SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Storia del Cristianesimo. Religione-politica-cultura, Vol. 11: Liberalismo, industrializzazione, espansione europea (1830-1914)

Jacques Gadille, Jean-Marie Mayeur (a cura di)

edizione italiana a cura di Pietro Stella, Roma, Borla-Città Nuova, pp. 1014, eu 2003

Il volume fa parte di una Storia del Cristianesimo in 14 volumi, edita in Francia negli anni Novanta, diretta da J.M. Mayeur; l'edizione italiana è a cura di G. Alberigo. Caratteristiche della importante opera collettanea sono un taglio interdisciplinare, una vasta attenzione ai problemi suscitati dal dibattito storiografico e l'indicazione di nuove piste di ricerca. I volumi offrono grandi affreschi e ambientazioni storiche, ma anche interpretazioni che danno spazio alle sollecitazioni legate ai dibattiti e alle domande suscitati dalla storia contemporanea. Questo volume è dedicato alla rivoluzione industriale, al liberalismo in Europa e all'espansione europea con la colonizzazione. L'attenzione non è rivolta unicamente all'Europa, cattolica e protestante, ma anche al mondo ortodosso, al Cristianesimo orientale, così come al Nuovo mondo, gli Stati Uniti e l'America latina, e alle missioni cristiane in Africa, Asia, Australia Nuova Zelanda e Oceania. L'elenco dei collaboratori è ampio. L'edizione italiana ha un'Introduzione di Pietro Stella e un aggiornamento bibliografico che dà conto delle più recenti opere pubblicate, non solo in lingua italiana. L'attenzione è rivolta alla descrizione di ?un Cristianesimo multiplo entro i processi di secolarizzazione?, come sottolinea Stella (p. 7). Il tema del confronto con la modernità e la secolarizzazione è uno dei fili conduttori dei volumi che riguardano i periodi moderno e contemporaneo; quest'ultimo è centrato sul tema della libertà e del confronto Chiesa-società, con la nascita e l'affermazione dell'intransigentismo. Un'attenzione che porta a dare spazio alle realtà politico-sociali, al confronto con il liberalismo e la questione sociale, con il nodo cruciale della crisi modernista. Il volume descrive il mondo cattolico e protestante, dall'Europa centrale all'Europa del Nord, alla Svizzera e all'Europa centro-orientale. Il Cristianesimo orientale viene descritto con un'analisi della cultura e Chiese russe, con note caratteristiche sia di isolamento che di integrazione. Viene dedicata un'attenzione ai cristiani d'Oriente, ?posta in gioco e pretesto dello smembramento dell'Impero ottomano? (p. 696) e alla crescita e all'affermazione dei nazionalismi, come quelli arabo e armeno. La realtà degli Stati Uniti viene descritta in relazione all'impatto della guerra civile e delle innovazioni nella vita sociale e religiosa; mentre nell'America latina si analizzano i problemi posti dall'indipendenza, con il patronato e il Cattolicesimo diviso tra anticlericalismo e modello intransigente. Gadille e Zorn descrivono una storia di ?separazione?, ma anche di ?liberazione delle Chiese dalla tutela statale? (p. 973). Di fronte all'industrializzazione e al pauperismo, nasce un ?Cristianesimo sociale?. Questo periodo si caratterizza anche come un momento di ripresa dei ?risvegli religiosi? e problematici, ?talvolta ai margini dell'ortodossia, come testimoniano alcuni movimenti settari e millenaristi?.


Bruna Bocchini Camaiani