SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Giulia Bassi

foto di Giulia Bassi

Università di Trieste

BIOGRAFIA

Si è laureata in Storia contemporanea presso l’Università di Firenze sotto la direzione di Paul A. Ginsborg e Maria Casalini con una tesi sulla tensione discorsiva tra “rivoluzione” e “compromesso” nel discorso della leadership comunista italiana, e in particolare nei testi e nei discorsi di Gramsci, Togliatti, Berlinguer.

Ha ricevuto il titolo di dottore di ricerca in Storia delle Società, delle Istituzioni e del Pensiero presso il dottorato inter-Ateneo Università di Trieste-Università di Udine, in co-dottorato con la University of Reading (Berkshire, UK). Ha incentrato la tesi dottorale, sotto la guida di Paolo Ferrari (Università di Udine) e di Federico Faloppa (University of Reading), sul percorso storico della parola “popolo” dal primo lessico comunista, negli anni a seguire la nascita del PCD’I, agli anni ’70.

I suoi principali interessi di ricerca vertono sulla storia del pensiero politico; sulla storia dell’Italia repubblicana e in particolare sulle modalità di comunicazione politica dei movimenti e partiti politici; sulla storia della storiografia del XX secolo, con particolare riferimento alla tradizione marxista e comunista europea e italiana. Per l’analisi storica del lessico politico utilizza un approccio qualitativo (Discourse Analysis) e quantitativo (Corpus Linguistics). Per l’analisi quantitativa fa uso di software lessicometrici per piattaforma Apple e Microsoft, quali AntConc, Sketch Engine, Concordance e TreeCloud.

Fa parte delle redazioni delle riviste di Storia della Storiografia (Fabrizio Serra editore) e Historia magistra (Franco Angeli editore). È membro della Commissione per il monitoraggio della stampa sulla storia contemporanea (responsabile scientifico: Barbara Bracco, Università Bicocca, Milano). È inoltre membro del Direttivo dell’Istituto Gramsci Toscano per il quale ha lavorato come archivista del fondo della Federazione fiorentina del PCI.

Al momento collabora:


  • con l’Università di Trieste, dove è cultrice per Metodologia della ricerca storica (per Guido Abbattista); e membro del gruppo di ricerca coordinato da Elisabetta Vezzosi (Università di Trieste) Gli scienziati tra guerra fredda, collaborazione transnazionale e difesa dei diritti umani con la ricerca ‘Solo con il socialismo comincia un’epoca nuova nella scienza’. Mito e ambivalenze del PCI sul discorso scientifico sovietico (1949-1969).

  • con l’Università di Milano, dove è cultrice per Storia contemporanea (per gli insegnamenti di Daniela Saresella e Paolo Zanini) e Storia dei movimenti politici e sociali (per Daniela Saresella); e membro nel progetto di ricerca coordinato da Daniela Saresella (Università di Milano) Esuli, reti di comunità, solidarietà politiche tra Milano e l’Europa (1967-1985). I rifugiati politici nell’Italia repubblicana.

  • È docente a contratto annuale in storia contemporanea presso l’Università Cardinal Colombo, Istituto Superiore di Scienze religiose di Milano.


 

PUBBLICAZIONI

Tra le ultime pubblicazioni, gli articoli: “‘L’eroico cammino alla testa del popolo’. La costruzione discorsiva della leadership nel Partito comunista italiano (1944-1964)”, Nuova Rivista Storica (in uscita); “‘Tutto il popolo sotto la bandiera della democrazia’. Il Partito comunista italiano e la costruzione discorsiva del popolo (1943-1945)”, Storica (2017); “Compagni, cittadini, fratelli, partigiani… Appelli e categorie identitarie del Partito comunista italiano”, Quaderni di Farestoria (2017); “Storia, storiografia, manifesto: alcune considerazioni in merito a una sintesi difficile”, Studi storici (2016). La curatela internazionale: Words of Power, the Power of Words. The Twentieth-Century Communist Discourse in an International Perspective (Trieste: EUT, 2019). È in corso di pubblicazione una monografia elaborata dalla tesi dottorale.