SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Antonio Ferrara

BIOGRAFIA

ANTONIO FERRARA (Pagani, 1980) è attualmente funzionario tecnico valutatore presso l’Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema Universitario e della Ricera (ANVUR). Si è laureato in scienze politiche presso l’Università di Napoli “Federico II” nel 2003, per poi conseguire presso la stessa università il dottorato di ricerca in Scienza Politica e Istituzioni Europee nel 2007. E’ stato Boursier de la ville de Paris presso il Centre d’étude des mondes russe, caucasien et centro-européen (CERCEC), Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (2008-9), Junior Visiting Fellow presso l‘Institut für die Wissenschaften vom Menschen (IWM), Vienna (2010), assegnista di ricerca presso il Polo delle Scienze Umane e Sociali, università degli studi di Napoli “Federico II” (2011). Si è occupato di storia delle migrazioni forzate e delle violenze di massa nel XX secolo europeo in una prospettiva transnazionale e comparativa/ANTONIO FERRARA (Pagani, 1980) currently works for Italy’s National Agency for the Evaluation of Universities and Research Institutes. He holds a PhD from the University of Naples “Federico II” and was Boursier de la ville de Paris at the Centre d’étude des mondes russe, caucasien et centro-européen (CERCEC), Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (2008-09), Junior Visiting Fellow at the Institut für die Wissenschaften vom Menschen (IWM), Wien (2010), (2011). He specializes in the comparative history of forced migrations and mass violence in XX century Europe.

PUBBLICAZIONI


  1. The Dark Side of Connectedness: Forced Migrations and Mass Violence between the Late Tsarist and Ottoman Empires (1853-1920) (con Niccolò Pianciola), di prossima pubblicazione in «Historical Research»

  2. Lo sterminio degli armeni ottomani, cento anni dopo in «Contemporanea. Rivista di storia dell’800 e ‘900», vol. 19, n. 1/2016, pp. 147-164 (doi: 10.1409/82508)

  3. Beyond genocide and ethnic cleansing: demographic surgery as a new way to understand mass violence in « Journal of Genocide Research », vol. 17, n. 1/2015, pp. 1-20, (doi: 10.1080/14623528.2015.991204)

  4. L’età delle migrazioni forzate: esodi e deportazioni in Europa, 1853-1953 (con Niccolò Pianciola), Il Mulino 2012

  5. L’esodo istriano in un contesto europeo in Enrico Miletto (a c. di), Senza più tornare. L’esodo istriano, fiumano, dalmata e gli esodi nell’Europa del Novecento, Edizioni SEB27 2012, pp. 178-199

  6. Eugene Kulischer, Joseph Schechtman and the historiography of European forced migrations, in «Journal of Contemporary History», vol. 46, n. 4/2011, pp. 715-740 (doi: 10.1177/0022009411413403)

  7. Due libri sulla Shoah in Ucraina, in «Studi Slavistici», vol. V/2008, pp. 213-223 (online all’indirizzo http://ejour-fup.unifi.it/index.php/ss/article/viewFile/2700/2442)

  8. «La nostra deportazione rappresentò la nostra salvezza»: il displacement degli ebrei dell’Occidente sovietico, 1939-1949 in Guido Crainz-Raoul Pupo-Silvia Salvatici (a c. di), Naufraghi della pace. Il 1945, i profughi e le memorie divise d’Europa, Donzelli 2008, pp. 127-142