SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Caricamento Eventi

Eventi

09/06/2015 - 09/06/2015

Convegno sull'Atto unico europeo

Il Consiglio Europeo di Milano del giugno 1985 ha rappresentato un momento di svolta nel processo di integrazione europea. Atto conclusivo del semestre di presidenza italiano, il consiglio si caratterizzò per l’iniziativa presa dal Presidente del Consiglio Craxi e dal ministro degli Affari Esteri Andreotti di porre in votazione a maggioranza la convocazione di una conferenza intergovernativa (CIG) che avrebbe avuto il compito di riformare i trattati di Roma. 
Si trattò di una presa di posizione decisa che interrompeva la tradizione inaugurata con il “compromesso del Lussemburgo” del 1966, in base al quale le decisioni più importanti in ambito comunitario venivano prese all’unanimità, e che pose in netta contrapposizione la delegazione italiana a quella britannica guidata da Margaret Thatcher. 
La conferenza intergovernativa di Lussemburgo condusse alla redazione dell’Atto Unico Europeo, un trattato che il Presidente della Commissione Jacques Delors considerò fondamentale nel processo che si sarebbe espresso nella creazione del “grande mercato unico” o “Unione Economica e Monetaria” (UEM). E’ singolare che il governo italiano si mostrasse critico nei confronti del testo dell’Atto Unico Europeo, considerato una soluzione di compromesso “al ribasso”. 
In realtà le vicende connesse al Consiglio Europeo di Milano e alla redazione dell’Atto Unico vanno inserite nel quadro più ampio dell’ennesimo “rilancio dell’integrazione”, che a partire dal vertice europeo di Fontainebleau del giugno 1984, con il consolidarsi di un fronte franco-tedesco, avrebbe trovato la sua conclusione con il trattato di Maastricht e la nascita dell’UE e dell’UEM. 
Il convegno mira ad avviare una riflessione che andando oltre la ricostruzione del Consiglio Europeo di Milano del giugno 1985 faccia il punto sul ruolo dell’Italia nella costruzione europea tra la metà degli anni ’80 e la firma del trattato di Maastricht. La tavola rotonda conclusiva, sposterà il dibattito sull’attualità. 
 
.

LUOGO
Roma
Via di Villa Madama 250
Roma
Italia


ALLEGATO
Scarica

Pubblicato da Marco GERVASONI