SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Sfide del mercato e identità europea. Le politiche di educazione e formazione professionale nell'Europa comunitaria

Antonio Varsori (a cura di)

Milano, FrancoAngeli, 219 pp., euro 18,00 2006

Il volume nasce da un progetto di ricerca sostenuto da un'agenzia decentrata dell'Unione Europea, il Centre européen pour le développement de la formation professionnelle (CEDEFOP), progetto che dal 2001 ha riunito un gruppo di studiosi i quali, con la collaborazione degli Archivi storici delle Comunità europee, hanno analizzato la nascita e gli sviluppi di una politica europea nell'ambito dell'educazione e della formazione professionale. Gli esiti della prima parte della ricerca, sfociati in un convegno tenutosi a Firenze nel 2002 presso l'Ateneo fiorentino e l'Istituto universitario europeo, sono stati pubblicati dall'Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle CE in due volumi dal titolo Towards a History of vocational education and training in Europe (Vet) in a comparative perspective.Questo volume raccoglie invece i contributi di una seconda fase della ricerca, che arriva a prendere in esame i più recenti sviluppi in tema di istruzione e formazione professionale derivanti dalla strategia di Lisbona approvata nel 2000 dal Consiglio europeo. L'obiettivo dei saggi qui raccolti è quello di meglio comprendere un aspetto finora poco indagato della costruzione europea, che ha acquisito un ruolo sempre più importante con lo sviluppo delle politiche comunitarie e la consapevolezza che nelle società avanzate la conoscenza è uno strumento fondamentale per una maggiore coesione sociale. Gli autori dei saggi affrontano questioni diverse legate da un filo comune: il valore «europeo » delle politiche di educazione e formazione professionale: il loro essere, in un certo senso, aspetto essenziale di una costruzione che non vuole limitarsi al mercato ma cerca, come indica lo stesso titolo del volume, di far emergere i tratti essenziali di un'identità europea. Il volume si apre con un saggio di Simone Paoli sul ruolo svolto dal Parlamento europeo nel periodo compreso tra il 1957 e il 1976 a sostegno del varo di una politica comunitaria dell'istruzione. Fa seguito un contributo di Sara Bianchi sull'attenzione rivolta anche dall'UNESCO verso l'istruzione e la formazione professionale, soprattutto a seguito delle conseguenze della decolonizzazione all'interno delle Nazioni Unite. Un saggio di Marina Cino Pagliariello esamina un aspetto specifico dell'azione del CEDEFOP e cioè il programma comunitario di visite di studio per specialisti e responsabili della formazione professionale, gestito direttamente dal CEDEFOP. Emanuele Torquati ricostruisce passaggi e caratteristiche fondamentali dell'Azione Jean Monnet, iniziativa della Commissione Europea a sostegno dell'istruzione in ambito universitario. Gli sviluppi della strategia di Lisbona sono affrontati da Elena Mainardi, che ne evidenzia anche i limiti incontrati a livello politico nell'attuazione concreta nonostante gli impulsi provenienti dal Parlamento europeo. Antonio Varsori, sulla base di una nuova documentazione archivistica, ricostruisce il ruolo e l'azione del CEDEFOP dalla sua costituzione alla fine degli anni '90. Marinella.


Neri Gualdesi