SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Giulio Tatasciore

foto di Giulio Tatasciore

Università degli Studi di Teramo - Université Paris Diderot-Paris 7

BIOGRAFIA

Giulio Tatasciore (1989) è attualmente (2017) dottorando borsista in Storia dell'Europa presso l’Università degli Studi di Teramo, in cotutela con l’Université Paris Diderot-Paris 7 (Laboratoire Identités, Cultures, Territoires). La sua tesi, monitorata da Francesco Benigno e Anne-Emmanuelle Demartini, si intitola Briganti d'Italia. Crimine, letteratura e politica al tempo del Risorgimento (1782-1870). I suoi interessi di ricerca vertono sui processi di rappresentazione del crimine e dei criminali nell’immaginario sociale e letterario del lungo Ottocento, in particolare nelle loro connessioni con i fenomeni di politicizzazione, mediatizzazione e costruzione di stereotipi culturali su scala europea.

2011-2013: Laurea Magistrale in Scienze storiche presso l’Università di Bologna (110/110 e lode) e Master Recherche in Histoire et civilisations comparées (Très bien) presso l’Université Paris Diderot-Paris 7, nel quadro del «Cursus intégré franco-italien d’histoire et civilisations comparées».

2008-2011: Laurea Triennale in Storia, presso l’Università di Bologna (110/110 e lode).

 

PUBBLICAZIONI


La fabbrica del criminale. Alexandre Dumas e le rappresentazioni del brigantaggio meridionale tra letteratura e politica
, in «Società e storia», n. 156, 2017

L’échappée criminelle. Représenter le brigandage entre politique et littérature (Naples et Rome, 1860-1870), in «Travaux en cours», n. 12/2016, 8e Rencontres Doctorales Paris Diderot : « L'Echappée » 

Rappresentare il crimine. Strategie politiche e immaginario letterario nella repressione del brigantaggio (1860-1870), in «Meridiana. Rivista di storia e scienze sociali», n. 84, 2015 

Recensione: Deborah Paci, Corsica fatal, Malta baluardo di romanità. L'irredentismo fascista nel mare nostrum 1922-1942, Firenze-Milano, Le Monnier-Mondadori Education, 2015, in «Diacronie. Studi di storia contemporanea», n. 24, 4/2015 

Per una storia culturale del crimine. Alcuni recenti studi francesi, in «Storica», n. 60, 2015 

Il banditismo d’onore corso nell’immaginario di viaggio francese (1815-1915), in «Diacronie. Studi di storia contemporanea», n. 15, 3/2013

Bandito o brigante? Il caso di Nunziato Di Mecola nella provincia di Chieti (1860-1863), in «Storicamente. Laboratorio di storia», n. 9, 2013




Ultima modifica: 27/09/2016 19:00:01