SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Anna ROSSI DORIA

BIOGRAFIA

Laurea in Lettere, Università di Roma, 1962; borse di studio del Ministero della Pubblica Istruzione e della Fondazione Einaudi, 1963-1965; della Fondazione Fulbright, 1986. Insegnante di ruolo nella scuola media superiore, 1966-1972 e 1982-83; comandata presso l'Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza, 1973-1981; professore a contratto di Storia delle donne presso le Università di Bologna, Modena, Napoli e della Calabria, 1983-1991; professore associato di Storia contemporanea presso la Facoltà di Economia della Università della Calabria, 1992-1998. Dall'anno accademico 1998-99 C. professore associato di Storia delle donne presso la Facoltà di Lettere della Università di Bologna. Fa attualmente parte della direzione della rivista 'Tassato e presente", del Comitato direttivo dell'Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza e del Comitato direttivo della Società Italiana delle Storiche. Si è dapprima occupata del conservatori italiani nell'ultimo ventennio dell'Ottocento, poi del movimento contadino meridionale nel secondo dopoguerra, nel suo intreccio con i decreti Gullo; successivamente della storia della cittadinanza femminile, e in particolare del rapporto tra le idee di uguaglianza e differenza, in momenti diversi della Storia dell'Ottocento (il suffragismo anglosassone, il dibattito inglese sulle leggi di protezione del lavoro) e del Novecento (l'avvento del voto alle donne in Italia). Ha recentemente avviato ricerche sulla storia dell'antisemitismo e sulla storia della memoria della deportazione e della shoah.

PUBBLICAZIONI

Per una storia del decentramento conservatore: Antonio di Rudinì e le riforme amministrative, "Quaderni storici", n.18, settembre-dicembre 1971. Ricostruzione, in N. Tranfaglia, a c. di, Il mondo contemporaneo, Storia d'Italia, vol. 1, tomo 3, Firenze, La Nuova Italia, 1979. La storiografia marxista sul movimento contadino dal 1945 al 1956, "Quaderni dell'Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza', n. 4, 1981. II ministro e i contadini. Decreti Gullo e lotte nel Mezzogiorno (1944-1949), Roma, Bulzoni, 1983. Nuova destra e movimento delle donne, "Notiziario dell'Istituto storico della Resistenza in Cuneo", n. 23, giugno 1983 (ripubblicato in "Memoria. Rivista di storia delle donne", n. 11 - 12, 1984). Didattica e ricerca nella storia delle donne: per un avvio di discussione, " Memoria. Rivista di storia delle donne", n.9, 1983. Uguali o diverse? La legislazione vittoriana sul lavoro delle donne, "Rivista di storia contemporanea", 1985, fasc. 1. La libertà delle donne. Voci della tradizione politica suffragista, Torino, Rosenberg e Sellier, 1990. Storia e storia delle donne, in G. De Luna, a c. di, Insegnare gli ultimi 50 anni. Riflessioni su identità e metodi della storia contemporanea, Firenze, La Nuova Italia, 1992. Rappresentare un corpo. Individualità e "anima collettiva " nelle lotte per il suffragio, in G. Bonacchi e A. Groppi, a c. di, Il dilemma della cittadinanza. Diritti e doveri delle donne, Roma-Bari, Laterza, 1993. Il primo femminismo (1791-1834), Milano, Unicopli, 1993. II difficile uso della memoria ebraica: la shoah, "Rivista di storia contemporanea", 1993, n. 4 (poi in N. Gallerano, a c. di, L'uso pubblico della storia, Milano, Franco Angeli, 1995). Le donne sulla scena politica, in Storia dell'Italia repubblicana, vol. I, La costruzione della democrazia, Torino, Einaudi, 1994. Egalité des droits et différence de genre dans la pensée politique suffragiste, in H.U.Jost, M.Pavillon, F.Valloton, a c. di, La politique des droits. Citoyenneté et construction des genres aux 19e et 20e siècles, Paris, Editions Kimé, 1994. Diventare cittadine. Il voto alle donne in Italia, Firenze, Giunti 1996. "Antisemitismo democratico" e "mito del bravo italiano": alcuni esempi storici dell'intreccio fra due pregiudizi, "Rassegna italiana di sociologia", MVII, 2, giugno 1996. La riflessione di Nicola Gallerano sull'uso pubblico della storia, "Passato e presente", n. 39, settembre-dicembre 1996. Memoria e storia: il caso deportazione, Soveria Mannelli, Rubbettino, 1998. Postfazione, a N. Revelli, L'anello forte. La donna: storie di vita contadina, Torino, Einaudi, 1998. Antisemitismo e antifemminismo nella cultura positivistica, in A. Burgio, a c. di, Nel nome della razza. Il razzismo nella storia d'Italia 1870-1945, Bologna, il Mulino, 1999.