SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Dossier

Libri di testo faziosi: gli studenti di destra raccolgono segnalazioni via web e sms

COMUNICATO STAMPA AZIONE STUDENTESCA DI MILANO

(11 novembre 2000)

Azione Studentesca, l’organizzazione degli studenti di Destra, esprime la propria soddisfazione per le importanti prese di posizione espresse dai Consigli Regionali del Lazio e della Lombardia sui libri di testo faziosi.
Mentre la sinistra studentesca si interroga sulla desuetudine di okkupazioni ed autogestioni, la parola d’ordine di Azione Studentesca è controinformazione.
“Vogliamo sensibilizzare gli studenti” dichiara Carlo Fidanza, leader della giovane Destra milanese “sul pericolo che fa scuola continui ad essere un luogo di indottrinamento anziché un’esperienza di crescita personale. I libri di testo attualmente in uso nelle superiori per materie come Storia o Lettere sono in gran parte intrisi di una visione ideologica e faziosa: fatti specifici o addirittura intere pagine della nostra storia nazionale sono costantemente distorte, ignorate, contraffatte, dimenticate. L’apparato culturale della sinistra (dalla burocrazia ministeriale alle case editaci allineate ai docenti sessantottini militanti) non vuole la ricostruzione di una memoria storica comune per il nostro popolo. Non vogliamo la censura (cosa in cui fa sinistra è invece esperta), ma l’apertura di un confronto che lo stesso ministro De Mauro ci aveva garantito durante un nostro convegno di settembre sul pluralismo nella scuola”.
Nei prossimi giorni Azione Studentesca distribuirà in tutte le scuole di Milano e provincia brani tratti dall’opuscolo illustrativo sui principali esempi dì storiografia di regime contenuti nei testi maggiormente in uso nelle superiori; si va dal fascismo alle BR, dalle foibe a Berlusconi: un campionario di menzogne da antologia. E’ questo il libro-denuncia da cui sono partite le iniziative delle Regioni Lazio e Lombardia.
Sabato 18 Novembre, giorno in cui la sinistra studentesca tornerà a chiedere l’abolizione del buono-scuola, Azione Studentesca presenterà il dossier sui falsi d’autore alla popolazione studentesca: appuntamento alle ore 16.00 presso la sede degli studenti di Destra, in via L, Mancini 8 a Milano.
Non solo: entro poche ore gli studenti potranno far pervenire ad Azione Studentesca le loro segnalazioni su pagine di libri di testo faziosi che si trovano a studiare giorno per giorno oppure su commenti o lezioni dì parte tenute dai loro docenti.
Potranno farlo via internet attraverso un modulo telematico all’indirizzo www.scuola-libera.it oppure via SMS o alla messaggeria vocale del numero 0349.3736982. Dovranno lasciarci il loro nome ed il loro istituto nonché il tipo di segnalazione e verranno ricontattati immediatamente. “Vogliamo promuovere” continua Fidanza “una mobilitazione delle coscienze, di tutti quegli studenti liberi che respingono l’indottrinamento ideologico e l’omologazione che fanno della nostra una scuoia di regime. Ma vogliamo spingerà più in la: chiediamo l’abolizione del libro di testo obbligatorio: sulla base del programma comune gli studenti devono poter scegliere liberamente il testo su cui studiare. SI porrebbe così un argine alla massificazione dei cervelli ed alle speculazioni editoriali che colpiscono gli studenti”.