SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Militari italiani in Africa. Per una storia sociale e culturale dell'espansione coloniale

Nicola Labanca (a cura di)

Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, pp. 496, euro 38,00 2004

I saggi raccolti in questo volume, curato da Nicola Labanca e introdotto da due interventi di Angelo Del Boca e Giorgio Rochat, ricostruiscono il ruolo dei militari nell'espansione coloniale italiana: ne analizzano i profili politici e culturali, la formazione professionale, le mentalità, il retroterra sociale e ideologico, le inclinazioni razziste, le identità di genere. Sono pagine di notevole interesse che, per la qualità dei temi affrontati, si segnalano all'attenzione degli specialisti di studi storico-coloniali e, più in generale, agli studiosi dell'Italia contemporanea. Si tratta, infatti, di una felice novità editoriale che aggiunge un tassello prezioso alla storia degli italiani nell'Oltremare. Essa sottrae la storia dell'espansione coloniale italiana al provincialismo nazionalistico della vecchia storia politica e diplomatica, per inserirla a pieno titolo negli studi internazionali sull'espansione coloniale europea. Il volume raccoglie i contributi presentati al seminario del Centro interuniversitario di studi e ricerche storico-militari svoltosi a Firenze tra il 12 e il 14 dicembre 2002. La varietà degli approcci tematici e metodologici testimonia il rinnovamento avvenuto negli ultimi trent'anni nelle ricerche sull'Italia coloniale, grazie anche alla formazione di una nuova generazione di storici. I saggi sono suddivisi in tre aree tematiche. La prima è incentrata sul binomio Politica e società, con contributi di Alessandro Volterra sui tribunali militari nella prima fase dell'espansione coloniale; di Gian Luigi Gatti sulle camicie nere in Libia; di Cristiana Pipitone sugli ufficiali coloniali (con una decisiva messa a fuoco della distinzione tra esercito coloniale e esercito nazionale); di Matteo Dominioni sulle operazioni di polizia coloniale; e con un saggio di Nicola Labanca sulla memorialistica della guerra d'Etiopia che illustra le percezioni dell'Africa e degli africani, ma anche dei limiti del sistema coloniale italiano, nei racconti autobiografici dei protagonisti. La seconda parte è dedicata a Culture, mentalità, genere, con scritti di Paolo Marrassini sulle attività culturali legate alla conquista coloniale; di Gianluca Balestra sulla formazione degli allievi ufficiali; di Enrica Bricchetto sulle rappresentazioni della guerra d'Etiopia nella stampa nazionale; di Giulietta Stefani sul rapporto tra identità di genere e professione coloniale nell'esperienza degli ufficiali italiani in Etiopia; di Liliana Ellena su militari e guerra d'Etiopia nel cinema italiano degli anni Trenta. La terza parte fornisce utili indicazioni di lavoro su Istituzioni e archivi. Chiudono il volume l'appendice Momenti e documenti (con interventi di Marco Gemignani, Piero Crociani e Pier Paolo Meccariello) e la testimonianza dell'addetto militare italiano in Somalia negli anni della transizione verso l'indipendenza.


Lidia Santarelli