SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Storia contemporanea di Pistoia dal 1944 al 1995

Pier Luigi Guastini (a cura di)

Pistoia, ISRPT, 174 pp., Euro 12,00 2007

Questo agile volume raccoglie i testi degli interventi sulla Pistoia contemporanea tenuti tra il 2005 e il 2006 da Pier Luigi Guastini e da alcuni protagonisti della vita politica e amministrativa della città toscana. Il libro riprende la struttura del ciclo di conferenze e propone un profilo storico di Pistoia a partire dalla constatazione che «mentre a livello nazionale, la ricerca sulla storia contemporanea, per il periodo sopra considerato, è abbastanza impegnata ed è già disponibile una considerevole quantità di opere, a livello locale dobbiamo lamentare che siamo soltanto ai primi timidi passi» (p. 9). Basato sull'intreccio tra la ricostruzione storica di Guastini e le testimonianze dei protagonisti della vita locale, il libro si sviluppa in quattro parti attraverso una prospettiva che privilegia la dimensione politico-amministrativa pur riservando ampi riferimenti ai mutamenti socio-economici e al processo di urbanizzazione della città toscana. Il volume si apre con l'esame della situazione politica e socio-economica negli anni della ricostruzione su cui si innesta il contributo di Alberto Cipriani sull'eredità economica prodotta dal fascismo negli anni successivi alla fine della guerra. La questione dell'assestamento politico-amministrativo e dello sviluppo negli anni del boom economico è affrontata nella seconda parte corredata dalla testimonianza di Vittorio Brachi sull'originale esperienza della prima giunta di centro-sinistra italiana destinata a passare alla storia pistoiese e nazionale della fine degli anni '60 come «repubblica conciliare»; segue una ricostruzione delle vicende politiche ed economiche degli anni '80 quando a Pistoia per la prima volta alle elezioni fu eletto alla Camera un esponente repubblicano, Roberto Barontini, del quale viene ripreso un intervento parlamentare. Il volume si chiude con l'analisi delle ripercussioni locali del «terremoto» politico del decennio 1985-1995 e una riflessione di Vannino Chiti, sindaco di Pistoia nei primi anni '80, sul ruolo della principale industria pistoiese, le Breda, nella recente vicenda cittadina.Il libro, introdotto da un appassionato Preludio di Emiliano Panconesi, ha un taglio prevalentemente cronachistico e consegna una ricca messe di informazioni e dati biografici ma anche di nodi problematici intorno ai quali è ruotata la vicenda della Pistoia contemporanea. Nonostante il carattere divulgativo e narrativo degli interventi, il libro nel suo complesso ha il merito di offrire una ricostruzione di sintesi della città toscana e di proporre interessanti spunti di riflessione sul rapporto tra i processi di cambiamento a livello nazionale e quelli che si svolgono su scala locale in occasione di alcuni passaggi decisivi della storia pistoiese come l'esperienza della «repubblica conciliare» e la crisi delle industrie Breda. In chiusura è da segnalare l'assenza dell'indice dei nomi mentre risulta sufficientemente dettagliata l'indicazione delle fonti e della bibliografia.


Alberto Ferraboschi