SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Operazione Baytown. Lo sbarco degli alleati in Calabria. 3 settembre 1943

Giuseppe Marcianò

Ravagnese (Rc), Città del sole, pp. 158, euro 12,50 2003

Questa rievocazione dello sbarco delle truppe britanniche in Calabria pubblicata in coincidenza con il sessantesimo anniversario si avvale di una buona documentazione primaria, di una ricca bibliografia, di un buon corredo di immagini. Ciò che maggiormente colpisce è la memorialistica locale che viene largamente utilizzata. È come se l'autore ci mettesse di fronte allo spessore che in prospettiva ha assunto la vicenda militare per la storia della società calabrese contemporanea. In sé l'episodio è marginale, per esempio rispetto alla parallela operazione di sbarco condotta dagli americani su Salerno; preannuncia anzi la diminuzione del ruolo che gli inglesi avrebbero subito anche sul piano politico sul teatro italiano da lì a poco. Manca anche di quella drammatica incertezza che caratterizzò il combattimento sulle spiagge di Salerno. Pur consapevole e irritato di questa marginalità il generale Montgomery volle fare le cose in grande e sottopose l'area di sbarco a un intenso bombardamento. Anche per questo motivo le truppe non trovarono resistenza iniziale al loro arrivo sulla spiaggia. I comandi italiani tuttavia mantennero lo schema di difesa già sperimentato con esiti fallimentari in Sicilia: contenimento del nemico con i battaglioni costieri e successivo contrattacco sulla spiaggia con le divisioni mobili che avrebbero dovuto rappresentare il nerbo della difesa. Tale impostazione non faceva i conti con l'ormai avvenuto disfacimento della maggior parte delle forze armate italiane, abbandonate dalle truppe tedesche che preferirono effettuare una rapida ritirata verso Nord e mettersi al sicuro da un eventuale imbottigliamento nella punta estrema della penisola calabra. Il dramma si svolse dal 3 all'8 settembre, cioè dalla firma alla promulgazione dell'armistizio. A suggellare il tutto ancora un fatto d'arme avvenuto l'ultimo giorno, che vede protagonista un battaglione di paracadutisti della divisione Nembo: altri soldati sacrificati sull'altare dell'indecisione di Badoglio e del re.


Rosario Mangiameli