SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Il popolo elettore. Discorso, norma e pratiche del primo voto a suffragio universale in Francia e in Italia (1848-1849)

Cognome: Fruci
Nome: Gian Luca
Dottorato in: Storia politica
Istituzione: Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant'Anna, Pisa Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, Parigi
Anno: 2007
Primo tutore: Pierre Rosanvallon
Secondo tutore: Alberto Mario Banti
Co-tutela: Array
Abstract:

La tesi studia in modo comparativo la prima realizzazione europea del suffragio universale (maschile diretto) che si svolge sia sotto la Seconda Repubblica sia durante le esperienze democratiche italiane (Venezia, Stati Romani, Toscana). A livello di discorso e norma, la tesi analizza i dibattiti a partire dagli anni Trenta e le codificazioni del 1848-49, mentre, per quel che riguarda le pratiche, si focalizza sulla convocazione delle assemblee costituenti francese e romana. Questo approccio multidimensionale permette di verificare che il carattere collettivo del voto nel 1848-49 non è il risultato dell’interazione di una società e di una visione del politico arcaiche con delle istituzioni supposte moderne, ma la conseguenza di concezioni del suffragio e della loro traduzione nella legislazione elettorale. In breve, il protagonista non è l’individuo elettore, ma il «popolo elettore», celebrato per la saggezza e la naturale propensione all’ottima scelta.

Abstract in inglese:

Array