SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Attività

Premio Sissco opera prima 2011

Il Direttivo Sissco ha deciso di premiare come Opera prima il volume:
Maurizio Zinni, Fascisti di celluloide. La memoria del ventennio nel cinema italiano (1945-2000), Marsilio, Venezia, 2010.
La costruzione di rappresentazioni e di interpretazioni del fascismo, della formazione di un immaginario collettivo e di un senso comune sul regime è stato affrontato dall’autore attraverso la lente del cinema in età repubblicana in un lungo arco di tempo (dal 1945 al 2000). L’opera, originale e di grande interesse, ha alla base una documentazione di oltre 140 pellicole di autori noti e meno noti, cimentatisi con soggetti, narrazioni e personaggi ambientati nel periodo fascista. Colpisce la particolare attenzione e capacità di legare diversi fili tra loro: gli stili, la critica e il mercato cinematografico, il rapporto tra il governo e le case di produzione, le più generali fasi della politica nazionale, le tesi storiografiche sul periodo fascista, la relazione tra narrazione filmica e storia. L’analisi dell’autore va molto al di là di un mero esame sull’attendibilità e sulla fedeltà delle ricostruzioni e fissa invece il proprio focus sulle ragioni delle diverse proposte di lettura del regime alla luce del rapporto tra la necessaria reinterpretazione del passato e le sensibilità del presente, tra memoria e uso politico-culturale della storia, tra affresco storico e costruzioni interpretative. Zinni non manca di sottolineare, comunque, anche i luoghi comuni ricorrenti e le rappresentazioni macchiettistiche del regime: essi non vengono indicati con la matita rossa per coglierne errori e forzature, piuttosto confluiscono nella generale ricostruzione dell’autore sul senso e sulle ragioni di una rivisitazione del passato. Molto attento alle periodizzazioni delle prevalenti proposte cinematografiche, l’autore offre così una nuova prospettiva dell’opinione che molti italiani si sono fatti in relazione a un periodo storico attraverso un mezzo di comunicazione di ampia e rilevante portata.