SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

La comunità cristiana di Roma, vol. 3. La sua vita e la sua cultura tra età moderna ed età contemporanea

Mario Belardinelli e Pietro Stella (a cura di)

Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, pp. 508, euro 35,00 2002

Questi saggi ripercorrono vari itinerari di ricerca poi confluiti in un convegno del 1999: una ricerca sulla lunga durata, promossa in primo luogo da docenti cattolici, con la collaborazione di studiosi laici ed evangelici, delle università romane per offrire elementi di riflessione su ?tanti aspetti ?- anche contraddittori ? della presenza cristiana nella città? (p. 5). L'arco cronologico è ampio, e si apre con interessanti interventi sull'età moderna. In questa sede interessano di più i contributi relativi al periodo dalla Rivoluzione Francese in poi. Monticone si sofferma sulla religiosità popolare; Martina evidenzia il complesso quadro del clero romano tra Rivoluzione e Restaurazione e Lupi fa un'attenta disamina, frutto di un'ampia ricerca, dei problemi pastorali a metà 800; De Palma propone alcuni modelli di santità tra Otto e Novecento e Casella studia le attività culturali e caritative delle associazioni laicali a fine ?800. Belardinelli studia l'università tra Stato ecclesiastico e Stato unitario, mentre Malusa, Frattini e Olivetti evidenziano gli aspetti culturali e filosofici legati al clima del pontificato leoniano e della crisi modernista. Malgeri descrive la vita religiosa tra le due guerre e Rostagno ripercorre i rapporti culturali della Facoltà valdese dal 1922 al 1976, mentre Manzo e Impagliazzo affrontano i temi del pontificato giovanneo e del Concilio. Riccardi pone il problema del rapporto tra ?Chiesa del papa e Chiesa locale?. La domanda che percorre i contributi, pur con letture e sfumature diverse, è quella relativa a cosa intendere per ?comunità cristiana?. Riflettendo sul passato cristiano di questa città singolare, per tanti versi emblematica della realtà cattolica, Stella richiama il rilievo della Roma evocata da Dupront, marcata prepotentemente ?dall'affermazione del papato come vertice spirituale della Chiesa? (p. 8), ma sottolinea anche una forte persistenza della presenza storica del cristianesimo e della chiesa cattolica a Roma nonostante ?le strumentalizzazioni del messaggio religioso cristiano?, ?le cattiverie e le sevizie fatte subire agli ebrei a dispetto del precetto dell'amore?, ?il tramonto dell'idea di una cristianità universale sotto la guida implicitamente politica del romano pontefice?, nonostante ?le prese di posizione culturalmente discutibili e infelici di istituzioni ecclesiastiche nei confronti della modernità? (p. 9). Per Stella le ragioni di tale forte radicamento stanno nella presenza permanente di un ?radicato senso religioso e devoto, che storicamente esige che si indaghino con maggiore attenzione i personaggi carismatici, i gruppi più ?impegnati' religiosamente, gli apparati istituzionali nonostante le loro ambiguità e deficienze [?] gli ideali di santità vissuti negli strati sociali più vari? (p. 10). Un volume con contributi di indubbio interesse, che rivelano anche uno spessore di ricerca e letture talvolta in parte diversificate.


Bruna Bocchini Camaiani