SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Valerio DE CESARIS

foto di Valerio DE CESARIS

Università per Stranieri di Perugia

BIOGRAFIA

Valerio De Cesaris è professore associato di Storia contemporanea (M-STO/04) all’Università per Stranieri di Perugia.

Nella sua attività di ricerca, si è occupato inizialmente di storia del giornalismo cattolico. Ha dedicato la sua prima monografia alla figura di Enrico Zuppi, direttore de “L’Osservatore romano della domenica” e artefice di un tentativo di modernizzazione della stampa vaticana nel secondo Novecento. Nello stesso ambito di ricerche ha studiato alcune figure dell’antifascismo cattolico.

Si è poi occupato di filogiudaismo cattolico in Italia, con particolare attenzione all’Ottocento. Il tema è stato approfondito nel corso del dottorato di ricerca, che ha avuto come esito la monografia del 2006 dal titolo Pro Judaeis. Il filogiudaismo cattolico in Italia (1789-1938). L’analisi di queste correnti, legate soprattutto al cattolicesimo liberale, da Rosmini a Bonomelli, ha messo a fuoco un aspetto inedito delle tendenze, minoritarie ma culturalmente rilevanti, che cercavano la conciliazione tra Chiesa e Stato liberale.

Successivamente, ha iniziato una vasta ricerca sull’atteggiamento cattolico verso gli ebrei. Ha studiato anzitutto l’atteggiamento della Chiesa sulla questione razziale e le leggi del 1938, ricostruendo la posizione di Pio XI e i tentativi vaticani di mediare con Mussolini. Esito di questa ricerca – estesa, oltre che agli archivi vaticani, agli archivi diplomatici italiani e ad altre fonti ecclesiastiche e private –, è stata la monografia Vaticano, fascismo e questione razziale (2010).

Questo filone di studi l’ha portato a indagare anche la “religiosità” fascista e i motivi, contemporaneamente, di affinità e incompatibilità che, pur in un quadro di sostanziale appoggio della Chiesa cattolica al regime, complicavano i rapporti tra cattolicesimo e fascismo, sino alla minaccia di una rottura negli ultimi mesi del pontificato di Pio XI. Esito di questa indagine è soprattutto il saggio The Catholic Church and Italian Fascism at Breaking Point. A Cultural Perspective, del 2013.

Attraverso questa attività di ricerca e di confronto internazionale, De Cesaris ha progressivamente messo a fuoco il tema dell’antigiudaismo cattolico come specifico oggetto di indagine. Gli studi sull’atteggiamento cattolico verso gli ebrei – espressivo di una più ampia questione di rapporti tra Chiesa e modernità – hanno generalmente affrontato questo tema in rapporto a quello dell’antisemitismo, sottolineando il contributo di tale antigiudaismo all’antisemitismo novecentesco e in particolare a quello fascista e nazista. Ciò rappresenta però solo un aspetto, seppure molto rilevante, della questione. L’antigiudaismo cattolico – o, a essere più precisi, il complessivo atteggiamento cattolico verso gli ebrei in cui s’intrecciano antigiudaismo e filogiudaismo, con una forte prevalenza del primo – non solo ha radici più antiche dell’antisemitismo moderno ma non si è neanche esaurito in quest’ultimo. Particolare rilevanza ha avuto in questo senso l’influsso dell’antisemitismo sull’antigiudaismo e la reazione che all’interno del secondo è progressivamente maturata nei confronti del primo. Si tratta di un capitolo non irrilevante anche sotto il profilo della revisione della teologia cattolica verso gli ebrei, di cui il Vaticano II ha costituito una tappa importante e di cui si sono maturati sviluppi successivi, evidenziati con grande interesse anche dal pensiero ebraico contemporaneo. Tale interpretazione emerge dall’ultimo lavoro di De Cesaris, Spiritualmente semiti. La risposta cattolica all’antisemitismo, (2017), che sviluppa un’analisi di lungo periodo, focalizzata principalmente su Otto e Novecento, ricostruendo i passaggi attraverso i quali la Chiesa cattolica ha maturato un ripensamento complessivo del suo atteggiamento verso gli ebrei.

Un filone di ricerca che De Cesaris ha percorso negli ultimi anni riguarda la storia dell’immigrazione in Italia. Studiando il triennio 1989-1991, che definisce della “scoperta dell’immigrazione” da parte degli italiani, De Cesaris ha ricostruito la vicenda degli arrivi degli albanesi sulle coste pugliesi negli anni 1990-1991, con il libro Il grande sbarco. L’Italia e la scoperta dell’immigrazione (2018). Ha inoltre curato, insieme a E. Diodato, il volume Il confine mediterraneo. L’Europa di fronte agli sbarchi dei migranti (2018).

All’Università per Stranieri di Perugia, De Cesaris ha avuto numerosi incarichi riguardanti il coordinamento sia della didattica sia della ricerca. Si è occupato per diversi anni di valutazione e assicurazione della qualità, come delegato alla Ricerca e responsabile del Presidio della Qualità. È stato membro del Senato Accademico e ha partecipato alla strutturazione del Dottorato di ricerca, del quale è membro del collegio  dei docenti. In qualità di delegato alla Ricerca dell’Università per Stranieri di Perugia, è stato membro della Commissione Ricerca della Crui negli anni 2013-2016.

Incarichi e membership attuali:


  • Membro del collegio dei docenti del Corso di Dottorato in Scienze letterarie, librarie, linguistiche e della comunicazione internazionale (Università per Stranieri di Perugia)

  • Membro del Comitato Scientifico della Perugia Stranieri University Press

  • Direttore della collana ‘Storia e globalizzazione’ della Perugia Stranieri University Press

  • Membro della World History Academy

  • Socio della Sissco (Società italiana per lo studio della storia contemporanea)


Incarichi passati:

  • 2011-Sett.2015: Segretario della Sissco

  • Membro della Commissione per la valutazione della qualità della ricerca, Università per Stranieri di Perugia, a.a. 2012/2013, 2013/2014, 2014/2015, 2015/2016

  • 2013-Lug.2014: Membro del Senato Accademico dell’Università per Stranieri di Perugia, in qualità di rappresentante eletto dei ricercatori

  • 2011-Apr.2016: Delegato alla Ricerca dell’Università per Stranieri di Perugia

  • 2013-Apr.2016: Membro del Presidio della Qualità dell’Università per Stranieri di Perugia

  • 2014-Apr.2016: Responsabile del Presidio della Qualità dell’Università per Stranieri di Perugia

  • 2013-Apr.2016: Membro della Commissione Ricerca della CRUI


Attività didattica:

Dall’a.a. 2007/2008 a oggi ha svolto annualmente un corso di Storia contemporanea (9 CFU, laurea triennale) e uno di Storia contemporanea delle Americhe (6 CFU, laurea magistrale) presso l’Università per Stranieri di Perugia. Dall’a.a. 2016/2017 svolge un corso di Storia delle religioni (6 CFU, laurea triennale) all’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria, come docente a contratto.

Ha tenuto seminari sulla storia italiana presso Universidad de Oviedo, Spagna (aprile 2014), Université de Lorraine, Francia (marzo 2015), Universidad Autónoma de Zacatecas, Messico (novembre 2015).

Partecipazione a progetti di ricerca:

Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca tra cui il Prin 2006 “Chiesa cattolica, religioni e civiltà nel Novecento” (SSD: M-STO/04, coordinatore nazionale prof. Agostino Giovagnoli) e il Prin 2008 “Religioni, modernizzazione e culture nella storia contemporanea” (SSD: M-STO/04, coordinatore nazionale prof. Agostino Giovagnoli).

PUBBLICAZIONI

Libri:


  • Il grande sbarco. L’Italia e la scoperta dell’immigrazione, Guerini e Associati, Milano 2018

  • Spiritualmente semiti. La risposta cattolica all’antisemitismo, Guerini e Associati, Milano 2017

  • Vaticano, fascismo e questione razziale, Guerini e Associati, Milano 2010

  • Pro Judaeis. Il filogiudaismo cattolico in Italia (1789-1938), Guerini e Associati, Milano 2006

  • Enrico Zuppi e «L’Osservatore della Domenica», Presentazione di Giancarlo Zizola, Introduzione di Andrea Riccardi, Studium, Roma 2002


Contributi in rivista:

  • Cultura di guerra e razzismo nella crisi europea 1914-1945, in «Ciencia Nueva. Revista de Historia y Política», vol. I, n. 2 (2017)

  • Storia e memoria delle leggi razziali in Italia, inBribes de mémoire, textes réunis et présentés par Pérette-Cécile Buffaria,Cahiers de l'Hôtel de Galliffet, Paris 2015, pp. 75-87

  • Pius XI., die Kurie und die Antisemitische Wende des Faschismus, in «Römischen Quartalschrift» 109 (2014), Doppelheft 1-2, pp. 103-118

  • The Catholic Church and Italian Fascism at Breaking Point. A Cultural Perspective, in «Telos», n.164 (Fall 2013), pp. 117-149

  • The Vatican, Racism and Anti-Semitism between Pius XI and Pius XII, in «Telos», n.164 (Fall 2013), pp. 151-169

  • L’Église de Pie XI et l’antisémitisme fasciste, in «Revue d’Histoire Ecclésiastique», n. 106/3-4 (2011), pp. 521-545

  • Le reazioni della Chiesa cattolica all’antisemitismo fascista, in «Annali della Fondazione Ugo La Malfa», n. XXVI (2011), pp. 151-162

  • A settant’anni dalle leggi razziali. Storia, storiografia, memoria, in «Studium», n. 5/2008, pp. 745-754

  • «Nessuna rinuncia sui temi della laicità dello Stato»: la polemica tra La Malfa e Alessandrini nel 1968, in «Annali della Fondazione Ugo La Malfa», vol. XX (2005), pp. 29-37

  • Stampa vaticana e antitotalitarismo. L’attività di Federico Alessandrini dal fascismo al dopoguerra, in «Italia contemporanea», n. 236, settembre 2004, pp. 437-443

  • Mario Baldelli, antifascista cattolico, in «Italia contemporanea», n. 234, marzo 2004, pp. 143-150

  • Alcune considerazioni sul filogiudaismo cattolico dell’Ottocento, in «Humanitas», n. 59 (1/2004), pp. 158-173


Contributi in volume:

  • L’invasione immaginata. L’Italia e l’immigrazione via mare, in V. De Cesaris, E. Diodato (a cura di), Il confine mediterraneo. L’Europa di fronte agli sbarchi dei migranti, Carocci, Roma 2018, pp. 15-31.

  • Introduction, in V. De Cesaris (ed.), One Way Trip. Essays on Mediterranean Migration, Perugia Stranieri University Press, Perugia 2016


-       Storia e memoria delle leggi razziali in Italia, in Bribes de mémoire, textes réunis et présentés par Pérette-Cécile Buffaria, Cahiers de l'Hôtel de Galliffet, Paris 2015, pp. 75-87

  • I cattolici, gli ebrei e l’«ebreo». Note su antigiudaismo e filogiudaismo in Italia, in M. Beer e A. Foa (a cura di), Ebrei, minoranze e Risorgimento. Storia, cultura, letteratura, Viella, Roma 2013, pp. 163-176

  • La Chiesa cattolica e il fascismo tra convergenze e scontro, in S. Picciaredda (a cura di), Il sogno europeo tra storia e futuro, Claudio Grenzi Editore, Foggia 2012, pp. 73-92

  • Nota bibliograficain V. Giuntella, Il nazismo e i lager, Studium, Roma 20082, pp. 321-336


Curatele:

  • [con E. Diodato] Il confine mediterraneo. L’Europa di fronte agli sbarchi dei migranti, Carocci, Roma 2018

  • One Way Trip. Essays on Mediterranean Migration, Perugia Stranieri University Press, Perugia 2016

  • [con G. Lazzaro] E. Zuppi,“Hai riempito gli abissi del mio cuore”. Lettere a Carla. Carteggi con Giovanni Battista Montini, Raimondo Manzini, Giuseppe Prezzolini, don Giovanni Rossi, Giancarlo Zizola, Studium, Roma 2010

  • Carlo Carretto nella Chiesa del Novecento, Cittadella, Assisi 2009