SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Das Parteiensystem Italiens. Vom Untergang der Democrazia Cristiana zur zweiten Regierung Berlusconis

Marcus Waldmann

Berlin, Uni-edition, pp. 153, euro 29,90 2004

Lo studio offerto da Marcus Waldmann è un'analisi politologica dei processi di trasformazione che hanno coinvolto il sistema politico-partitico italiano nel corso degli anni Novanta, dal tramonto della Democrazia Cristiana al secondo governo Berlusconi. Per comprendere appieno questo processo l'autore, che ha alle spalle studi di diritto, scienze politiche e filosofia, ne propone una lettura attraverso l'analisi della cultura politica italiana e del suo sistema di rapporti sociali. Servendosi delle categorie politologiche offerte da studi fondamentali come, tra gli altri, quelli di Sartori e Lipset/Rokkan, l'autore inquadra il sistema partitico della ?Prima Repubblica?, per descrivere poi singolarmente i partiti che ne hanno fatto parte, così come i problemi strutturali del sistema e le radici con le quali quest'ultimo affondava nella cultura politica italiana. Tuttavia in questa parte, che occupa circa la metà del volume, l'autore rischia talvolta di fornire al lettore una quantità enorme di informazioni, privandolo in seguito di una chiara spiegazione del ruolo che tali eventi giocarono per la trasformazione politico-partitica seguita negli anni Novanta. Talvolta, dunque, si ha l'impressione di perdere il filo conduttore della trattazione, tanto più che talune tematiche importanti, come ad esempio il sistema dei rapporti clientelari o il tipo di sistema elettorale, risultano poco approfondite. Magari ci si sarebbe aspettati una più ampia trattazione della seconda parte, che esamina le tre fasi del processo di trasformazione del sistema partitico. La prima affronta il periodo che dal referendum del 1991, attraverso la prima riforma elettorale, giunge alle elezioni dell'aprile 1992. La seconda fase si concentra sulla scomparsa del partito della Democrazia Cristiana e sull'emergere di nuovi attori, in primis Forza Italia, passando attraverso la tematica delle pratiche di corruzione e delle loro implicazioni per il sistema dei partiti. Infine, la terza fase analizza il periodo tra le elezioni del 1994 e quelle del 1996, in cui l'autore presenta il consolidamento del nuovo sistema partitico ed indaga sulle sue ulteriori trasformazioni. Il volume rappresenta di certo un buon inquadramento del sistema politico italiano dal dopoguerra ad oggi ? utile soprattutto per un pubblico tedesco ?, sostenuto da un ottimo apparato bibliografico. Tuttavia il sottotitolo, Dal tramonto della Democrazia Cristiana al secondo governo Berlusconi, avrebbe lasciato intuire un taglio diverso dello studio, magari con un excursus più breve ? che a ritroso arriva invece fino alla costituzione del CLN ? ed un approfondimento maggiore delle dinamiche del processo di trasformazione del sistema partitico italiano nel corso degli anni Novanta. Un epilogo presenta una serie di ?problemi e prospettive? sulla cui linea varrebbe la pena di proseguire lo studio.


Alessandra Ferretti