SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Info

Cos’è la Sissco

La Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea (SISSCO) è un’associazione culturale, senza fini di lucro, fondata nel marzo 1990.

Nel costituirla, i soci fondatori esprimevano “il desiderio di confrontare i diversi interessi di ricerca con lo statuto scientifico della disciplina, i suoi confini, i suoi rapporti con le scienze sociali e con le tematiche che nascono dal confronto con altre epoche ed altri paesi”. Così si legge nello statuto, consultabile per esteso in questo sito come ogni altra informazione riguardante le condizioni di associazione, i soci, le attività e le pubblicazioni, etc.

Come recita lo statuto, “possono essere soci gli studiosi di storia contemporanea e tutti coloro che, a vario titolo cultori della stessa o interessati alla ricerca, si riconoscono nelle finalità dell’associazione”. Si diventa soci su invito del comitato direttivo o su domanda. La richiesta di associazione va inviata al presidente in carica, Fulvio Cammarano [fulvio.cammarano@unibo.it] corredata di indirizzo e di un curriculum.

Lo scopo dell’associazione è quello di “promuovere il progresso degli studi di storia contemporanea in Italia e la loro valorizzazione nell’ambito scientifico, accademico, civile. Momenti fondamentali di tale attività sono l’ampia diffusione di ogni informazione riguardante l’insegnamento universitario della disciplina, l’organizzazione e gli esiti della ricerca nonché il dibattito tra i cultori della stessa”.

Da ormai oltre dieci anni la Sissco organizza regolarmente convegni di studio, per tradizione due volte l’anno, l’uno di carattere più “professionale”, ovvero relativo ai problemi d’organizzazione della disciplina, alle sue fonti e metodi, etc., l’altro a carattere scientifico. Tali convegni sono di norma aperti a tutti, anche ai non soci.

Strettamente riservate ai soci sono invece le pubblicazioni dell’associazione. Dalla sua nascita fino al 1999 la SISSCO ha pubblicato un “Bollettino d’informazione”, che dal 2000 è stato trasformato in Annale, intitolato “Il mestiere di storico” e quindi dal 2009, in Semestrale, mantenendo lo stesso titolo.

La redazione , attualmente diretta da Adriano Roccucci, è composta da Arianna Arisi Rota, Giovanni Cristina, Massimo De Giuseppe, Giorgio Del Zanna, Andrea Di Michele, Alessio Gagliardi, Valeria Galimi, Domenica La Banca (segretaria di redazione), Simon Levis Sullam, Marco Mariano, Andrea Ricciardi, Marco Rovinello, Rosanna Scatamacchia, Filippo Triola.

Nell’anno 2001 sono anche apparsi primi volumi di due nuove serie, l’una ospitata dalle pubblicazioni degli Archivi di Stato, l’altra pubblicata invece per iniziativa della Sissco, (Rivoluzioni. Una discussione di fine Novecento, a cura di Daniela Luigia Caglioti e Enrico Francia, Ministero per i Beni artistici e le attivita’ culturali, Direzione generale per gli archivi, 2001;Segreti personali e segreti di stato. Privacy, archivi e ricerca storica, a cura di Carlo Spagnolo, Quaderni Sissco 1/2001). Nel 2002 è stato pubblicato il secondo volume della collana degli Archivi di Stato, Cittadinanza. Individui, diritti sociali, collettività nella storia contemporanea, a cura di Carlotta Sorba. Nel 2004 sono stati pubblicati i volumi Il mondo visto dall’Italia, a cura di Agostino Giovagnoli e Giorgio Del Zanna, e La scuola contemporanea tra scuola e università. Manuali, programmi, docenti, a cura di Giuseppe Bosco e Claudia Mantovani.

Ogni anno la SISSCO assegna un premio al miglior libro di argomento storico contemporaneistico pubblicato nell’anno solare precedente in italiano e di autore italiano.

Dal 2002 grazie ad una convenzione firmata l’8 gennaio 2002 tra la Sissco e l’Associazione italiana dei comuni italiani (ANCI) è assegnato il premio Anci-Storia.

Il Consiglio direttivo è composto dal presidente e da sei consiglieri. Il presidente è eletto per quattro anni mentre i consiglieri sono eletti per un trienno e non sono immediatamente rieleggibili. Ogni anno il consiglio si rinnova per un terzo.

Presidente della Sissco è oggi Fulvio Cammarano, eletto nel settembre 2015. Prima di lui sono stati presidenti Luciano Cafagna (1990-1992), Paolo Pombeni, (1992-1995), Claudio Pavone (1995-1999), Raffaele Romanelli (1999-2003), Tommaso Detti (2003-2007), Andrea Graziosi (2007-2011), Agostino Giovagnoli (2011-2015).

Sono attualmente in carica i consiglieri:  Giovanni Orsina e Salvatore Adorno eletti nel 2014, Maurizio Ridolfi e Simona Merlo eletti nel 2015, Antonio Bonatesta e Daniela Saresella eletti nel 2016.

Hanno fatto parte dei precedenti Consigli Direttivi: Margherita Angelini, Enrica Asquer, Pierluigi Ballini, Roberto Balzani, Alberto Mario Banti, Giuseppe Barone, Emmanuel Betta, Alfonso Botti, Barbara Bracco, Daniela L. Caglioti, Fulvio Cammarano, Simona Colarizi, Barbara Curli, Marco de Nicolò, Anna Lucia Denitto, Tommaso Detti, Patrizia Dogliani, Ernesto Galli della Loggia, Marco Gervasoni, Agostino Giovagnoli, Andrea Graziosi, Silvio Lanaro, Adrian Lyttelton, Paolo Macry, Rosario Mangiameli, Brunello Mantelli, Marco Meriggi, Giancarlo Monina, Marco Palla, Maura Palazzi, Paolo Pezzino, Maria Serena Piretti, Ilaria Porciani, Adriano Roccucci, Raffaele Romanelli, Federico Romero, Fabio Rugge, Giovanni Sabbatucci, Antonella Salomoni, Mariuccia Salvati, Silvia Salvatici, Simonetta Soldani, Carlotta Sorba, Marina Tesoro, Bruno Tobia, Nicola Tranfaglia, Francesco Traniello, Stefano Trinchese, Simona Troilo, Elisabetta Vezzosi.

Il  sito web è stato inaugurato il 13 marzo 1997, a cura di Serge Noiret, che ha coordinato la redazione fino al maggio 2001. Fino al 2012 ne è stato responsabile Emmanuel Betta, a cui è succeduto Federico Mazzini, attuale responsabile. Il 23 ottobre 2014 il sito è stato profondamente rinnovato, secondo un progetto a cura di Federico Mazzini.

Segretario dell’associazione è Salvatore Botta.