SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Info

Bolzano, 24 settembre 2004

L’assemblea ordinaria dei soci è regolarmente aperta alle ore 14,30 del 24 settembre 2004 nei locali dell’Accademia Europea di Bolzano, secondo convocazione. Il presidente Tommaso Detti pone in votazione il verbale dell’assemblea precedente, che viene approvato, dopo di che ricorda l’ordine del giorno, così formulato:
1. Relazione del presidente
2. Relazione del tesoriere e approvazione del conto consuntivo 2003 e del bilancio preventivo 2004
3. Modifiche di statuto
4. Elezione di due membri del Consiglio direttivo per il triennio 2004-2007
5. Elezione di un membro del Consiglio direttivo in sostituzione di Maura Palazzi, dimissionaria
6. Varie ed eventuali
Per poter lasciare tempo adeguato alle votazioni, il presidente propone di discutere assieme dei punti 4 e 5; l’assemblea approva.

1. Relazione del presidente

Ritenuto di poter dare per letto il resoconto pubblicato sull’«Annale» 2004 con il titolo Un anno in breve , il presidente ne propone un rapido aggiornamento, notando tra l’altro che i soci, che dal settembre 2003 al maggio 2004 risultavano saliti da 427 a 508, sono oggi 525, con una crescita del 20% rispetto allo scorso anno. Sono aumentati in proporzione anche gli iscritti alla mailing list, che oggi ammontano a 364. Ancora più rapida è stata l’ascesa dei visitatori del sito web della Sissco: grazie anche ad alcune innovazioni tecniche introdotte da Giuseppe Lauricella, nell’estate la media mensile dei visitatori ha avuto un ulteriore incremento del 22% rispetto ai dati dell’«Annale».
Il presidente si dichiara quindi molto soddisfatto per le le attività editoriali della Sissco: potervi presentare oggi ben tre volumi freschi di stampa, dice, è infatti un risultato molto significativo. L’«Annale» 2004 , Il mondo visto dall’Italia curato da Agostino Giovagnoli e Sergio Del Zanna e La storia contemporanea tra scuola e università curato da Giuseppe Bosco e Claudia Mantovani sono una sorta di sintesi del nostro lavoro collettivo degli ultimi tre anni. Dobbiamo esserne grati ai curatori e agli autori, oltre che all’intera redazione degli «Annali», che anche quest’anno si è prodigata in modo esemplare in quella che è forse la più onerosa e complessa tra le nostre iniziative.
Per quanto riguarda le attività on line il presidente si compiace che il sito web della Sissco figuri costantemente in testa alle classifiche dei siti di storia e filosofia, confermandosi come un punto di riferimento prezioso per chiunque si occupi in Italia di storia contemporanea. Il sito è effettivamente molto ricco (il solo archivio delle rassegne stampa conta oltre 3.000 articoli) e ciò si deve alla dedizione dei suoi collaboratori, tra i quali insostituibili Emmanuel Betta, Giuseppe Lauricella ed Elena Salsi.
Si tratta tuttavia di un fronte problematico: disponiamo infatti di una base tecnologica avanzata, le cui potenzialità vengono sfruttate solo in piccola parte perché le nostre risorse umane sono troppo scarse. Abbiamo insomma bisogno di poter contare su nuovi collaboratori; a giudizio del presidente risolvere questo problema è essenziale perché le nuove tecnologie hanno già – e sono destinate ad acquisire sempre più – un ruolo assolutamente strategico nello sviluppo della ricerca, della didattica e della comunicazione storica.
Il presidente riassume infine lo stato delle iniziative programmate per il prossimo anno, delle quali peraltro i soci sono già stati informati: una giornata di lavoro sulla storia nella riforma della scuola, in collaborazione con la SIS e la SISEM; un’altra sulla storia contemporanea in quella che può essere definita la riforma della riforma dell’università; una terza sulla divulgazione storica. La terza edizione dei Cantieri di storia avrà infine luogo a Bologna il 22-24 settembre 2005; il presidente ricorda che la scadenza fissata per la presentazione dei panels al Comitato scientifico è stata fissata al 1° dicembre 2004.

2. Relazione del tesoriere e approvazione del conto consuntivo 2003 e del bilancio preventivo 2004

Il tesoriere Marco Palla riferisce brevemente sulla situazione economica della SISSCO, illustrando i bilanci consuntivo 2003 e preventivo 2004 , da tempo approvati dal Consiglio direttivo e resi noti ai soci tramite il sito web della società.
Al termine della discussione l’assemblea approva all’unanimità le relazioni del presidente e del tesoriere, nonché il conto consuntivo 2003 e il bilancio preventivo 2004.

3. Modifiche di statuto

Il presidente sottopone all’assemblea due proposte di modifica dello statuto: la prima riguarda l’aggiornamento della sede sociale, che deve ancora essere formalmente fissata presso il Dipartimento di Storia dell’Università di Siena, che oggi ci ospita, in via Roma n. 56, 53100 Siena. La seconda modifica si è resa necessaria in seguito alle dimissioni di Maura Palazzi, alla quale il presidente rinnova i più affettuosi auguri di tutta la SISSCO. Il presidente ricorda che un caso analogo si era verificato nel 1997 quando, in sostituzione del dimissionario Nicola Tranfaglia, venne eletta Maria Serena Piretti; quest’ultima ebbe tuttavia dall’assemblea un mandato biennale, cosicché non si ritenne di regolamentare simili eventualità. Questa volta ciò è apparso invece necessario perché chi sarà chiamato a prendere il posto di Maura Palazzi rimarrebbe in carica soltanto per 12 mesi, cioè per un periodo molto breve. Perciò il Consiglio direttivo propone di modificare l’art. 8 dello statuto inserendovi il testo che segue: “Qualora un membro del direttivo si dimetta o decada prima della scadenza del suo mandato, l’assemblea eleggerà in sua vece un membro del consiglio direttivo; nel caso in cui il suo mandato non superi i 12 mesi, quest’ultimo sarà immediatamente rieleggibile”.
L’assemblea approva all’unanimità le proposte avanzate dal presidente a nome del Consiglio direttivo. Gli artt. 1 e 8 dello statuto risultano di conseguenza così modificati:
Art. 1 – E’ costituita a tempo indeterminato un’associazione culturale denominata: Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea (SISSCO), con lo scopo dell’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà, ai sensi dell’art. 10, co. 1, lett b) della legge n. 460/97. La denominazione è: SISSCO – Organizzazione non lucrativa di utilità sociale – con sede legale presso il Dipartimento di Storia dell’Università di Siena, Via Roma 56. La segreteria dell’associazione è stabilita con delibera del Consiglio Direttivo conformemente alle esigenze organizzative.
Art. 8 – Il Consiglio Direttivo è composto da sette membri tra cui il Presidente dell’associazione.
Ad eccezione di quest’ultimo i membri (consiglieri) durano in carica tre anni. Essi vengono rinnovati annualmente per un terzo di modo che i due consiglieri rimasti in carica per un triennio vengano sostituiti da due nuovi eletti. I consiglieri scaduti non sono immediatamente rieleggibili. Qualora un membro del direttivo si dimetta o decada prima della scadenza del suo mandato, l’assemblea eleggerà un terzo membro del consiglio direttivo; nel caso in cui il suo mandato non superi i 12 mesi, quest’ultimo sarà immediatamente rieleggibile.
Le elezioni si svolgono a scrutinio segreto nel corso dell’annuale Assemblea ordinaria. La presidenza nomina una commissione elettorale di tre membri che assume la responsabilità del corretto svolgimento del voto.
Almeno tre mesi prima dell’Assemblea ordinaria, il consiglio direttivo nomina un comitato elettorale composto di tre membri, non più di uno dei quali nel proprio seno. Il comitato raccoglie, predispone e pubblicizza le candidature per l’elezione dei consiglieri, fino a 30 giorni prima dell’Assemblea. Ogni candidatura deve essere presentata da almeno 15 e non più di 20 soci. Nel corso dell’Assemblea, sempre da 15 a 20 soci, possono comunque presentare una ulteriore candidatura. Ogni socio può presentare una sola candidatura. Ciascun socio potrà votare indicando un solo nominativo. E’ ammesso il voto per delega. Ogni socio non può presentare più di una delega.

4. Elezione di due membri del Consiglio direttivo per il triennio 2004-2007;

5. Elezione di un membro del Consiglio direttivo in sostituzione di Maura Palazzi, dimissionaria.

 Il presidente ricorda che le schede saranno due; una per l’elezione “ordinaria” dei due consiglieri che prenderanno il posto di Agostino Giovagnoli e Marco Palla, il cui mandato triennale si conclude qui e che ringrazia ancora per il loro prezioso e assiduo contributo; una per l’elezione “straordinaria” di un consigliere in sostituzione di Maura Palazzi. In entrambe le schede i soci potranno esprimere una sola preferenza ed è ammessa una delega di voto.
Il Presidente propone che il seggio elettorale venga così costituito: Vanni D’Alessio, Giovanni Scirocco (presidente), Simona Troilo. L’assemblea approva. Appena chiusa la presentazione delle candidature il seggio elettorale verrà aperto e i soci in regola con le quote potranno votare fino alle ore 16,30.
Il presidente ricorda che la Commissione elettorale, composta quest’anno da Anna Lucia Denitto, Andrea Graziosi e Mariuccia Salvati, ha reso note entro i termini statutari le candidature di Simona Colarizi e Stefano Trinchese ; a norma di statuto, i documenti di presentazione e le firme dei presentatori sono stati pubblicati da oltre un mese sul sito web.
Prende la parola Daniela Luigia (Gia) Caglioti, che presenta la candidatura di Antonella Salomoni per l’elezione di un membro del Consiglio direttivo in sostituzione della dimissionaria Maura Palazzi. A norma di statuto, la candidatura è sottoscritta da Barbara Armani, Raffaella Baritono, Teresa Bertilotti, Agostino Bistarelli, Marco Buttino, Gia Caglioti, Maria Pia Casalena, Gabriella Chiaramonti, Antonio Ferrara, Marco Meriggi, Claudio Pavone, Marco Rovinello, Alfio Signorelli, Maria Rosaria Stabili, Pierangelo Toninelli, Marta Verginella.Non essendo presentate altre candidature, il seggio elettorale viene aperto alle ore 15,30. Considerato che alle ore 17,30 avrà luogo la tavola rotonda prevista dal programma del convegno e che successivamente sarà effettuata la consegna dei premi ANCI Storia e SISSCO 2004, i risultati della votazione saranno comunicati nel corso della cena sociale.

6. Varie ed eventuali

Il Presidente – ringraziato vivamente Marco Palla, che ha svolto sino ad oggi le funzioni di Tesoriere, per l’impegno da lui profuso in questi tre anni – ricorda che l’art. 14 dello statuto così definisce le funzioni del Tesoriere: «Il Tesoriere cura la riscossione delle entrate ed il pagarnento delle spese. La sua firma deve essere apposta obbligatoriamente su ogni atto contenente un’attribuzione o una diminuzione del patrimonio dell’associazione. Egli cura la tenuta del libro di cassa e di tutti i documenti che specificamente riguardano il servizìo a lui affidato» e che a norma dell’art. 10 dello statuto tali funzioni «sono delegate ad un consigliere o a un socio scelto dal comitato direttivo, o eccezionalmente al Presidente».
Il Presidente rende noto che il Consiglio Direttivo ha suggerito di affidare l’incarico di Tesoriere ad Agostino Bistarelli, che ringrazia vivamente per avere dato la sua disponibilità; propone pertanto all’assemblea di nominare Agostino Bistarelli Tesoriere della Sissco per il triennio 2004-2007. L’assemblea approva all’unanimità.

A nome del Consiglio direttivo il presidente sottopone quindi all’assemblea una proposta relativa all’importo delle quote sociali. Poiché da più parti è stato lamentato che la riduzione della quota sociale a 30 euro per i dottorandi venga meno proprio nel momento in cui, concluso il dottorato, essi perdono il relativo assegno, si propone che il Consiglio direttivo possa prorogare la riduzione della quota sociale per ulteriori due anni in base alla certificazione del proprio status, che gli interessati effettueranno mediante l’aggiornamento del proprio curriculum vitae.
Prende la parola Giovanni Sabbatucci, il quale osserva come il criterio di gran lunga preferibile sia quello anagrafico, proponendo di stabilire un limite di età al di sotto del quale venga applicata la quota ridotta. Su tale ipotesi si apre la discussione, alla quale partecipano Vanni d’Alessio, che ritiene insufficiente la proposta sottolineando come il problema dell’importo delle quote riguardi almeno il 15% dei soci, secondo i dati riportati nell’Annale; Alfio Signorelli, che propone un aumento di 5 euro per le quote dei soci di ruolo nell’università; Claudio Pavone, contrario alla proposta del direttivo. Marco Palla richiama la necessità di verificare l’impatto sulle finanze della Sissco di una modifica delle quote.
Al termine del dibattito il presidente, a nome del Consiglio direttivo, ritira la propria proposta ed accoglie il criterio suggerito da Sabbatucci. L’assemblea dà quindi mandato al Consiglio direttivo di perfezionare l’ipotesi emersa dalla discussione, stabilendo il limite di età in modo tale da venire inconto alle esigenze dei soci più giovani senza che ne venga troppo ridotta quella che è la sola fonte di entrata su cui si basano la vita e le attività della SISSCO.

Prende infine la parola Ilaria Porciani, la quale raccomanda di verificare la possibilità di avanzare al Ministero dei Beni Culturali una richiesta di contributo per la pubblicazione degli «Annali». Giunti ormai al loro quinto anno, questi presentano infatti il requisito della regolare periodicità e svolgono, soprattutto con le loro recensioni, una importante funzione di aggiornamento e informazione critica. L’assemblea dà mandato al Consiglio direttivo di verificare tale possibilità.

Null’altro essendovi da trattare, l’assemblea è tolta alle ore 16,30.

Alle ore 21,30, nel corso della cena sociale, il presidente riprende la parola per rendere noto l’esito delle votazioni, frattanto comunicatogli dal presidente del seggio elettorale Giovanni Scirocco al termine dello spoglio.
Elezione “ordinaria” di due membri del Consiglio direttivo per il triennio 2004-2007: votanti 67; hanno riporato voti: Simona Colarizi 18, Claudio Pavone 18, Stefano Trinchese 18, Alfredo Canavero 3, Antonella Salomoni 3, Maria Elisabetta Tonizzi 1. Schede bianche 2, schede nulle 4.
Elezione “straordinaria” di un membro del Consiglio direttivo in sostituzione di Maura Palazzi per il periodo 2004-2005: votanti 67; hanno riportato voti: Antonella Salomoni 54, Simona Colarizi 1, Gustavo Corni 1. Schede bianche 9, schede nulle 2.
Prende quindi la parola Claudio Pavone, il quale dichiara di non avere avanzato la propria candidatura e di non accettare una sua eventuale elezione. Preso atto di questa dichiarazione, al termine della quale i soci tributano un affettuoso applauso all’ex presidente Pavone, il presidente proclama eletti nel Consiglio direttivo per il triennio 2004-2007 Simona Colarizi e Stefano Trinchese, per il periodo 2004-2005 Antonella Salomoni.