SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Filippo Verre

Dottorando di ricerca in Science Politiche - Geopolitics presso l’Università di Pisa

BIOGRAFIA

Dopo il diploma di maturità classica ha proseguito gli studi classici laureandosi prima in Giurisprudenza (Laurea magistrale a ciclo unico, cinque anni classe LMG-01) nell’aprile 2015 e, successivamente nel dicembre 2017 in Scienze Internazionali e Diplomatiche (Laurea magistrale con indirizzo diplomatico, classe LM-72). Per la stesura della tesi per ciò che concerne la prima laurea, conseguita dopo aver discusso una tesi sperimentale sulla comparazione tra il diritto antitrust italiano e americano, ha effettuato un periodo di ricerche negli Stati Uniti, presso la Sacred Heart University a Bridgeport, in Connecticut dove ha soggiornato per circa 6 mesi, dal febbraio al luglio 2014. Durante quel periodo ha collaborato con il professor Richard Pate, titolare della cattedra di diritto del lavoro presso l’università americana. Per quanto riguarda la seconda laurea, ha effettuato ricerche sulla storia dei diritti delle minoranze perseguitate. A tal proposito si è dedicato allo studio del popolo curdo e alla nascita di una o più entità statuali a maggioranza curda nel Medio Oriente. Entrambe le lauree sono state conseguite presso L’Università degli Studi di Siena.

Oltre a ciò, ha perfezionato gli studi post universitari in Inghilterra, a Oxford, dove ha conseguito un master in Studi Internazionali – Relazioni Internazionali e a Roma presso la SIOI (Società Italiana per L’organizzazione Internazionale) dove ha completato un master in Studi Diplomatici ed Economici. L’esperienza inglese gli ha permesso di approfondire tematiche legate alla macroeconomia e alla finanza, oltre a effettuare ricerche in ambito storico, sociologico e religioso. Ha conseguito il master con “merit” e ha discusso una tesi sul rapporto tra religione e politica nelle relazioni internazionali. In particolare, il titolo della dissertation era: “Religion and Politics in International Relations: to what extent Islamic religion is dangerous for Western societies?”. A Roma ha studiato tematiche relative alle strategie diplomatiche nazionali dei maggiori Paesi, ha analizzato le maggiori organizzazioni giuridiche internazionali e le principali crisi politiche ed economiche che si sono verificate in Europa e nel mondo dopo la Seconda guerra mondiale.

In seguito agli studi effettuati negli Stati Uniti possiede un’ottima conoscenza scritta e parlata della lingua inglese (è in possesso di del certificato IELTS con la votazione di 7) e della lingua spagnola, studiata sia in Inghilterra che in Italia.

PUBBLICAZIONI

1) Il processo di State Building curdo in Medio Oriente. Il caso della Regione autonoma del Kurdistan Iracheno (KRG), in«Africana. Rivista di Studi Extraeuropei», Vol. XXV, 2019, pp. 261-282.

2) La crescente influenza geopolitica nigeriana in Africa: luci ed ombre del gigante subsahariano in ascesa, in «Metodo: Rivista di architettura, politica internazionale, storia, scienze e società», marzo 2019, Vol. 35, N. 1, pp. 33 – 58.

3) L’Iran e i Curdi nella contemporaneità: storie di rivolte, abusi e integrazioni nella terra degli Scià, in «Progressus», agosto 2019, Vol. VI, N. 1, pp. 217 – 244.

4) Il patriottismo ibrido del generale Abd al – Karim Qasim nell’Iraq post monarchico (1958 – 1960), in «Rivista di Studi Politici Internazionali», luglio 2019, Vol. 86, N. 2, pp. 191 – 222.