SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Caricamento Eventi

Eventi

Novembre 20 - Novembre 20

“Mai più sole” contro la violenza sessuale. Una pagina storica del femminismo degli anni Settanta

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 2022, la Società italiana delle storiche organizza a Roma, domenica 20 novembre 2022, alle 17.00, presso la Casa internazionale delle donne (Via della Lungara, 19), la presentazione del volume di Nadia Maria Filippini, “Mai più sole” contro la violenza sessuale. Una pagina storica del femminismo degli anni Settanta (Viella, 2022).
Racconto di una mobilitazione, con lettura di testi, proiezione di immagini ed estratti video inediti a cura di Nadia Maria Filippini.
Tavola rotonda con Simona Ammerata, Ilaria Boiano, Maria Rosa Cutrufelli, Serena Fredda, Valentina Mira, Paola Stelliferi.
Introduce e coordina Raffaella Sarti.
Voci recitanti Silvia Manciati, Francesca Venturi (Arcadia delle 18 lune).

Il libro ricostruisce una vicenda che ha segnato uno snodo cruciale nella lotta contro la violenza sulle donne intrapresa dal femminismo negli anni Settanta. Fu la prima mobilitazione in un processo per stupro, a Verona nel 1976, che vide il movimento, d’intesa con la parte civile, chiedere il dibattimento a porte aperte, trasformando il processo in un’azione politica contro la parzialità delle istituzioni giudiziarie, la vittimizzazione secondaria e la cultura solidale con lo stupro, fino a chiedere la ricusazione dei giudici per maschilismo, su iniziativa di Tina Lagostena Bassi, al suo esordio in questo ruolo di “avvocata delle donne”. L’enorme impatto mediatico della vicenda, seguita per la prima volta in diretta da tutti i mass media e dalla Rai, il valore emblematico assunto portarono il tema della violenza al centro del dibattito politico, inaugurando una stagione di mobilitazioni e iniziative contro la violenza sessuale, che si concretizzò nell’apertura di centri antiviolenza e nella modifica del codice penale Rocco (che ancora considerava lo stupro come reato contro la morale e non contro la persona), con il varo della nuova legge Norme contro la violenza sessuale (66/1996). La ricca e varia documentazione, per la maggior parte inedita, di cui si è avvalsa la ricerca, ha consentito di mettere in luce le figure delle protagoniste, i contenuti e le sfaccettature di questa battaglia, le sue ripercussioni sociali e politiche, con una particolare attenzione al piano della soggettività e del vissuto delle protagoniste nel contesto della storia delle donne.

Nadia Maria Filippini, socia fondatrice della SIS, già docente di Storia delle donne presso l’Università di Venezia Ca’ Foscari, ha dedicato le sue ricerche alla storia delle donne, pubblicando, tra l’altro: Generare, partorire, nascere. Dal mondo antico alla provetta (2017); Donne dentro la guerra. Il primo conflitto mondiale in area veneta (2017); Donne sulla scena pubblica. Società e politica in Veneto tra Sette e Ottocento (2006); Maria Pezzè Pascolato (2004), La nascita straordinaria. Tra madre e figlio: la rivoluzione del taglio cesareo (1995).

Serena Ammerata è attivista del centro antiviolenza Casa delle donne Lucha y Siesta di Roma.
Ilaria Boiano è avvocata specializzata nella difesa dei diritti delle donne e presta assistenza alle migranti. Ha scritto, fra l’altro, Femminismo e processo penale (2015).
Maria Rosa Cutrufelli, scrittrice e giornalista femminista, è autrice di numerosi saggi e romanzi, tra i quali si ricordano i recenti Il giudice delle donne (2016), L'isola delle madri (2020), Maria Giudice (2022).
Federica Sciarelli è giornalista televisiva, conduttrice del programma Chi l’ha visto? Ha scritto, tra l’altro, Tre bravi ragazzi (2006), sulla base degli atti del processo per il massacro del Circeo.
Valentina Mira, giornalista e scrittrice, nel 2021 ha pubblicato il suo primo romanzo, X, cronaca dello stupro subito dalla protagonista che lo racconta sotto forma di lettera al fratello.
Raffaella Sarti, docente di Storia moderna e di Storia dei generi presso l’Università di Urbino Carlo Bo e presidente della Società italiana delle storiche, si occupa di storia delle donne e di storia del lavoro domestico.
Paola Stelliferi, storica e socia della SIS, ha pubblicato Il femminismo a Roma negli anni Settanta. Percorsi, esperienze e memorie dei collettivi di quartiere (BUP, 2015) e altri saggi sui femminismi.

LUOGO
Roma
Casa internazionale dell donne - Via della Lungara 19
00165 Roma
Italia

CONTATTI
E-mail: segreteria@societadellestoriche.it

SITO WEB
www.societadellestoriche.it

Pubblicato da Rosanna DE LONGIS