SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Norme sul copyright

La biblioteca virtuale della Sissco è composta da testi liberamente conferiti dagli autori che appartengano a una delle quattro seguenti categorie.

  1. Testi già apparsi a stampa per i quali l’autore non abbia ceduto i diritti ad alcun editore.
  2. Testi già apparsi a stampa per i quali l’autore abbia ceduto i diritti di pubblicazione dell’opera e di utilizzazione dell’opera pubblicata, ma ne sia tornato in possesso per decorso dei termini contrattuali, perché l’editore ha ritirato l’opera dal commercio, perché è sopravvenuta l’impossibilità di pubblicare, riprodurre o mettere in commercio l’opera (art. 134 l.d.a.) o perché sono decorsi i seguenti termini:
    • vent’anni dalla prima pubblicazione (art. 122 l.d.a.);
    • due anni per le comunicazioni e le memorie pubblicate dalle accademie e dagli altri enti pubblici culturali (art. 29 l.d.a.).

    I termini finali si computano, ai sensi dell’art. 32-ter l.d.a., a decorrere dal 1 gennaio dell’anno successivo a quello in cui si verifica l’evento considerato dalla norma.
    Gli autori sono invitati a verificare puntualmente di essere tornati in possesso dei diritti di pubblicazione dei documenti prima di inviarli all’archivio testuale della Sissco.

  3. Testi già apparsi a stampa per i quali l’autore abbia ceduto i diritti di pubblicazione dell’opera e di utilizzazione dell’opera pubblicata e non ne sia ancora tornato in possesso, qualora l’autore dichiari di essere in possesso di una liberatoria dell’editore.
  4. Testi appartenenti ad una delle tre precedenti categorie ed abbiano più autori, qualora l’autore che li invia dichiari di essere in possesso di una liberatoria degli altri autori.

Per tutto quanto non esplicitamente previsto sopra si fa riferimento a tutte le norme di legge sulla tutela del diritto d’autore vigenti al momento dell’erogazione del servizio.

Legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modifiche