SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Attività

Lettera d’informazione Sissco 2005-02

Siena, 12 giugno 2005

Care amiche, cari amici,

come di consueto apro questa lettera dando un cordiale benvenuto nella Sissco ad alcuni nuovi soci: Giampietro Berti (Padova), Maria Luisa Betri (Milano), Bruno Bonomo (Roma-Viterbo), Fabio Caffarena (Genova), Emilio Gin (Napoli-Salerno), Davide Montino (Genova), Luisa Tasca (Firenze-Trento), Anna Tonelli (Urbino), Giulia Tonelli (Pisa), Luciano Zani (Roma) e l’Istituto Gramsci Emilia Romagna. Con piacere rettifico inoltre quanto avevo erroneamente scritto sulla decadenza dalla qualifica di socia di Maria Grazia Meriggi, che viceversa ci ha confermato la sua adesione.
La giornata di lavoro su «Fedeltà altre e appartenenze conflittuali. Una discussione sulle scelte di campo nel XX secolo», che si è svolta il maggio 2005 presso il Gabinetto Vieusseux di Firenze, è risultata di estremo interesse sia per la qualità delle relazioni presentate, sia per la sua ottica comparativa, ed è stata occasione di un vivace e proficuo dibattito. A parere di tutti i presenti, offrendo a un gruppo di giovani studiosi un luogo nel quale incontrarsi e confrontare le loro ricerche, la Sissco ha assolto positivamente a una delle sue funzioni. È perciò intenzione del Consiglio direttivo far seguire a questo seminario altre iniziative analoghe. Le relazioni della giornata saranno pubblicate sul nostro sito web. L’altra giornata di lavoro programmata – quella inizialmente progettata in collaborazione con la Sisem e la Sis su “L’insegnamento della storia nei licei” – si è arricchita di altri partners: «Reti medievali» e il Dipartimento di discipline storiche dell’Università di Bologna, dove avrà luogo il 24 giugno 2005, nell’Aula Grande di piazza S. Giovanni in Monte n. 2. Avremo inoltre il piacere di ascoltare, tra gli altri, un intervento introduttivo del Presidente della Giunta storica nazionale Prof. Paolo Prodi. Il programma della giornata è già stato inviato alla mailing list e la prossima settimana sarà pubblicato su www.sissco.it, assieme all’ultima versione delle «Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati dei percorsi liceali» (piani degli studi e obiettivi specifici di apprendimento) elaborati dal Miur.
Frattanto proseguono i preparativi per i Cantieri di storia. A questo proposito ho il piacere di comunicare che anche quest’anno sarà possibile attribuire 50 borse di studio da 100 euro ciascuna ad altrettanti giovani soci, per facilitarne la partecipazione al convegno. Le borse saranno attribuite dal Consiglio direttivo, a suo insindacabile giudizio, dando la precedenza a quanti presentino al convegno una relazione, vengano da più lontano e/o si trovino nelle condizioni professionali meno solide. Gli interessati sono invitati presentare le loro candidature scrivendo a sissco@unisi.it entro e non oltre il 31 agosto 2005, e specificando la propria condizione lavorativa e il luogo di provenienza.
Su www.sissco.it è stata inaugurata una sezione pensata per dare ospitalità a siti web di gruppi di studiosi e progetti di ricerca ( http://www.sissco.it/risorse/sitiospiti/indice.html ). Il nostro primo ospite è il sito su «L’Italia nelle relazioni internazionali del ‘900» predisposto dall’équipe di un progetto di ricerca di interesse nazionale su «Nazione, interdipendenza, integrazione: le relazioni internazionali dell’Italia (1917-1989)», coordinato da Federico Romero e cofinanziato dal Miur. La redazione di Sisscoweb è a disposizione per dare il proprio sostegno ad altre analoghe iniziative. Mentre sono prossimi alla chiusura l’Annale «Il mestiere di storico» 2005 e il volume tratto dal convegno dello scorso anno sui Confini, il Consiglio direttivo ha costituito il Comitato elettorale in vista dell’Assemblea sociale che avrà luogo a Bologna il 23 settembre. Ne fanno parte Simona Colarizi (presidente), Silvano Montaldo e Federico Romero, che ringrazio per avere accettato l’incarico. Ricordo che quest’anno giungeranno a scadenza il mandato triennale di Andrea Graziosi e quello annuale di Antonella Salomoni. Quest’ultima, eletta nel 2004 in sostituzione della dimissionaria Maura Palazzi, sarà rieleggibile per effetto della modifica di statuto approvata a Bolzano dall’assemblea dei soci. Come sapete (ma giova ricordarlo), l’art. 8 dello statuto prevede che il comitato raccolga, predisponga e pubblicizzi le candidature per il direttivo fino a 30 giorni prima dell’assemblea. Ogni candidatura dovrà essere presentata da non meno di 15 e non più di 20 soci e ogni socio potrà proporne soltanto una; ulteriori candidature potranno essere comunque avanzate nel corso dell’assemblea.
Il direttivo ha inoltre designato i tre membri che rappresenteranno la Sissco nella Commissione giudicatrice del premio Anci Storia 2005: Gia Caglioti, Gustavo Corni e Vinzia Fiorino. I due membri nominati dall’Anci sono Marco Palla e Paolo Pombeni, il quale presiederà la commissione. A tutti va il nostro ringraziamento e un augurio di buon lavoro.
Sempre a partire dalla prossima settimana saranno consultabili su www.sissco.it  i bilanci consultivo 2004 e preventivo 2005, predisposti congiuntamente dal vecchio e dal nuovo tesoriere, Marco Palla e Agostino Bistarelli, che pure ringrazio per il loro impegno. Fatti propri dal Consiglio direttivo, i bilanci saranno sottoposti a settembre all’approvazione dell’assemblea dei soci.
Vi comunico ancora che la Sissco – per il tramite del suo presidente – è stata inserita nel Comitato nazionale «1945-46, alle origini della repubblica» istituito presso il Ministero per i beni e le attività culturali su iniziativa delle Fondazioni Basso, Einaudi (Roma), Gramsci, Spirito e Sturzo. Il 31 maggio il vicepresidente Andrea Graziosi ha avuto la cortesia di sostituirmi nella seduta di insediamento di tale comitato, che sarà presieduto da Valerio Zanone, disporrà di una dotazione di 150.000 euro ed opererà mediante un comitato esecutivo composto dai rappresentanti delle cinque fondazioni promotrici. Il 31 maggio Graziosi ha rappresentato la Sissco anche in una riunione tenutasi presso la Giunta storica nazionale, alla quale hanno partecipato anche rappresentanti di altre associazioni, quali la Sisem e la Sis, oltre che i membri delle diverse commissioni del Comitato internationale di scienze storiche. Il dibattito, introdotto da una presentazione di Pietro Rossi ed Edoardo Tortarolo del volume sui congressi del comitato (Towards a Global Community of Historians. The International Historical Congresses and the International Committee of Historical Sciences 1898-2000, edited by Jürgen Kocka and Wolfgang J. Mommsen in collaboration with Agnes Blänsdorf, Berghahn Books, Oxford-New York 2005), ha avuto per oggetto sia il prossimo convegno di Sydney, sia la situazione e le prospettive della Giunta storica nazionale, sia anche lo stato della ricerca storica nel nostro paese. Tutto ciò, come già annunciato, anche in vista della giornata di lavoro che la Giunta intende promuovere, con la partecipazione delle società degli storici, per la fine dell’anno. Sarete naturalmente informati degli sviluppi dell’iniziativa.
Molti cari saluti,
Tommaso Detti

PS: Come sempre, questa lettera viene inviata in forma cartacea soltanto alle socie e ai soci che non hanno o non ci hanno comunicato un indirizzo di posta elettronica.