, Capelli, Corsini