SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Attività

Lettera di Rosario Villari, presidente della Giunta Centrale per gli Studi Storici, a Raffaele Romanelli

Prof. Raffaele Romanelli
Sissco
Firenze

Caro Prof. Romanelli,
Per iniziativa della Giunta Centrale per gli Studi Storici si è tenuta per la prima volta in Italia l’assemblea del Comité International des Sciences Historiques (CISH) dedicata alla preparazione del Congresso internazionale. Nella riunione, che si è svolta a Spoleto il 30-31 agosto 1997, sono stati discussi i temi e l’organizzazione del congresso che si terrà ad Oslo dal 7 al 13 agosto del 2000. In quella occasione è stato eletto un comitato ristretto al quale è stato affidato il compito di vagliare le proposte di nomi per le relazioni che i comitati nazionali sono stati invitati a mandare. La Giunta ha fatto successivamente un’ampia proposta di nomi di relatori italiani. Una volta fatta la scelta dei relatori da parte del comitato ristretto, spettava ai relatori stessi indicare i discussants e i partecipanti alle tavole rotonde e sollecitare altri interventi.
La Giunta si è messa inoltre in contatto con i membri italiani delle commissioni interne ed affiliate al CISH per completare il quadro della partecipazione italiana al Congresso.
Come membro del Bureau del CISH, eletto in sostituzione del dimissionario prof. Arnaldi, ho partecipato alla riunione dello stesso Bureau che si è tenuta a Mosca alla fine di agosto dell’anno in corso. In questa riunione sono stati affrontati i problemi non ancora risolti del congresso di Oslo e sono state tracciate le linee generali di un programma di intensificazione dei rapporti con gli studiosi del continente africano, dell’Asia e dell’America latina.
La Giunta intende dare ogni appoggio, con i mezzi limitati di cui dispone, agli studiosi italiani che sono stati o saranno chiamati a dare un contributo alle relazioni o alle discussioni che si svolgeranno nel congresso. I problemi di equilibrio tra i vari paesi e la non disponibilità di alcuni studiosi hanno reso difficile la realizzazione di una presenza italiana pienamente corrispondente alla qualità ed alla ricchezza della nostra cultura storica. La Giunta ritiene, tuttavia, che la delegazione italiana, così come risulta dall’elenco dei temi, dei relatori e degli studiosi che interverranno a vario titolo (elenco che sarà inviato a parte), rappresenti in modo significativo la nostra storiografia. L’avere avviato in Italia il lavoro di organizzazione del congresso, insieme alla presenza di un italiano nel Bureau, ha favorito l’impegno della Giunta in questa direzione.
La Giunta, oltre ai contatti diretti con singoli studiosi e istituti, ha trasmesso a suo tempo al comitato nazionale norvegese l’elenco delle istituzioni italiane di ricerca storica a cui inviare, secondo gli accordi presi della riunione di Spoleto, informazioni e materiali relativi al Congresso.
Informazioni sull’attività della Giunta sono nel sito internet:
www.librari.beniculturali.it/ospiti/giunta/Giunta.htm
Con i più cordiali saluti
Rosario Villari
Roma 30 settembre 1999