SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Dollari, petrolio e aiuti allo sviluppo. Il confronto Nord-Sud negli anni '60-70

Daniele Caviglia, Antonio Varsori (a cura di)

Milano, FrancoAngeli, 260 pp., euro 22,00 2008

Il volume in questione, che raccoglie gli atti di un convegno tenutosi nel marzo del 2006, si colloca all'interno di una recente e innovativa tendenza storiografica, secondo la quale gli anni '70 cessano di essere semplicemente un decennio di mera transizione e diventano un momento chiave di profonda trasformazione delle relazioni internazionali. Come sottolineano i due curatori nell'introduzione, infatti, sia nei rapporti Est-Ovest, sia nei cambiamenti registratisi all'interno dei due blocchi, sia nelle relazioni Nord-Sud, è proprio in questo decennio che si possono rintracciare alcune di quelle tendenze che si realizzeranno pienamente negli anni a venire. I dieci contributi che compongono il volume proseguono, perciò, efficacemente sulla strada già tracciata dal numero monografico della rivista «Ventunesimo Secolo», L'Europa negli anni Settanta: una svolta nella storia del continente, nonché dal volume collettaneo Alle origini del presente. L'Europa occidentale nella crisi degli anni Settanta, curato da Varsori e pubblicato anch'esso da FrancoAngeli. In questo testo, la stimolante ed originale chiave di lettura utilizzata per comprendere i numerosi cambiamenti avvenuti nel decennio considerato è rappresentata dall'analisi dei rapporti Nord-Sud. Gli argomenti affrontati sono vari: l'evoluzione delle politiche di aiuto allo sviluppo, esaminate da L. Tosone e G. Migani; gli shock petroliferi e le loro conseguenze economiche, oggetto dei saggi di F. Petrini e G. Garavini; le modalità con cui vengono reinvestiti i petrodollari, su cui si concentra S. Labbate; la nascita del G7 durante la Conferenza di Rambouillet del 1975, finalizzata a rispondere tanto alla crisi economica, quanto alla «offensiva» dei paesi in via di sviluppo, analizzata da D. Caviglia. Sono, questi, tutti avvenimenti che permettono di comprendere meglio sia le relazioni Est-Ovest, sia i rapporti tra Stati Uniti e i paesi dell'Europa occidentale, sia l'evidente difficoltà dei paesi membri della Cee di costruire una posizione comune. Un interessante caso di studio è rappresentato all'interno del volume dalla Germania Federale, protagonista di primo piano, grazie all'Ostpolitik, della distensione tra i due blocchi, ma anche impegnata a promuovere una visione più equa dei rapporti Nord-Sud. Alla trattazione della sua politica di aiuti allo sviluppo ? affrontata da S. Lorenzini ? si accosta l'analisi condotta da M. Trentin dell'intreccio tra competizione Est-Ovest e rapporti Nord-Sud, così come emerge dal tentativo di ciascuna delle due Germanie di diventare il punto di riferimento di due paesi, la Siria e l'Iraq, a loro volta divisi dalla rivalità tra i due partiti Ba'th, giunti al potere quasi contemporaneamente.Il volume, dunque, combinando sapientemente un approfondito lavoro di ricerca archivistica con la conoscenza dell'ampia letteratura ? principalmente straniera ? esistente in materia, rappresenta certamente un interessante contributo alla storiografia italiana, nonché un utile strumento per la comprensione di un decennio assai rilevante nell'evoluzione delle relazioni internazionali.


Arturo Marzano