SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

La Provincia di Pesaro e Urbino nel Novecento. Caratteri, trasformazioni, identità

Angelo Varni (a cura di)

Venezia, Marsilio, 2 voll., euro 75,00 2003

Con questi due volumi si è di fronte a un grosso sforzo editoriale promosso dall'Amministrazione provinciale di Pesaro e Urbino, condotto in collaborazione con la Biblioteca ?Bobbato? e l'Istituto di storia contemporanea di Pesaro. Un lavoro di alcuni anni che ha visto impegnati studiosi di vario genere, il cui apporto va dalla storia economica e sociale a quella politica, dalle trasformazioni sociali all'evoluzione urbanistica, dalle modificazioni demografiche a quelle culturali. È emerso un quadro assai particolareggiato della realtà della provincia pesarese che va dall'ondata migratoria di inizio Novecento fino all'antitetico fenomeno dell'immigrazione con cui si è chiuso il secolo; che analizza la predominanza del settore primario che ha caratterizzato tutta la prima metà del XX secolo fino alla rapida scomparsa del mondo contadino, che studia i processi di industrializzazione con le conseguenti trasformazioni economiche, sociali, ambientali, demografiche e culturali. Nell'insieme si può dire che sia riuscito il tentativo di definire, pur tra le diverse articolazioni, un'immagine omogenea, una identità di tale provincia, della sua civiltà, a metà tra la Romagna e il resto delle Marche. Sotto la cura di Angelo Varni e il coordinamento di Andrea Bianchini nei due volumi scorrono gli interventi di numerosi autori, da Ercole Sori e Luca Gorgolini su Evoluzione demografica, sviluppo economico e mutamento sociale fino a diversi autori indirizzati da Roberto Fanfani su L'evoluzione dell'agricoltura e dell'industria di trasformazione. Sull'industria della seta e del mobile interviene Giorgio Pedrocco, mentre sullo sviluppo edilizio e le trasformazioni urbane vi sono le ricerche di Francesco Ceccarelli e Giovanni D'Amia. Chiudono il primo volume Doriano Pela con Politiche provinciali e interventi pubblici e Andrea Bianchini su Politiche provinciali e interventi pubblici: l'era della strada. Più politico e culturale il secondo volume che si apre con Paolo Giannotti ed Ermanno Torrico che analizzano le scelte politiche dell'Amministrazione provinciale nella prima metà del Novecento, seguiti da Andrea Girometti che studia la geografia elettorale. Il profilo religioso è curato da Ernesto Preziosi, vicepresidente dell'Istituto regionale per la storia del movimento di Liberazione nelle Marche, mentre Luca Gorgolini e Loredana Tarantino colgono i consumi e le condizioni sociali. La cultura letteraria e teatrale a opera di Corrado Donati chiude il secondo tomo. Nel complesso va segnalato l'ottimo lavoro di ricerca di fonti inedite e l'innovazione interpretativa di alcuni saggi. Nel complesso si può dire che si è raggiunto un punto d'arrivo nello studio della realtà della provincia pesarese, soprattutto dal punto di vista economico e sociale. Alcune lacune restano per quel che riguarda la storia politica, soprattutto le vicende dei partiti, dei sindacati, delle organizzazioni del lavoro in genere. Un appunto riguarda però l'indice dei nomi, che copre solo alcuni, e non tutti, dei saggi presenti.


Massimo Papini