SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Attività

Lettera d’informazione 2008-1

Roma, 25 marzo 2008

Care Socie, Cari Soci,

Porgo prima di tutto il solito, cordiale benvenuto nella Sissco ai nuovi soci e agli ex soci che hanno deciso di tornare a farne parte: Covelli Cecchinato, Carotenuto, Ceschin, Ben Ghiat, Lyttelton, Picciaredda e Tommasini. La lista è corta solo perché, come ricorderete, ve ne era una ben più lunga nella lettera speditavi a febbraio per annunciare il programma del prossimo convegno su Verità, Storia, Diritto (Roma, 4 aprile), ora disponibile anche sul ns sito. Possiamo perciò dirci soddisfatti tanto dell’andamento delle nuove iscrizioni, quanto del “recupero” di soci che erano andati, diciamo così, “in sonno”. Ciò è per gran parte merito anche del nostro Segretario e del nostro Tesoriere, che ringrazio. A questo punto l’elenco dei soci non comprende più nessuno che non abbia pagato almeno la quota del 2005-06, ed è su questi che concentreremo ora la nostra attenzione, oltre a riflettere sulla nostra “politica” delle iscrizioni.

Nei mesi trascorsi la SISSCo ha prodotto quello che ritengo un ottimo e articolato documento sui Dottorati di ricerca, alla cui organizzazione e valorizzazione pensiamo di dedicare un convegno ad Aosta all’inizio del prossimo anno.
La cosa è tanto più positiva perché frutto della collaborazione con altre società sorelle, come quelle dei modernisti, dei medievisti e delle donne che speriamo di rendere stabile, costituendo un coordinamento tra le presidenze delle Società storiche, inclusa quella degli storici delle istituzioni, che ci permetta di dialogare con più forza (la nostra è ahimé già così poca) con il governo, il Parlamento e gli altri organi accademici e di ricerca.

Come avrete visto, sempre insieme ad altre Società, abbiamo anche protestato contro i concorsi per professore e ricercatore banditi coi vecchi sistemi. Colgo a questo proposito l’occasione per invitare tutti i soci che si troveranno a far parte di commissioni giudicatrici, a qualunque livello, a ricordare che tra i mali peggiori della nostra Università vi sono il localismo e la mancanza di apertura. Sarebbe bello se i prossimi 13 concorsi per ricercatore nel nostro SSD fossero sempre concorsi trasparenti e aperti al merito.
Sempre a proposito dei problemi dell’Università italiana segnalo che al fine di contribuire alla discussione abbiamo messo sul sito il documento degli organi di valutazione del dicembre 2007, che merita una lettura attenta.

Per quel che riguarda la nostra attività più importante, vale a dire quella scientifica, segnalo prima di tutto il successo della terza seduta del Seminario nazionale dottorandi, che si è riunito come sapete quest’anno a Siena il 6-7 marzo. Grazie allo sforzo scientifico e organizzativo dei soci che se sono occupati (Giulia Albanese, Margherita Angelini, Vanni d’Alessio, Tommaso Detti, Simone Neri Serneri, Federico Paolini, Stefano Petrungaro e Simona Troilo) che qui ringrazio a nome di tutta la Società, il Seminario è stato occasione di un confronto davvero ricco e stimolante. Numerosi dei dottorandi intervenuti hanno espresso il loro apprezzamento. Speriamo di poter a breve avere un breve resoconto critico dei lavori e soprattutto speriamo che il Seminario possa tornare a riunirsi nel 2009.
Il 4 aprile si terrà invece a Roma il Convegno “Storia, Verità, Diritto”, il cui programma è disponibile sul ns sito e verrà a breve fatto circolare sulla ns lista. Anche in questo caso sono felice di poter dire che si tratta di un’iniziativa di alto profilo e che si preannuncia di grande interesse, malgrado lo scioglimento delle Camere ci abbia impedito di tenerla insieme alla Camera dei Deputati come avevamo sperato. Di ciò dobbiamo ringraziare gli organizzatori, Raffaele Romanelli, Emmanuel Betta, Lutz Klinkhammer, Brunello Mantelli, e Antonella Salomoni, nonché il nostro tesoriere e il nostro segretario. Siamo altresì grati alla Giunta centrale per gli Studi Storici e al Dipartimento di Storia Moderna e Contemporanea della Università di Roma La Sapienza che hanno sostenuto l’iniziativa, cui spero molti soci parteciperanno.

Quanto al Convegno annuale che si terrà a Napoli dal 16 al 18 settembre sono ora in grado di allegarvi un programma ancora provvisorio ma che permette di farsi un’idea del suo contenuto e interesse scientifici. Anche in questo caso mi preme ringraziare il Comitato che mi ha aiutato a tracciarne le linee (Marco Buttino, Marina Cattaruzza e Adriano Roccucci). Speriamo sia possibile mettere a disposizione dei soci non strutturati delle piccole borse di studio che ne facilitino la partecipazione.

Come ricorderete la SISSCo ha in animo di lanciare un Seminario nazionale di Storia e storiografia che faccia da pendant a quello dottorandi e sia dedicato alla storia del ns paese, naturalmente in prospettiva europea e non solo, soprattutto nel XX secolo e in particolare dal 1945 a oggi. Questo anche perché sul XIX secolo la SISSCo lancerà nei prossimi anni numerose iniziative affidate al Comitato per il 150° dell’Unità (cfr infra).
Del Seminario si è discusso di recente in un incontro a Bologna da cui sono scaturite indicazioni di sicuro e grande interesse scientifico. Se come spero le buone intenzioni troveranno delle gambe su cui marciare non mancherò di informarvi degli sviluppi di questa iniziativa cui tengo molto.

Il prossimo Direttivo (18 aprile) formalizzerà la composizione del Comitato scientifico incaricato di preparare la riflessione scientifica e non occasionale o celebrativa che la SISSCo intende portare avanti in occasione del 150° della nascita dello stato italiano. Non appena il Comitato avrà tracciato un programma orientativo delle ns attività ve ne darò notizia.

Come vedrete dal verbale condensato della riunione del Direttivo del 18 gennaio, che seguendo la prassi avviata nella lettera precedente, troverete in appendice, prosegue la discussione sul ns Annale che vorremmo trasformare in uno strumento più vitale di dibattito e orientamento storiografico senza però fargli perdere le caratteristiche che ce lo hanno reso caro. Anche degli sviluppi in questo campo, comunque legati alle decisioni della redazione oltre che alle disponibilità di eventuali case editrici, non mancherò nel tempo di informarvi.

Il 2009 sarà come sapete un anno di Cantieri. Abbiamo perciò avviato una riflessione sui tanti pregi e i pochi difetti della formula, che intendiamo ripetere se possibile migliorandola. Naturalmente occorrerà anche trovare una sede e dei soci volenterosi che ci aiutino a organizzarli. Conto a proposito sul sostegno di tutti voi.

Vi ricordo poi che la scadenza del Call per Seminari nazionali di ricerca SISSCo è il 30 aprile e vi rimando al bando che ne specifica termini e condizioni.

A costo di tediarvi con una ripetizione dalla mia lettera precedente mi permetto infine di ricordarvi che il Direttivo ha stabilito: A. che i cv dei nuovi soci che saranno spediti a segreteria@sissco.it siano redatti seguendo uno standard con due campi:
1. “Formazione” con un max di 3000 batture
2. “Pubblicazioni principali” con un max di 4000 battute.
I cv già in rete rimarranno nel formato attuale e verranno standardizzati man mano che saranno aggiornati dai soci che sono quindi invitati ad attenersi, nell’aggiornarli alle nuove regole.

B. di concedere alle persone recensite sull’Annale, se lo vorranno, di rispondere in modo civile e puntuale con al massimo una cartella alla recensione. Il loro testo verrà prima girato al recensore che avrà un diritto di replica ultimativo (non saranno cioè permessi ulteriori scambi) di mezza cartella. La lettera e l’eventuale risposta saranno poi “pubblicate” nella pagina dell’Annale sul sito internet della Società. Entrambi gli interventi verranno “linkati” attraverso la lista di discussione affinché i soci iscritti ne abbiano notizia tempestivamente.

Vi ricordo altresì l’attivazione di tre indirizzi: presidenza@sissco.it; segreteria@sissco.it; tesoreria@sissco.it, che vi invito ad usare per arrivare ad una migliore gestione della corrispondenza. Tutte le comunicazioni relative a quote, pagamenti ecc. andranno per esempio inviate a tesoreria, i curricula alla segreteria ecc.
Molto cordialmente, andrea graziosi

Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea (SISSCo) Verbale abbreviato della Riunione del Direttivo. Roma, 18 gennaio
La riunione prende inizio alle ore 10.15 secondo l’O.d.G. seguente:
1. Informazioni del tesoriere (Onlus, stato bilancio ecc.); del segretario (spedizione Annale, cv, nuovi soci, fine comunicazioni cartacee ecc.); del responsabile del Sito; del responsabile dell’Annale;
2. Pubblicazioni Sissco;
3. Questioni scientifiche:
a. Storia, verità, diritto -4/2008
b. Convegno annuale Napoli -9/2008
c. Proposte di modifiche per Cantieri
d. Seminario nazionale Storia e storiografia
e. Iniziative congiunte con la Sis
f. Iniziativa nazionale sui dottorati di ricerca
g. 150° Unità
h. Call for Sissco seminars
i. Forum ricerche Sissco
j. Questioni della Valutazione scientifica
4. Forum precariato e suoi possibili sbocchi
5. Varie
Punto 1. Informazioni
Il tesoriere illustra il bilancio al direttivo, distribuendo copia del consuntivo 2007 e del preventivo 2008. Nel 2007 il bilancio è stato in attivo, per vari motivi tra cui un incremento delle quote associative grazie all’incasso delle quote arretrate di molti soci. La Sissco ha avuto inoltre più iscrizioni del previsto e ha speso meno del previsto. Il convegno a Marsala è stato infine il Cantiere meno costoso. Grazie a ciò, è stato possibile aumentare nel preventivo i rimborsi per i lavori del direttivo, dell’Annale e del web.
La responsabile informa il direttivo sui lavori della redazione dell’Annale. La redazione quest’anno ha fatto un più accurato lavoro di selezione e ha già assegnato più di 400 volumi. L’Annale dovrebbe essere simile a quello dell’anno scorso, che è stato valutato positivamente. Vengono poi discussi i problemi tecnici relativi alla decisione di pubblicare on-line le recensioni degli anni scorsi, quasi 5000 schede.

Punto 2. Pubblicazioni
Tenuto conto della necessità per la Sissco di mantenere un rapporto più stabile coi soci, e di arricchire l’offerta culturale agli stessi, si discute la proposta di trasformare “Il mestiere di storico” in un semestrale (maggio e novembre) di orientamento, dibattito e rassegna storiografici, distribuito da un regolare editore. La cosa richiederebbe naturalmente un potenziamento della redazione. Si dà mandato al Presidente e alla commissione di esplorare le possibilità in tale senso, e alla resposabile dell’Annale di discutere del progetto con la redazione.

Punto 3. Questioni scientifiche
a) Storia, verità, diritto – Roma, 4/2008
Vedi programma allegato
b) Convegno annuale – Napoli, 9/2008
Vedi programma allegato
c) Proposte di modifiche per Cantieri
In assenza del relatore, si rimanda alla prossima riunione la discussione su eventuali modifiche da apportare alle prossime edizioni. Il Direttivo discute poi la prossima collocazione dei Cantieri.
d) Seminario nazionale Storia e storiografia
Il Presidente espone al direttivo l’idea di un Seminario nazionale Storia e storiografia da tenersi a Bologna. Il sostegno finanziario verrebbe dai due dipartimenti di Bologna La Sissco concederà spazio nel sito a questa iniziativa. Il Direttivo approva.

e) Iniziative congiunte con la Sis
Il direttivo delibera che il Seminario nazionale dottorandi deve rimanere un seminario di storia contemporanea. La Sissco è disponibile a collaborare coi dottorati di storia di genere, che invita a incitare i loro dottorandi sia a sottoporre proposte che a partecipare comunque ai lavori del Seminario. La Sissco offre inoltre la sua disponibilità a collaborare con la Sis in altre iniziative.

f) Iniziativa nazionale sui dottorati di ricerca
Il Presidente espone i punti salienti dell’iniziativa nazionale sui dottorati di ricerca. Viene formato un comitato organizzatore incaricato di preparare questa iniziativa, che farà spazio alle esperienze straniere e si terrà probabilmente ad Aosta nei primi mesi del 2009. Il Direttivo approva.

g) 150° Unità
Viene discusso il lavoro fatto in questi mesi per coordinare delle iniziative per il 150° dell’Unità d’Italia. E’ stato allo scopo formato un Comitato scientifico. Le modalità di svolgimento e le tempistiche dipendono dall’evento. Le iniziative dovrebbero iniziare dal 2010 e prolungarsi nel 2011. Vi saranno singole conferenze legate all’ANCI; potrebbero poi esserci due iniziative di maggior rilievo: una di tipo storiografico nella primavera 2010; e un convegno del 2011 (aprile) non sostitutivo a Cantieri.

h) Call for seminars
Il direttivo lavora per modificare insieme il testo presentato dal Presidente e arriva alla sua stesura finale, che viene approvata.

i) Forum ricerche Sissco
• Si potrebbe dar vita a un calendario delle iniziative di storia, call for papers e borse di studio. Vengono discussi i problemi tecnici e di gestione della cosa e si nota che sarebbe forse opportuno separare il calendario delle iniziative, che potrebbe continuare a vivere nelle sue forme attuali spontanee, dalle informazioni su borse/Cfp ecc.).
• Banca dati dottorati. Si richiede una forte iniziativa da parte del direttivo e del presidente per cercare di far sì che i direttori dei dottorati diano un aiuto. La BNI fa l’elenco delle tesi discusse, e la Gregoriana lo fa per il settore cattolico. Il compito andrà svolto nell’ambito della preparazione della iniziativa nazionale sui dottorati di ricerca (cfr supra).
• Si potrebbero di potenziare i dossier (negazionismo ecc.), che costituiscono una delle principali attrattive del sito. Si propone di individuare dei temi per nuovi dossier, quale per esempio l’insegnamento della storia contemporanea nelle lauree di nuovo ordinamento.
• Si propone di offrire ai responsabili dei seminari scientifici che si avvieranno a seguito del call for seminars di usare il sito come luogo di discussione, raccolta paper ecc. I materiali così accumulati potrebbero a loro volta divenire dossier.
• Si conviene sulla necessità di stimolare delle discussioni su temi scientifici e si decide partire da due-tre temi di regola articolati su almeno tre interventi più l’eventuale risposta dell’autore nel caso si discuta di un libro.

j) Questioni della Valutazione scientifica
Il Presidente annuncia al direttivo che farà un intervento al convegno Sisem (Pisa, 15/2/08) in linea con quello che ha scritto nel documento sui dottorandi.

k) Forum precariato e suoi possibili sbocchi
Viene notato come il forum, dopo alcuni interventi di valore, si sia arenato, e come l’idea di creare uno spazio collettivo e condiviso sia fallita. Viene perciò convenuto di non dargli seguito, ma di proseguire nella iniziative su concorsi, accesso alla carriera accademica, dottorati di ricerca ecc.

Punto 5. Varie
Il Presidente mette a conoscenza del direttivo della Lettera di protesta sui concorsi con altre società. Il Direttivo approva