SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Gianluca FULVETTI

BIOGRAFIA

Laurea in Storia Contemporanea, Università di Pisa 4 dicembre 1998, (110/110 e lode), tesi “La vicenda dei frati di Mazzarino. La Chiesa di fronte alla mafia tra incomprensioni, silenzi e collusioni”.

Borsa di studio presso la Fondazione per le Scienze religiose (Bologna), per la sistemazione archivistica del fondo “Cronache Sociali” (novembre 1999-aprile 2000).

Dottorato di ricerca in “Storia Moderna e Contemporanea”, Università di Pisa (2000-2004), tesi “Parentele criminali. Nascita, espansione e interrelazioni tra le associazioni mafiose in Italia e negli Stati Uniti, 1860-1950”.

Visiting Scholar presso Columbia University of New York (2001).

Progetto di ricerca di Interesse Nazionale (ex-40%), “Per un atlante delle stragi naziste in Italia”, finanziato dal Murst (1999-2001).

Progetto Europeo sui “Percorsi della Memoria”, a cura dell’Istituto dei beni Culturali dell’Emilia Romagna (2001-2003).

Progetto di ricerca sulla “Storia dell’antifascismo ad Empoli: da opposizione politica a cultura di governo, 1920-1950”, promosso dalla locale amministrazione comunale (2002-2007).

Implementazione del sito della Regione Toscana dedicato alle stragi naziste (2003-2004).

Consulente tecnico della Procura Militare della Repubblica presso il Tribunale Militare di La Spezia (2004).

Partecipazione, tra gli altri, ai convegni e seminari:
“Guerra ai civili. Stragi, violenza e crimini in Italia e in Europa durante la seconda guerra mondiale: i fatti, le memorie, i processi”, Bologna-Marzabotto, 19-22 giugno 2002
“1992 – 2002. Mafia e antimafia. In memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. In occasione del decennale della loro scomparsa” (Pisa, 2002);
“Organised Crime in Europe: Manifestations and Policies in the European Union and Beyond” (27 febbraio-1 marzo 2003), Max Planck Institute di Freiburg (Germany).
La cicatrice della memoria: guerra e violenza nel ricordo e nella vita quotidiana” (Università di Cassino, 2004),
“I rossi e i neri. Pisa, la Toscana e l’Italia dal fascismo alla repubblica. Nuovi contribuiti e nuove domande” (Pisa, 2004);
“La guerra ai civili nell’Italia Centrale”, organizzato dall’Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea (ISUC, Perugia 2008)
“La ricostruzione giudiziale dei crimini nazifascista in Italia”, 7 dicembre 2012, Università di Roma Tre, Facoltà di Giurisprudenza
“1943. Alle origini di un nuovo inizio”, Bologna, 29-30 novembre 2013 (Istituto Parri Emilia Romagna)

Progetto di ricerca promosso dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Lucca e da quella di Massa-Carrara su “Guerra totale e Resistenza sulla Linea Gotica occidentale” (2004-2006).

Progetto di ricerca sulle origini del movimento operaio e della Camera del Lavoro di Lucca (2005-2007).

Cultore della materia in Storia Contemporanea presso il Dipartimento di Storia dell’Università di Pisa e tutore e relatore per tesi (2005-2010)

Ricercatore in formazione presso il Dipartimento di Storia dell’Università di Pisa (2007-2010). .

Perito nella Commissione Storica per la Beatificazione del vescovo di Lucca mons. Enrico Bartoletti, 1916-76 (2007-a oggi).

Progetto su “Il clero della provincia di Pisa durante il biennio dell’occupazione nazista” (2008-2009), finanziato dalla Amministrazione provinciale di Pisa

Co-Titolare del corso di “Storia della chiesa locale” presso l’Istituto teologico “Nicolò Stenone” di Pisa (a.a. 2009-2010 e 2011-2012).

Direttore Scientifico del progetto “Sentieri di pace. Percorsi legati al Parco Nazionale per la Pace di Sant’Anna di Stazzema”, finanziato dalla Regione Toscana e dall’Unione Comuni Alta Versilia e volto al potenziamento del sistema museale del Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema (2011-2013).

Direttore dell’Istituto storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Provincia di Lucca (2011- a oggi); coordinatore del Comitato Scientifico e responsabile della sua rivista “Documenti e Studi” (2011-2013).

Direttore della Collana “Storie e Comunità” presso la casa editrice Maria Pacini Fazzi.

Membro del Comitato Scientifico del progetto “Atlante delle stragi naziste in Italia”, promosso da Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e dall’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (Insmli), e finanziato dal Governo della Repubblica Federale di Germania (2013-2015).

Membro del Collegio di Dottorato del Dottorato in “Storia, Orientalistica e Storia delle Arti” (Università di Pisa).

Progettazione, coordinamento e realizzazione corsi formazione e percorsi didattici sulla storia e la memoria del Novecento, per i comuni di San Giuliano Terme (Pi), Cascina (Pi), Empoli, ecc., e per diversi istituti scolastici toscani (2005- a oggi).

Lezioni nelle scuole Medie Inferiori e Superiori, Conferenze Pubbliche, Commemorazioni sui temi della criminalità organizzata, della storia della resistenza e dei conflitti mondiali, ecc.. Ho organizzato e partecipato a seminari e presentazioni di volumi sui temi della storia dei conflitti, dei crimini di guerra, tra i quali: “La Chiesa di fronte all’estremo: don Aldo Mei, la chiesa di Lucca e oltre”, Lucca, 23-14 novembre 2012; “Una giustizia possibile? Crimini di guerra tra storia, memoria, diritto e politica”, Lucca, 10 dicembre 2012; “Donne e Resistenza. In ricordo di Didala Ghilarducci”, Lucca, 3 maggio 2013.

Discreta conoscenza della lingua inglese, parlata e scritta.

PUBBLICAZIONI

Principali pubblicazioni:

Una comunità in guerra. La Certosa di Farneta tra resistenza civile e violenza nazista, Napoli, l’Ancora del Mediterraneo, 2006.
(con Paolo Pezzino), Empoli antifascista. I fatti del 1 marzo 1921, la clandestinità e la Resistenza, Pisa, Pacini, 2007 (ho scritto le pp. 129-245).
Uccidere i civili. Stragi naziste in Toscana, 1943-1945, Roma, Carocci, 2009 (menzionato dalla giuria del premio “Ettore Gallo”, bando 2009).

Gianluca Fulvetti (con Francesca Pelini), La politica del massacro. Per un atlante delle stragi naziste in Toscana, Napoli, l’Ancora del Mediterraneo, 2006.
Con Stefano Sodi (a cura di), Abbiamo fatto quello che dovevamo. Vescovi e clero nella provincia di Pisa durante la Seconda guerra mondiale, Pisa, ETS, 2009.
Italia tricolore 150 anni, numero monografico di “Documenti e Studi”, rivista dell’Istituto storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in provincia di Lucca, Lucca, S. Marco Litotipo, 2011.

Tra silenzio e collusione. La chiesa di Sicilia e la mafia, 1860-1970, in «Novecento», n. 5, luglio-dicembre 2001, pp. 141-66.
The Mafia and the “Problem of the Mafia”: Organised Crime in Italy, 1820-1970, in Cyrille Fijnaut and Letizia Paoli (edited by), Organised Crime in Europe. Concepts, Patterns and Control Policies in the European Union and Beyond, Springer, Dordrecht (NL) and Norwell, Ma (USA), 2004, pp. 47-75.
Le guerre ai civili in Toscana, in Fulvetti e F. Pelini (a cura di), La politica del massacro. Per un atlante delle stragi naziste in Toscana, Napoli, l’Ancora del Mediterraneo, 2006, pp. 9-85.
Don Libero Raglianti tra resistenza civile e testimonianza cristiana, in Fulvetti, S. Sodi (a cura di), Abbiamo fatto quello che dovevamo cit., pp. 263-313.

con Paolo Pezzino (a cura di), Il crimine Organizzato, «Passato e Presente», maggio-agosto 2002, pp. 167-90.
Note sulla conflittualità operaia a Lucca all’inizio del Novecento. Le carte del fondo Prefettura dell’Archivio di Stato. 1900-1912, in La nascita della Camera del Lavoro di Lucca, Cgil Lucca, Lucca 2007.
Coautore del video Una memoria tenace. L’antifascismo a Empoli, 1919 –. 1948 (Empoli, 2004).
Supervisione scientifica e partecipazione al documentario “La strage della Certosa di Farneta”, con la regia di Vera Paggi, Milano, Rainews24, 2008.
Supervisione scientifica e partecipazione al documentario “Terror in Tuscany: Secret Atrocities of WWII”, prodotto da Mondomedia, trasmesso su Cnn-International il 13 agosto 2011.