SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

L'Italia prima dell'Unità (1815-1860)

Romano Bracalini

Milano, Rizzoli, pp. 318, euro 8,73 2001

Inserito nella collana ?BUR Vite quotidiane?, il testo si articola su tre aggregazioni tematiche rapportabili a 1) La vita pubblica, 2) La vita privata, 3) La vita sociale. Al loro interno numerose sottoarticolazioni comprendono nel primo caso temi di carattere più strutturale (Stati, territorio e popolazione, amministrazione, giustizia, sistema carcerario, poliziesco, scuola, medicina, vita intellettuale, stampa e satira politica, chiesa, vita militare), nel secondo aspetti di vita sociale all'interno di gruppi quali nobili, borghesi e popolo, in una dimensione fondamentalmente urbana (dalla casa privata ai salotti e caffè letterari, all'alimentazione, al matrimonio, ai divertimenti, ai costumi-abbigliamento e moda), nel terzo la vita sociale compendiata sulla dimensione del pubblico (lavoro, ozio e mendicità, la campagna, donne e fanciulli, calamità naturali, malavita, viaggi e viaggiatori, albergatori). Aggregazioni che in realtà si prestano ad una presenza in più ambiti tematici. La prospettiva diacronica del titolo si focalizza quindi su argomenti che prediligono la dimensione sincronica, gli atteggiamenti mentali, in settori che pure conoscono una modificazione nell'arco di tempo esaminato. Senza entrare nel merito dei dibattiti storiografici riaccesisi con vivacità in merito alla tematica risorgimentale ed ignorando di conseguenza la relativa bibliografia, il testo ha un chiaro intento narrativo; l'uso di fonti letterarie e dei resoconti dei viaggiatori ci forniscono una immagine efficace, per quanto sommaria, delle diversità preunitarie sotto molteplici profili. La sensibilità al tema del viaggio offre del paese anche un'immagine dall'esterno, nell'ottica degli stranieri, dal Grand Tour all'iniziale turismo di ?massa?. Le riflessioni conclusive, centrate su fallimento dello Stato unitario in termini di mancata omogeneizzazione del paese, di incapacità di ?fare gli Italiani?, di ?conquista regia?, di stretta dipendenza dell'attuale ?spettacolo della vita politica italiana? dalle modalità della soluzione risorgimentale, riportano a luoghi comuni riproposti con una monocorde e monolitica forma assertiva.


Renata De Loren