SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Attività

Lettera d’informazione Sissco 2000-06

Come è ormai consueto, questa lettera viene inviata su carta solo ai soci che non ci hanno comunicato il loro indirizzo elettronico, o che ci hanno chiesto espressamente di ricevere la copia cartacea.

Firenze, 11 dicembre 2000

Cari amici,
Con questa mia sesta – e ultima – lettera di informazione del 2000 voglio soprattutto farvi gli auguri di buone feste e di fine millennio!!
Per la Sissco il 2000 è stato un buon anno. I soci, che erano circa 200 all’inizio dell’anno, sono oggi oltre 250 e diversi nuovi se ne annunciano. Vi comunico anzi che nell’ultimo mese si sono associati Marcello Flores d’Arcais (Siena), Francesco Marin (Belluno/Colonia), Leonardo Paggi (Modena/New York), Luca Polese Remaggi (Firenze), Federico Romero (Firenze), Lidia Santarelli (Roma/Firenze), Mirella Scardozzi (Pisa), Mauro Stampacchia (Pisa) e Bruno Wanrooij (Firenze), ai quali tutti dò il benvenuto.
Il convegno di Siena (“La democrazia nel Novecento. Un campo di tensione”) si è svolto con molto successo. Già cinque delle dodici relazioni sono consultabili in rete (cfr. [/attivita/convegni-sissco.html#convegni-sissco]), e spero di potervi presto dare notizie della pubblicazione degli atti. Intanto è in bozze il primo volume della serie pubblicata dagli Archivi di stato, “Rivoluzioni. Una discussione di fine Novecento” ed in stampa il nostro Annale, “Il mestiere di storico”. Vi sarà spedito prima della fine dell’anno insieme al n. 103 di “Bibliographische Informationen” dell’Istituto Storico Germanico.
Purtroppo non potremo mandare le nostre pubblicazioni a quei soci, per fortuna non molti, che non sono in regola con il pagamento delle quote sociali. La nostra tesoriera vi scriverà direttamente per questo. Intanto il direttivo ha deciso di aumentare la quota sociale, che è ferma dalla fondazione della Sissco, dieci anni fa. Propone quindi che a partire dal 2001 la quota sia di 120mila lire e di 60mila per gli studenti. Per coloro che si sono associati o si associano nel mese di dicembre rimane in vigore la vecchia quota – che però si intenderà per il 2001.
Avrete ricevuto in questi giorni un invito a stampa – oltre che un annuncio in rete, per gli iscritti alla lista di discussione – per una giornata di lavoro rivolta soprattutto agli insegnanti e dedicata a “Insegnare Storia – Il novecento” che la Sissco ha organizzato insieme ad altri enti per questo 18 dicembre. Il programma dettagliato è comunque in: [/attivita/sem-dic-2000/progr-sem-dic-2000.html]. Si svolgerà a Firenze, nell’Auditorium del Consiglio Regionale e comprenderà tra l’altro una tavola rotonda su “Confronto tra storiografia-didattica e strumenti dell’insegnamento della storia oggi in Italia ed in Europa: l’Olocausto” alla quale parteciperanno Lutz Klinkhammer, Roberto Vivarelli, Stuart Woolf e chi vi scrive. Speriamo che sia soltanto l’inizio di una più intensa collaborazione della Sissco con il mondo della scuola.
Il comitato direttivo ha anche indicato i responsabili dei prossimi convegni. Di quello di Torino (19-20 aprile) si stanno occupando Tommaso Detti e Nicola Tranfaglia, con la segreteria di Emmanuel Betta. Betta e Detti hanno aperto un prezioso dossier (lo trovate a: [/dossiers/storiauniversita/indice.html]) in cui sono continuamente aggiornati i dati sulla normativa su lauree, lauree specialistiche e dottorati, nonché sulla consistenza e la distribuzione degli studenti e dei docenti di storia contemporanea su piano nazionale, e dove è anche fornita una bibliografia sull’argomento. E’ una raccolta molto ricca e preziosa, che servirà di base per il convegno di aprile. Abbiamo scritto a 56 nostri soci, presenti in altrettante sedi universitarie diverse, e già 34 di essi ci hanno risposto, inviando materiali. Quanto invece al convegno di Urbino (20-22 settembre), l’appello per la presentazione di proposte è stato nuovamente distribuito e la scadenza prorogata a fine anno. Le proposte arrivate sono ormai numerose e dovranno essere esaminate dal comitato scientifico del convegno, composto da Simone Neri Serneri (coordinatore), Barbara Armani, Roberto Balzani, Daniela Caglioti, Loreto Di Nucci, Stefano Pivato, Carlotta Sorba e Carlo Spagnolo.
Sotto l’impulso del Garante per la protezione dei dati personali, è nel frattempo proseguita la discussione attorno alla redazione del “codice di deontologia e di buona condotta relativi ai dati personali utilizzati per finalità storiche”. Una nuova riunione, alla quale la Sissco è stata rappresentata dal vicepresidente Giovanni Sabbatucci, si è svolta a Roma il 23 novembre. Vi è stato concordato un testo di codice che sarà presto inviato a tutti soci. Per chi non avesse seguito la questione, ricordo che la Sissco vi ha dedicato una giornata di discussione e un dossier: [/dossiers/archivi-deontologia/codici.html].
Prosegue intanto la diffusione di messaggi elettronici nella lista di discussione “racine” – alla quale peraltro non tutti i soci hanno aderito: oggi sono 110 – che si è arricchita di una “Rassegna stampa” che settimanalmente ci fornisce i testi degli articoli d’interesse storico apparsi su “Il Corriere della sera”, “Il Manifesto”, “La Repubblica” e “La Stampa”. Se ne sono assunti il compito, assai oneroso, Angelo Bitti, Brunello Mantelli e Giovanni Scirocco, che ringrazio anome di tutti.
A tutti coloro ai quali scrivo su carta accludo qui il testo – già inviato in posta elettronica (cfr.[ /lettere/comunicati.html#delibera-lazio]) – della dichiarazione da me diramata lo scorso 13 novembre e relativa alla delibera della Regione Lazio sui libri di testo scolastici.
Con molti rinnovati auguri di buone feste e di un felice anno 2001,
Raffaele Romanelli