SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

La Cina contemporanea dalla fine dell’impero a oggi

Guido Samarani

Torino, Einaudi, XVI-520 pp., € 28,00 2017

La Cina contemporanea è un laboratorio che permette di studiare come possano avvenire cambiamenti epocali in un periodo relativamente breve. Temi riguardanti la Cina contemporanea sono ormai molto presenti sia nella letteratura scientifica che nei mass media italiani, tuttavia mancava una riflessione complessiva che partisse da una prospettiva storica ampia. Il volume di Guido Samarani costituisce una versione ampliata e aggiornata del precedente volume La Cina del Novecento (Einaudi, 2004), e copre più di un secolo, dal 1911 sino al 2017. Completo nella narrazione dei principali eventi che hanno segnato gli ultimi decenni della storia cinese, oltre che dell’evoluzione precedente a partire dalla fondazione della Repubblica, il volume offre una serie di chiavi di lettura per comprendere le conseguenze del travaglio dal «secolo delle umiliazioni», il ruolo primario nell’economia mondiale, la rivoluzione socioeconomica della Cina odierna e l’evoluzione verso gli obiettivi previsti. La narrazione copre anche le aree speciali di Hong Kong, Macao e dell’isola di Taiwan. Di particolare interesse per il lettore italiano sono le pagine dedicate ai rapporti fra la Cina e l’Europa, e in particolare quelli con l’Italia. La bibliografia è aggiornata agli studi recenti più importanti, e il volume è corredato di una cronologia e di brevi note bibliografiche. La Cina contemporanea è il campo per tutta una serie di considerazioni per lo storico che si interroghi su fenomeni peculiari quali: il passaggio della legittimazione politica dalla rivoluzione e dalla lotta di classe allo sviluppo economico e al benessere; il mantenimento del monopolio politico del Partito comunista cinese dopo la Rivoluzione culturale e il crollo di altri regimi comunisti; il rapporto fra la rigidità del sistema politico e l’esigenza di migliorare le capacità di governance nonché il ricambio generazionale della classe dirigente; la sostenibilità dell’improvviso sviluppo economico, con i suoi squilibri, migrazioni interne, problemi ecologici; la capacità dimostrata di una lungimirante politica degli approvvigionamenti di materie prime e rare; il rapporto fra cultura tradizionale e «valori socialisti», tra autonomia individuale e sistema autoritario-populistico dello Stato partito; il rapporto partito-esercito, il cd. «governo forte e società debole», la validità e le implicazioni di definizioni usate dalle autorità cinesi come «società socialista». Il volume offre, infine, utili informazioni su aspetti salienti della politica attuale: la ripresa delle campagne ideologiche, l’ambito di elaborazione e definizione dei processi decisionali, l’agenda di politica economica, e in particolare la riduzione dell’intervento dello Stato e il problema della stabilità finanziaria. Ampio spazio è dedicato alla visione del mondo e alla politica estera che costituiscono un elemento di novità e allo stesso tempo di stabilità sulla scena mondiale. Altre questioni delicate che vengono affrontate in modo sintetico ma chiaro riguardano la lotta alla corruzione, la politica religiosa, e quella culturale.


Paolo Santangelo