SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Attività

CFP: Lo sport alla Grande Guerra

“Lo sport alla Grande Guerra”

Convegno di studi Siss-Sism
Firenze maggio 2014
Call for papers
Nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della prima guerra mondiale, la Siss (Società Italiana di Storia dello Sport) unitamente alla Sism (Società Italiana di Storia Militare) propone un incontro di studio per evidenziare il ruolo dello sport quale elemento costitutivo della cultura europea, che proprio nella IGM ha trovato un’ importante tappa del suo cammino di trasformazione e maturazione.
Partendo dall’analisi e dal dibattito sullo sport quale espressione collettiva di passioni comuni e, di conseguenza, origine di una coscienza identitaria, l’intenzione del Convegno è quella di evidenziare le forti connessioni che lo sport ha avuto, in età giolittiana, con la rivoluzione industriale e con l’evolversi del paese attraverso la trasformazione del suo tessuto sociale e politico. Si pensi al ruolo crescente di cattolici e socialisti, entrambi alle prese con lo sport nascente, fino ai legami più evidenti con Gabriele D’Annunzio e con l’agonismo delle sue imprese.
Lo sport si mostra per definizione e per sua origine (si pensi ai valori che sono alla base del Movimento olimpico che nasce a fine 800 in Francia per poi diffondersi anche in Italia, quali la fratellanza, la solidarietà e la pace tra i popoli) tra gli strumenti più idonei per affrontare questo importante argomento storico dalla prospettiva della guerra e delle sue “conseguenze per trasmettere il grande valore della pace”, come puntualizza il Comitato costituito per la ricorrenza di questo Centenario.
Inoltre l’internazionalismo è anch’esso elemento fondante lo sport, strumento che ha portato gradualmente l’Italia, da poco unita, da una realtà provinciale ad avere contatti con le altre nazioni belligeranti o alleate. Senza considerare i numerosi eroi della Grande Guerra che spesso sono stati atleti che hanno fatto il grande passo per divenire soldati. Dall’agonismo civile si andò dunque verso la barbarie dello scontro fisico, dove coraggio e preparazione atletica hanno certamente contato, verificandosi quasi un’inversione di rotta rispetto all’interpretazione di Elias e Dunning (1986) dei campi sportivi come metafora dei campi di battaglia. Il tributo di sangue degli sportivi durante la IGM sembra infatti dimostrare il contrario, quasi che lo sportsman fosse “l’uomo di guerra, non soltanto per la preparazione fisica, ma anche per la voluttà della lotta, che fa sempre di lui un eroe” (da una dichiarazione dell’on. Cappa durante la commemorazione dei primi morti tra gli sportivi nel 1916, citata da S. Giuntini, Lo sport e la Grande Guerra, SME 2000).
Si ipotizza un Convegno diviso in quattro sezioni:
1) Le imprese sportive alla base dell’evoluzione dell’esercito italiano
2) Dal soldato-ginnasta al soldato-atleta
3) Lo sport raccontato come fatto eroico. “Chi può negare che oggi la Gazzetta dello sport sia molto più utile al popolo italiano che venti riviste culturali […]?” (F.T. Marinetti 1915, in Zanetti Lorenzetti s.d.)
4) Verso un’identità sportiva europea
Chi volesse presentare un abstract è invitato a farlo entro il 15 gennaio 2014 agli indirizzi an6teja@gmail.com, sa-laz.soprintendente@beniculturali.it, virgilio.ilari@tiscali.it . Il Comitato Scientifico analizzerà le proposte per scegliere i contributi da inserire nel programma ufficiale che sarà elaborato entro il mese di marzo 2014.
Si ipotizza una sezione di poster per i giovani ricercatori (entro i 35 anni) con un premio da assegnare al migliore lavoro presentato.
Al momento fanno parte del Comitato Organizzatore: Virgilio Ilari (Presidente Sisms), Donato Tamblè (Soprintendente archivistico del Lazio) e Angela Teja (Presidente Siss) e del Comitato Scientifico: Gregory Alegi (Luiss), Felice Fabrizio (Siss), Sergio Giuntini (Siss), Virgilio Ilari (Sism), Donato Tamblè (Soprintendente archivistico del Lazio) e Angela Teja (Siss).
Seguiranno ulteriori comunicazioni – con la definizione della sede, del Comitato d’Onore e degli Enti patrocinatori. Fra questi è stato accolto dagli organizzatori quello proposto dalla SISSCo, la Società degli storici della contemporaneità.

Per info:
Angela Teja an6teja@gmail.com, cell. 3491324919, storiasport-siss.it
Virgilio Ilari virgilio.ilari@tiscali.it