SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Francesco SCOMAZZON

BIOGRAFIA

Francesco Scomazzon (1976) si è laureato in storia presso l’Università degli Studi di Milano, dove poi ha svolto un dottorato di ricerca in storia contemporanea. Tra il 2003 e il 2007 è stato borsista del Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica, e fino al 2011 ricercatore associato al Laboratorio di Storia delle Alpi dell’Università della Svizzera italiana. Si occupa soprattutto dei rapporti tra Italia e Svizzera negli anni del fascismo e del nazionalsocialismo, con particolare attenzione al fenomeno del collaborazionismo, alla politica d’asilo elvetica verso i rifugiati e alla questione del loro internamento. Parte degli interessi si concentrano inoltre sullo sviluppo e organizzazione di opere umanitarie attive nel soccorso ai profughi, con particolare attenzione agli anni della Repubblica Sociale italiana e all’immediato secondo dopoguerra. Nel 2008 ha ottenuto il premio per la tesi di dottorato “La frontiera italo-elvetica negli anni della dittatura fascista: vigilanza, sconfinamenti e reti di assistenza (1925-1945)” dalla Fondazione Guido Lodovico Luzzatto.

In collaborazione con l’Archivio di Stato del Canton Ticino e la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano nel corso del 2007 ha contribuito all’allestimento della mostra “La Svizzera e la persecuzione degli ebrei in Italia (1938-1945)”. Successivamente ha concorso all’organizzazione e partecipazione di convegni e seminari con il Centro Monte Verità di Ascona, gli istituti storici della Resistenza di Como e Firenze, il Centro Culturale Svizzero di Milano e l’Università di Perpignan. È membro della International Association for the Alpine History (IAAH) e collabora con il Centro Interdipartimentale di Storia della Svizzera Bruno Caizzi dell’Università Statale di Milano.

PUBBLICAZIONI

Sviluppo e diffusione del nazionalsocialismo nella Confederazione elvetica degli anni Trenta e Quaranta, «Bollettino Storico della Svizzera Italiana», vol. CXIV, fascicolo II, 2011, pp. 339-59

La Confederazione Elvetica tra irredentismo fascista e penetrazioni nazionalsocialiste (1933-1945), «Percorsi di ricerca», 3, 2011, pp. 75-83

La Svizzera, gli emigrati italiani e l’associazionismo laico: storia della Federazione delle Colonie Libere Italiane (1943-1973), «Studi Emigrazione», n. 180, 2010, pp. 828-45.

Repressioni, collusioni e mutua assistenza tra Italia e cantoni meridionali della Confederazione Elvetica (1925-1945), in «Percorsi di ricerca», 2, 2010, pp. 65-73

L’esilio elvetico di Umberto Terracini, «Triangolo Rosso», (4) 2008, pp. 6-11

Nel centro dell’Europa, nel cuore della Svizzera: la «Mission Catholique Suisse en faveur des prisonniers de guerre» (1939-1945), «Bollettino Storico della Svizzera Italiana», vol. CX, fasc. II, 2007, pp. 217-245

“Maledetti figli di Giuda, vi prenderemo!” La caccia nazifascista agli ebrei in una terra di confine. Varese 1943-1945, Varese 2005




Ultima modifica: 06/11/2014 12:10:58