SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Storia costituzionale degli italiani. L'Italietta (1861-1915)

Giuseppe Volpe

Torino, Giappichelli, X-317 pp., Euro 28,00 2009

Non ho la più pallida idea del perché il libro di Giuseppe Volpe sia del tutto privo degli apparati strumentali con cui normalmente un saggio scientifico cerca di orientare il lettore nel percorso intellettuale e metodologico seguito da chi lo ha scritto. Non essere uno storico di professione, evidentemente non basta, come argomento, dal momento che l'a. ha scelto di affrontare un tema di grande rilievo e di radicata tradizione come quello di una storia costituzionale d'Italia, a partire dalla percezione collettiva dei grandi problemi che hanno di fatto materializzato il paese caratterizzandone la sua comunità. Un tema interessante e ricco di spunti che però viene di fatto neutralizzato dal mancato dialogo con la letteratura storiografica e con le fonti. Nelle oltre trecento pagine di testo non troverete note, bibliografia, indice dei nomi. Nulla. Neppure una breve nota sull'a.. E dato che l'editore non è la copisteria dietro l'angolo, la questione potrebbe anche avere a che fare con una nuova tendenza, quella cioè del passaggio dall'ormai tradizionale richiesta delle case editrici di contenersi nelle note e negli apparati a quella della richiesta del loro radicale sterminio. Il che, come per tutti gli stermini, non rappresenterebbe certo una bella notizia. Se, come invece spero, si tratta di un caso isolato di doppia pigrizia (autore ed editore) allora diventa del tutto comprensibile come questa possa avere contagiato anche il recensore.


Fulvio Cammarano