SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Rapporti militari fra Italia e Romania dal 1918 al 1945. Le carte dell'Ufficio Storico

Giuliano Caroli

Stato Maggiore dell'Esercito. Ufficio Storico, Roma 2000

Che gli archivi militari costituiscano una fonte di non secondaria rilevanza per la storia dell'epoca contemporanea - ed in particolare per la storia delle relazioni internazionali -, è ormai convinzione largamente diffusa. Confermata anche da questo libro di Giuliano Caroli, imperniato su di una scrupolosa ricognizione della documentazione sui rapporti fra i militari italiani e quelli romeni, nel periodo interbellico e durante la seconda guerra mondiale, esistente presso l'archivio dell'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito. Pur disomogenea, essa consente comunque - come dimostra l'attenta ricerca di Caroli - di perfezionare, se non di arricchire, un quadro che, benché largamente già noto, attende ancora di essere completato: i corrispondenti archivi romeni sono, infatti, ancora praticamente inutilizzati. La definizione delle frontiere della Grande Romania risultata dalla Grande Guerra (ed in particolare di quelle con l'Ungheria e la Jugoslavia); la torbida vita politica romena degli anni '20 e '30; l'altalenante interesse romeno per forniture militari italiane, prima e dopo l'acuta tensione del 1935-36; la partecipazione romena ed italiana all'aggressione tedesca contro l'Unione Sovietica; la situazione dei militari italiani internati in Romania dopo l'8 settembre 1943, trovano nella ricerca di Caroli una trattazione ampia e ricca di nuove informazioni, che certamente risulteranno assai utili anche a chi, per esempio, si avventurasse a schizzare le relazioni economiche italo-romene fra il 1919 ed il fatale (per l'Italia) 1943. In questa sede è opportuno ricordare che, degli internati militari italiani in Romania dall'autunno del 1943 alla primavera del 1945, aveva già scritto - fondandosi sugli archivi militari romeni - il giornalista Mihai Pelin nel volume Recviem pentru Conventia de la Geneva (Requiem per la Convenzione di Ginevra, Milano, Nagard, 1988).


Lauro Grassi