SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Charles Darwin geologo

Guido Chiesura

Prefazione di Patrick Tort, Benevento, Hevelius Edizioni, pp. 207, euro 16,00 2002

Charles Darwin incominciò la sua carriera scientifica ufficiale come geologo. Di ritorno dal viaggio del Beagle si stabilì a Londra e fu segretario della Geological Society. Quel periodo verso la fine degli anni Trenta fu cruciale per l'elaborazione delle nuove concezioni della natura di Darwin ed è quindi impossibile capire Darwin senza capire la sua geologia. Guido Chiesura è un geologo di professione con una ?curiosità allargata? alla storia della sua disciplina e del pensiero di Darwin. Il suo libro sulla geologia di Darwin si giova di una Prefazione di Patrick Tort, celebre darwinologo francese e mente creatrice del formidabile Dictionnaire du Darwinisme: non ci potrebbe essere presentazione migliore. Chiesura organizza il libro in una sequenza ordinata di eventi nel tempo e nello spazio, e dopo l'Introduzione che mette sul tappeto le questioni che saranno trattate, il primo capitolo presenta una chiara ed esauriente analisi dello stato della geologia immediatamente prima e durante l'apprendistato di Darwin. Il secondo capitolo tratta del ruolo fondamentale svolto da professori e mentori di Darwin studente a Edimburgo e Cambridge, Robert Jameson, John Henslow e Adam Sedgwick ma anche Thomas Charles Hope, personaggio spesso trascurato che invece avvicinò Darwin alle teorie huttoniane, poi elaborate da Lyell e quindi recepite favorevolmente da Darwin. Il terzo capitolo è dedicato a Charles Lyell, la fonte principale della geologia darwiniana negli anni che portarono alla formulazione delle teorie evoluzionistiche e alla selezione naturale nel pensiero di Darwin. All'inizio Lyell, che poi Darwin avrebbe conosciuto a Londra, era il maestro e Darwin il discepolo ma in seguito il rapporto si sarebbe invertito. Il quarto capitolo è basato sul viaggio del Beagle in rapporto alla geologia. Nel quinto Chiesura analizza il ruolo svolto dalla geologia del viaggio nella formazione scientifica del nuovo Darwin. Il capitolo sei considera le opere geologiche di Darwin, suo esordio pubblico, raramente analizzate con tale competenza e chiarezza dagli studiosi. Nella conclusione Chiesura tira le somme sul ruolo della geologia nel pensiero di Darwin e insiste sul rapporto fra Darwin e Lyell, il protagonista e il deuteragonista del libro, con considerazioni sia sulla continuità tra i due (uniformitarismo e attualismo) sia sul raggiungimento dell'autonomia di Darwin dal suo ispiratore originario. Chiesura sceglie lo stile della narrazione di una storia che rende il libro piacevolmente leggibile. Il linguaggio risente della formazione scientifica dell'autore, è preciso, conciso, chiarissimo. La ricerca svolta è completa ed esauriente con una buona bibliografia. Il libro è ottimamente prodotto dall'editore, con tanto di indice analitico. Finalmente ci troviamo di fronte a un libro utile, anzi indispensabile per qualsiasi corso universitario di argomento darwiniano o di storia della geologia. Il lavoro di Chiesura non può che essere lodato senza riserve da tutti gli studiosi di Darwin.


Mario A. Di Gregorio