SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Dalla corporazione al mutuo soccorso. Organizzazione e tutela del lavoro tra XVI e XX secolo

Paola Massa, Angelo Moioli (a cura di)

Milano, Franco Angeli, pp. 764, euro 45,00 2004

Il volume è il risultato di un piano collettivo di ricerca. Nasce da un lavoro d'indagine locale compiuto da circa cinquanta studiosi che hanno elaborato un progetto, preparato una scheda di rilevazione, discusso dati e risultati. L'iniziativa va ascritta al Seminario permanente costituitosi nel 1994 con il patrocinio della SISE che ha prodotto nel 1998 il volume Corporazioni e gruppi professionali nell'Italia moderna. I contributi spaziano cronologicamente dal tardo Medio Evo al XX secolo e geograficamente su realtà italiane, nonché rapsodicamente su altri paesi europei, e sono raggruppati in tre sezioni: Corporazioni ed economie urbane; Corporazioni, progresso tecnico e mercato internazionale; Società di mutuo soccorso ed eredità dell'agire corporativo. Accompagna il volume un CD-Rom in cui è riversata la schedatura dei gruppi di mestiere e professionali indagati. Per ciò che concerne i contenuti, il perno della ricerca è sempre la realtà corporativa, rispetto a cui i metodi di rilevazione e l'ampiezza dell'indagine forniscono conoscenze e spunti interpretativi nuovi. Ad esempio, Moioli, nel suo saggio sulle corporazioni nelle città italiane in età moderna, legge nell'incremento del numero di esse verificatosi tra il 1560 e il 1640 non l'esito del frazionamento delle istituzioni esistenti ? come per lo più si è creduto ? bensì la nascita di nuove. Questa constatazione permette all'autore di far luce su un fenomeno non di mera riorganizzazione ma di sviluppo, di cui sono espressione sia la crescente fisionomia imprenditoriale e/o mercantile dell'élite corporativa, sia il controllo più serrato della manodopera. Anche chi si è occupato di periodi più recenti e quindi di mutuo soccorso si è spesso concentrato sulla transizione dal corporativismo al mutualismo. È il caso del contributo dedicato da Allìo a Torino tra ancien régime e Risorgimento, dove la transizione è segnata dalle pie unioni create, nei primi decenni del 1700, dai lavoranti in contrapposizione ai mastri, unendo agli scopi tradizionali finalità di mutuo soccorso. Saranno queste non solo a sopravvivere alle corporazioni soppresse nel 1844, ma a fornire anche ad altre categorie un modello per reagire al disgregarsi del sistema corporativo. L'autrice, rilevando la continuità tra pie unioni dei lavoranti e società di mutuo soccorso, testimoniata da forme evolute di assistenza presenti nell'esperienza delle prime, dimostra anche a contrario come solo laddove erano allentati i vincoli corporativi, ossia in provincia, emergesse un associazionismo libero dalla comunanza del mestiere. Viene così sottolineata una peculiarità delle associazioni cosiddette generali finora poco considerata. All'importanza di utilizzare uno strumento oggi a disposizione quale la cartografia tematica digitale per lo studio di fenomeni sociali complessi come il mutuo soccorso è dedicato il contributo metodologico di Trezzi e Morabito sui censimenti ministeriali del fenomeno. I primi risultati illustrati nelle cartine appaiono assai convincenti.


Dora Marucco