SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Daria DE DONNO

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'uomo Università del Salento

BIOGRAFIA

Ricercatore confermato di Storia contemporanea.

Nel 2003 consegue il titolo di Dottore di ricerca in Il Mezzogiorno tra Europa e Mediterraneo: Territorio, Istituzioni e Civiltà dal Medioevo all'Età Contemporanea (XV ciclo), presso il Dipartimento di Studi Storici dal Medioevo all’Età Contemporanea dell’Università del Salento (già di Lecce).
Nel 2002 partecipa, con borsa di studio messa a concorso dall'Istituto Centrale di Storia del Risorgimento, al LXI Congresso internazionale di Storia del Risorgimento (Torino, 9-13 ottobre 2002) sul tema Nazioni, nazionalità, stati nazionali nell'Ottocento europeo.
Nel 2002 partecipa al Seminario intensivo europeo sul tema Villes symboles et symboles d'urbanité (Parigi, Università di Parigi 13-Saint Denis, 27 marzo -2 aprile 2002), con un contributo dal titolo Lecce barocca: l'immagine della città attraverso le impressioni dei viaggiatori stranieri nei secoli XVIII-XX. Nel 2003 partecipa al Seminario intensivo europeo sul tema La ville et ses représentations -Cities and their representations (Barcellona, Università di Pompeu Fabra, 2-12 aprile 2003), con un contributo dal titolo Villes, lieux et politique. Communication et construction du consensus électoral dans la ville de Lecce durant les cinquante dernières années.
Nel 2004 svolge attività di ricerca presso il Departamento de História moderna e de História das Ideiais dell'Università di Coimbra (tutor Prof. Joaquim Ramos de Carvalho), con borsa di mobilità Socrates/Erasmus nell'ambito del “Bilateral Agreement for the academic years 2004-2006”.
Dal 2004 al 2007 è titolare di Assegno di ricerca in Storia Contemporanea presso il Dipartimento di Studi Storici dal Medioevo all'Età Contemporanea dell'Università del Salento.
Nel 2005 consegue il titolo in “Mediatori e-learning”: esperti della formazione a distanza, Corso di perfezionamento attivato presso l'Università del Salento (già di Lecce) –Progetto SOFT.
Nel 2006 risulta vincitrice nell'ambito del Concorso bandito dal Consiglio Nazionale della Ricerca (CNR) "Promozione ricerca 2005: L'identità come fattore di integrazione" per la monografia Memorie familiari e storie di comunità. Il «Libro di casa» dei Pellegrino di Melpignano (secc. XVIII-XIX).
Nel 2011 vince il "Premio speciale della Giuria", nell'ambito del Concorso nazionale "Premio di Studio "Conversano – Maria Marangelli", XXII edizione (2009-2010) sul tema Cultura e società nella Puglia di ieri e di oggi, per la Sezione A - Opere monografiche con il libro Notabilato e carriere politiche tra Otto e Novecento. Un esempio di ascesa (Giuseppe Pellegrino, 1856-1931) (Congedo ed., 2010). Il volume è stato anche selezionato tra le prime cinque opere edite ritenute “più significative” nell'ambito del “Premio Ettore Gallo” VII edizione.

Progetti di ricerca
PRIN 2002-2004: Storia e misura: indicatori sociali ed economici nella storia del Mezzogiorno d’Italia (secc. XVIII-XX).
PRIN 2004-2006: Decifrare l'insediamento: costruzione, classificazione e rappresentazione dei centri abitati nel Mezzogiorno continentale e insulare (secc. XV-XX).
2003-2009: progetto internazionale ed interdisciplinare sTOria (Storia di Terra d'Otranto: risorse, istituzioni, ambiente), per la costruzione di una banca dati storico-geografica per i secc. XIX-XX e la realizzazione di un modulo di cartografia dinamica.
2007-2009: collaborazione al progetto nazionale 1927-2007. L'amministrazione della provincia di Brindisi, mostra storico-documentaria (responsabile scientifico Carmelo Pasimeni, Università del Salento).
2007-2010: collaborazione al progetto delle mostre storico-documentarie itineranti: Per amore – per professione – per diletto. La scrittura delle donne nel Salento (secc. XVI-XX); Tra le righe, oltre il segno. Donne e scritture nel Salento (secc. XV-XX); Scuola di emancipazione. Professioniste salentine tra Otto e Novecento (responsabile scientifica e coordinatrice Rosanna Basso, Università del Salento).
2008-2011: progetto internazionale Notabili e storia d'Italia. Caratteri e geografia del notabilato italiano (1861-1922). Responsabili scientifici: Renato Camurri (Università di Verona); Luigi Musella (Università di Napoli "Federico II"); Jean Louis Briquet (Centre d'études et de recherches internationales – Parigi).
2009-2010: Progetto FixO Azione 3-2009- sul tema Esperto nella comunicazione di saperi storici, con incarico di Tutor d'aula.
2009-2011: Collaborazione al progetto editoriale Oltre il segno. Donne e scritture nel Salento (secc. XV-XXI) (a cura di Rosanna Basso, Università del Salento).
2012-2013: progetto 5 per mille per la ricerca 2012 - Università del Salento – sul tema Per un Dizionario biografico degli imprenditori meridionali: il caso Salento (secc. XIX-XXI).
2012-2015: progetto internazionale La “prassi” del neutralismo italiano (luglio 1914-maggio 1915). Responsabile scientifico: Fulvio Cammarano (Università di Bologna).

2015-2016: progetto Giovani ricercatori dell’Università del Salento sul tema Le “fonti grigie” per la storia d’Italia del secondo ’900 (responsabile Michele Romano, Università del Salento).

Dal 2015: Progetto Puglia 14-18, presentato nell'ambito del Bando per le commemorazioni del centenario della Prima Guerra mondiale, promosso dalla Fondazione Gramsci di Puglia, in collaborazione con Archivio centrale dello stato di Tirana; Istituto di Studi albanesi dell'Università di Tirana; Dipartimento di Filosofia, Letteratura, Storia e Scienze sociali dell'Università di Bari “Aldo Moro”; Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'uomo dell'Università del Salento; Biblioteca provinciale di Foggia “La Magna Capitana”; Istituto pugliese per la stpria dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea (Ipsaic); Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia; Comune di Bar (Montenegro).

PUBBLICAZIONI

“Una rivolta per la pace”. Mobilitazione e partecipazione in provincia di Bari (1915-1918), in La Grande Guerra in provincia. Comunità locali e fronte interno: fonti e studi su società e conflitto, a cura di Giacomo Zanibelli, Siena, Nuova Immagine Editrice 2016, pp. 274-281 (in corso di stampa);

Una “triste e solenne” terra di galantuomini. Per un profilo del notabilato in Basilicata in età liberale, in «Itinerari di ricerca storica», ns, a. XXIX, 2, 2015, pp. 11-40;

Bari, in F. Cammarano (a cura di), Abbasso la guerra! Neutralisti in piazza alla vigilia della prima guerra mondiale in Italia, Firenze, Le Monnier, 2015, pp. 555-564;

“Contro la guerra e la fame”. Il non interventismo dei giovani socialisti in provincia di Bari, in “Scienze e Ricerche”, n. 14, 2015, pp. 41-46;

Sport, teatro, arte, cultura per promuovere e “comunicare” la città. Le feste di fine Ottocento a Lecce, in A. Buccaro, C. de Seta (a cura di), Città mediterranee in trasformazione. Identità e immagine del paesaggio urbano tra Sette e Novecento, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiana, 2014, pp. 217-224;

Con l’Italia nel cuore. L’esperienza di un patriota mazziniano (Nicola Valletta, 1829-1915), in M.M. Rizzo (a cura di), “L'Italia è”. Mezzogiorno, Risorgimento e post-Risorgimento, Roma, Viella, 2013, pp. 101-115;

Saper soffrire, saper amare saper piacere”. Maddalena Santoro (1884-1944), in R. Basso (a cura di), Oltre il segno. Donne e scritture nel Salento (secc. XV-XX), Lecce, Lupo, 2012, pp. 230-241;

Arte e formazione per "avvicinare la scuola alla vita". Il ruolo di Giuseppe Pellegrino, in S. Luperto (a cura di). Museo Giuseppe Pellegrino. Opere dalla Regia Scuola Artistica Industriale all'Istituto Statale d'Arte Lecce (1916-2010), Lecce, Grifo, 2012, pp. 25-28.

Notabilato e carriere politiche tra Otto e Novecento. Un esempio di ascesa (Giuseppe Pellegrino, 1856-1931), Lecce, Pubblicazione del Dipartimento di Studi Storici dal Medioevo all'Età contemporanea, Congedo, 2010.

Intellettuali e fascismo. Un percorso al femminile: Maddalena Santoro (1884-1944), in «Ricerche Storiche», A. XL, n. 2 (maggio-agosto), 2010; p. 349-372.

Una collezione digitale sul Salento femminile, in «Ricerche Storiche», in «Ricerche Storiche», A. XXXIX, n. 2-3 (maggio-dicembre), 2009, pp. 583-585.

Gli appuntamenti elettorali: liste, voti, composizione dei Consigli e delle Giunte provinciali (1951-2004), in C. Pasimeni (a cura di), 1927-2007. L'amministrazione della Provincia di Brindisi, Oria (Br), Italgrafica, 2009, pp. 350-366 (coautrice con Valerio Vetta).

Strategie del consenso tra Otto e Novecento. La travagliata ascesa di un notabile meridionale, in «Itinerari di Ricerca Storica», n. XX-XXI (2006-2007), 2008, pp. 729-753.

Agesilao Flora: «pittore di stanze» «spirito ribelle» «socialista d'azione», in R. Caforio, M. Guiastella (a cura di), '900 salentino da scoprire. A. Flora Tra Cultura artistica e impegno politico, Latiano (Br), Locorotondo Edizioni, 2008, pp. 29-37.

Luoghi e spazi nelle strategie elettorali del secondo Novecento. Dalla circoscrizione ionico-salentina ai collegi uninominali (1948-2001), in R. De Lorenzo (a cura di), Storia e misura. Indicatori sociali ed economici nel Mezzogiorno (secoli XVIII-XX), Milano, Franco Angeli, 2007, pp. 492-529. (Coautrice con M.M. Rizzo).

Memorie familiari e storie di comunità. Il “Libro di casa” dei Pellegrino di Melpignano (secc. XVIII-XIX), Pubblicazione del Dipartimento di Studi Storici dal Medioevo all'Età contemporanea, Congedo, 2006.




Ultima modifica: 05/03/2015 12:33:23