SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

“Tra riformismo e guerra fredda. Antonio Segni, il Piano Marshall e la riforma agraria durante i governi De Gasperi (1948-1953)”

Cognome: Bernardi
Nome: Emanuele
Dottorato in: Storia moderna e contemporanea
Istituzione: Università degli studi di Firenze
Facoltà: Lettere e Filosofia
Ciclo: XV
Anno: 2000
Primo tutore: Paul Ginsborg
Secondo tutore: Renato Giannetti
Co-tutela: Array
Abstract:

La tesi di dottorato descrive le vicende storiche della genesi tecnica e politica della riforma agraria italiana, inserita sia nel contesto nazionale italiano sia in quello delle relazioni internazionali Italia-Stati Uniti. L’analisi si sofferma sulle implicazioni che ebbe sul nodo della riforma agraria la partecipazione dell’Italia al Piano Marshall. In quale modo, cioè, furono usati i fondi ERP nel settore agricolo, in rapporto alla redistribuzione della terra. Un dibattito che coinvolse l’amministrazione Truman, dando luogo ad un incontro contraddittorio tra l’approccio produttivistico americano e la cultura della DC, ispirata alla piccola proprietà contadina. Un incontro condizionato dalla presenza di un partito comunista espansivo nel settore primario. Nel 1949, l’acuirsi dei conflitti sociali, insieme alla proclamazione della Repubblica Popolare Cinese, indussero il governo italiano, sollecitato dal Dipartimento di Stato, ad accelerare l’iter dell’intervento, presentato poi nel 1950, durante la crisi coreana.

Abstract in inglese:

Array