SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Chiara GIORGI

Università degli studi di Pisa

BIOGRAFIA

Chiara Giorgi, ricercatore confermato a tempo indeterminato, Storia delle Istituzioni politiche (SPS/03), presso il Dipartimento di Ingegneria civile e industriale, Università di Pisa

 Profilo formativo

Maria Chiara Giorgi (Guatemala, 1974) ha conseguito la laurea in Sto­­ria contemporanea nell’anno accademico 1997-1998 presso l’Università degli studi di Bologna, discutendo una tesi dal titolo La sini­stra alla Costituente: cultura politica e sensibilità istituzionale, con votazione 110/110 e lode e menzione di merito ai fini della pubblicazione.

Nel maggio 1999 ha vinto una borsa di studio bandita dalla Fondazione Nenni per una ricerca sulla figura di Francesco De Martino.

Nel novembre 2002 ha ottenuto il titolo di dottore di ricerca in “Teoria e storia della modernizzazione e del cambiamento sociale in età contemporanea” presso l’Univer­sità degli studi di Siena (Facoltà di Scienze Politiche), discutendo una tesi dal titolo L’Istituto nazionale fascista di previdenza sociale. Storia dell’INPS tra le due guerre, riportando una valutazione molto positiva.

Nel marzo 2003 ha conseguito un assegno per la collaborazione ad attività di ricerca presso l’Università degli studi di Teramo presso la cattedra di storia delle istituzioni politiche, con un progetto di studio sull’INA nella storia d’Italia.

Tra il settembre-ottobre 2004 e il marzo-aprile 2005 ha usufruito del programma di interscambio tra l’Università degli studi di Teramo e il Department of History dell’Università del Connecticut (UConn), trascorrendo un soggiorno di studio presso quest’ultima e intraprendendo una ricerca sulle principali riforme dell’amministrazione statunitense nel Novecento.

Nel luglio 2005 è risultata vincitrice di una borsa di post-dottorato presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Bologna (corso di laurea, storia contemporanea) con un progetto sulla storia delle istituzioni coloniali.

Nel 2007 ha conseguito un assegno per la collaborazione ad attività di ricerca presso l’Università degli studi di Bologna, rinnovato nel 2008 e nel 2009. Nell’aprile 2011 è risultata vincitrice del concorso per un posto di ricercatore universitario a tempo indeterminato nel ssd SPS/03, prendendo servizio il 1° luglio 2011 presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli studi di Genova.

Nel febbraio 2015 è stata visiting fellow presso la Faculty of Arts and Social Sciences dell’Università di Kingston (London, UK). Tra il febbraio e il maggio 2016 è stata visiting fellow presso il Department of Sociology dell’Università di Goldsmiths (London, UK). Nel febbraio 2017 è stata visiting fellow presso l’Università Queen Mary (London, UK).

È in possesso dell'abilitazione nazionale di II fascia (ASN, 2012/13) per il settore concorsuale 14/B1, Storia delle dottrine e delle istituzioni politiche (settore scientifico-disciplinare SPS/03 storia delle istituzioni politiche) e per il settore concorsuale 11/A3 Storia Contemporanea (settore scientifico disciplinare M-STO/04 Storia Contemporanea). È in possesso dell'abilitazione nazionale di I fascia (ASN, 2017) per il settore concorsuale 14/B1, Storia delle dottrine e delle istituzioni politiche.

 Attività universitaria didattica e scientifica


  1. Insegnamenti ufficiali:


Storia della pubblica amministrazione, SPS/03 (a.a. 2011/2012; a.a. 2012/2013; a.a. 2013/2014; a.a 2014/2015; a.a. 2015/2016) (6 cfu, 36 ore) Corso di Laurea Magistrale in Amministrazione e Politiche Pubbliche presso la Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di Genova;

Storia delle Istituzioni Politiche, SPS/03 (a.a. 2012/2013; a.a. 2013/2014; a.a. 2014/2015) (10 cfu, 60 ore) Corso di Laurea in Scienze Politiche e dell'Amministrazione presso la Facoltà di Scienze Politiche, Università degli Studi di Genova

 

  1. Attività integrativa alla didattica:


Negli anni 2002-2003 e 2003-2004 ha collaborato all'attività didattica degli insegnamenti di Storia delle istituzioni politiche e di Storia delle istituzioni sportive il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università degli studi di Teramo, svolgendo attività seminariale. Negli anni 2005-2009 ha collaborato all'attività didattica dell'insegnamento di Storia contemporanea presso il Dipartimento di discipline storiche dell'Università degli studi di Bologna.

 

  1. Partecipa al Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Genova, Dipartimento di Scienze politiche (dal settembre 2011), attualmente Dottorato “Scienze sociali”, ed è tutor ufficiale di due tesi di dottorato. Ha svolto attività didattica presso il dottorato e nel master di I livello in Political Economy (finanziato dalla Fondazione Garrone). Ha partecipato ai Progetti di Ricerca di Ateneo (Università di Genova) 2011 (“Qualità e rendimento delle democrazie. Un’analisi multidisciplinare”); 2012 (Mercato e democrazia: prospettive e ricerche della new political economy). Fa parte del gruppo di lavoro SUA-Cds di Scienze politiche e dell’amministrazione (Università di Genova).


Membership e attività editoriali

Collabora con la Fondazione Lelio e Lisli Basso ed è nel direttivo del CRS (centro riforma dello Stato); fa parte del Comitato di redazione della rivista “Le carte e la storia” e del Comitato di direzione della rivista “Parole Chiave” (entrambe di fascia A); è nel Direttivo della “Società per gli studi di storia delle Istituzioni”; è socia della Sissco (Società italiana per lo Studio della Storia contemporanea) e della Sis (Società italiana delle storiche); fa parte del gruppo di coordinamento della Scuola per la buona politica, promossa dalla Fondazione Lelio Basso, presso la quale ha svolto attività seminariale; ha fatto parte del gruppo di studio relativo alla storia del Consiglio di Stato e a quello sulla storia della magistratura italiana nello Stato moderno e contemporaneo; collabora con l’International University College of Turin (IUC). Ha fondato e fa parte della collana editoriale Fondamenti (Ediesse editore).

 


Volumi

1) La sinistra alla Costituente. Per una storia del dibattito istituzionale, Carocci, Roma 2001;

2) La previdenza del regime. Storia dell’INPS durante il fascismo, Il Mulino, Bologna 2004;

3) L’Africa come carriera. Funzioni e funzionari del colonialismo italiano, Carocci, Roma 2012 (“Premio Grifoni”, libro di Storia edito, 2013);

4) Un socialista del Novecento. Uguaglianza, libertà e diritti nel percorso di Lelio Basso, Carocci, Roma 2015;

5) Costituzione italiana: articolo 3, Carocci, Roma 2017 (con M. Dogliani);

6) A Heterodox Marxist and his century: Lelio Basso, di prossima uscita presso Brill editore.

Curatele

1) Cura del volume, F. De Martino, Socialisti e comunisti nell’Italia repubblicana, La Nuova Italia, Firenze 2000;

2) con Mariuccia Salvati, Lelio Basso, Scritti scelti, Carocci, Roma 2003;

3) con Guido Melis e Angelo Varni, L’altra metà dell’impiego. Storia delle donne nell’amministrazione, Bononia University Press, Bologna 2005;

4) con P. Capuzzo, Centro e periferia come categorie storiografiche. Esperienze di ricerca in Italia, Spagna e Portogallo, Carocci, Roma 2009:

5) con P. Capuzzo, M. Martini, C. Sorba, Pensare la contemporaneità, Scritti per Mariuccia Salvati, Viella, Roma 2011;

6) con G. Dore, A. Morone, M. Zaccaria, Governare l’Oltremare. Istituzioni, funzionari e società nel colonialismo italiano, Carocci, Roma 2013;

7) Il progetto costituzionale dell’uguaglianza, Ediesse, Roma 2014;

8) con F. Brancaccio, Ai confini del diritto. Poteri, istituzioni e soggettività, DeriveApprodi, Roma 2017.

Saggi


1) Lelio Basso alla Costituente, in Fondazione Lelio e Lisli Basso, La via alla politica. Lelio Basso, Ugo La Malfa, Meuccio Riuni, pro­tagonisti della Costituente, Franco An­ge­li, Milano 1999, pp. 76-84; – Ugo La Malfa alla Costituente, ivi, pp. 132-6; – Meuccio Ruini alla Costituente, ivi, pp. 179-86; – Costituente, tradizioni giuridiche e trasformazioni della società.

2) Il con­tributo di Vezio Crisafulli, “Scienza & Politica”, n. 21, 1999, pp. 47-64;

3) Le radici della crisi. Gli anni sessanta e settanta in Italia, “Italia con­tem­­po­ranea”, giugno 1999;

4) La libertà degli eguali. Per un’analisi della cultura politica e istituzionale di Francesco De Martino, in E. Bartocci (a cura di), Il futuro nella storia del socialismo. Saggi sul pensiero e l’esperienza politica di Francesco De Martino Lacaita, Manduria-Roma 2002, pp. 43-182;

5) “Le Assicurazioni sociali” e il dibattito italiano e internazionale sullo Stato sociale (1933-1943), "Storia e Futuro", n. 2, 2003 (www.storiaefuturo.com);

6) L’Istituto nazionale fascista di previdenza sociale, “Le carte e la storia”, n. 2, 2003, pp. 165-174;

7) L'INPS negli anni Settanta, in L'Italia repubblicana nella crisi degli anni settanta, Rubettino, Soveria-Mannelli 2003, pp. 475-511;

8) La dirigenza femminile nelle istituzioni sportive: un percorso storico, “Trimestre”, n. 1, 2004, pp. 343-362;

9) Travet, in F. Bonini, Storia della pubblica amministrazione in Italia, Le Monnier, Firenze 2004, pp. 17-23; – Donne nell’amministrazione, ivi, pp. 46-50; – Un (piccolo) impiegato romano, ivi pp. 66-68; – Maladministration, ivi, pp. 86-88; – Velleità di rinnovamento e continuità della burocrazia, ivi, pp 111-117; – I Burosauri, ivi, pp. 139-144; – Governance ivi, pp. 169-173;

10) Lelio Basso e la difesa dei diritti, in L. Ganapini (a cura di), L’Italia alla metà del XX secolo. Conflitto sociale, Resistenza, costruzione di una democrazia, Guerini e associati, Milano 2005, pp. 175-186;

11) Alle origini della previdenza nazionale: L’INA e la Cassa mutua cooperativa italiana per le pensioni, “Le carte e la storia” n. 2, 2005, pp. 142-155;

­12) L’emarginazione femminile nella pubblica amministrazione tra le due guerre: storie di donne, in C. Giorgi, G. Melis, A. Varni (a cura di), L’altra metà dell’impiego. Storia delle donne nell’amministrazione, Bononia University Press, Bologna 2005, pp. 79-98;

13) Giuseppe Montemurri, Guido Ruberti, Carlo Pîni, G. Barcati, A. Petretti, D. Barone, Il Consiglio di Cremona, in G. Melis (a cura di), Dizionario biografico dei Consiglieri di Stato (1861-1948), Giuffré, Milano 2006;

14) “La famiglia unitissima del pubblico impiego”. in P. Iuso (a cura di), La sindacalizzazione del pubblico impiego. Dalle origini delle rappresentanze alla funzione pubblica CGIL, Ediesse, Roma 2006, pp. 179-231;

15) Governance e amministrazione nelle politiche pubbliche statunitensi: retoriche a confronto in un dibattito di fine secolo, “Mondo contemporaneo”, n. 1, 2007, pp. 131-151;

16) Politiche sociali e politiche di contrattazione nel regime fascista italiano: l’ambito previdenziale, in M. Pasetti (a cura di), Progetti corporativi tra le due guerre mondiali, Carocci, Roma 2006, pp. 203-212;

17) Il lavoro femminile nella pubblica amministrazione, in G. Vicarelli (a cura di), Donne e professioni nell'Italia del Novecento, Il Mulino, Bologna 2007, pp. 159-179:

18) Un intreccio di uomini ed istituzioni: l’INPS nella rete degli enti pubblici tra fascismo e Repubblica, in M. Cammelli (a cura di) Territorialità e delocalizzazione nel governo locale, Il Mulino, Bologna 2007, pp. 153-183;

19) Lelio Basso tra partito politico e Assemblea Costituente, in G. Monina (a cura di), 1945-1946. Le origini della Repubblica, Rubbettino, Soveria Mannelli 2007, pp. 453-483;

20) Gli enti pubblici di Beneduce nel sistema istituzionale fascista in G. Melis (a cura di), Lo Stato negli anni Trenta, Il Mulino, Bologna 2008, pp. 169-183;

21) I funzionari dell’Oltremare: tra autorappresentazione e realtà del governo coloniale, “Le carte e la storia”, n. 2, 2008, pp. 187-204;

22) L’amministrazione italiana delle colonie: le strutture e gli uomini, in P. Capuzzo, C. Giorgi (a cura di), Centro e periferia come categorie storiografiche. Esperienze di ricerca in Italia, Spagna e Portogallo , Carocci, Roma 2009, pp. 141-150;

23) The Origins and the Development of the Welfare State: Democracies and Totalitarianisms Compared in Alice Kessler-Harris and Maurizio Vaudagna (eds.), Book on the History of Social Rights in Europe and America, Otto, Torino 2009, pp. 329-345;

24) I Professionisti dell’Oltremare, in M. Malatesta (a cura di), Atlante delle professioni, Bup, Bologna 2009;

25) Una «filosofia della prassi»: il marxismo di Lelio Basso e di Francesco De Martino in “Quaderni della Fondazione Giacomo Brodolini”, 2009, pp. 119-134;

26) Il femminismo e le socialiste, in G. Bonacchi e C. Dau Novelli (a cura di), Culture politiche e dimensioni del femminile nell’Italia del ‘900, Rubbettino, Soveria Mannelli 2010, pp. 85-98;

27) La periferia fascista dell’Oltremare, in Fascismi periferici. Nuove ricerche, “L’Annale Irsifar” 2010, pp. 63-77;

28) Magistrati d’Oltremare, in “Studi storici”, n. 4, 2010, pp. 63-77;

29) (con A. Morone), Colonie celebrate, colonie dimenticate. L’Unità d’Italia e l’Africa, in “Le carte e la storia”, numero speciale, 2011, pp 76-96:

30) L’inclusione differenziale nell’Italia coloniale, in Angelini, Benvenuti, Schillaci (a cura di), Le nuove frontiere del diritto dell’immigrazione: integrazione, diritti, sicurezza, Jovene, Napoli 2011, pp. 9-26;

31) Diritto, società e Costituzione nell’elaborazione di Lelio Basso in “Democrazia e Diritto”, 1-2, 2011, pp. 284-294;

32) Celebrazione nazionale e consenso coloniale, in Bilancia, Di Sciullo. Gianelli, Paternò, Rimoli, Salerno (a cura di), Fardelli d’Italia. L’Unità nazionale tra coesione e conflitti, Edizione Scientifica, Napoli 2011, pp. 71-86,

33) Politiche sociali e fascismo nel dibattito storiografico, in P. Mattera (a cura di), Momenti di welfare in Italia, Carocci, Roma 2012, p. 55-65;

34) The Allure of the Welfare State, in G. Albanese, R. Pergher, In the Society of Fascists. Acclamation, Acquiescence, and Agency in Mussolini's Italy, Palgrave Macmillan, Oxford, 2012, p. 131-148;

35) (con G. Bonacchi), La Comune di Parigi e la cittadinanza attiva, in Tempo di beni comuni, Ediesse, Roma 2013, pp. 383-402;

36) Soggetti e politiche della mobilità coloniale in I. Rosoni, U. Chelati Dirar (a cura di), Votare con i piedi. La mobilità degli individui nell’Africa coloniale italiana, Eum, Macerata 2012, pp. 199-230;

37) Le istituzioni del Welfare, in M. Meriggi, L. Teodoldi (a cura di), Storia delle istituzioni politiche, Carocci, Roma 2014, pp. 169-194;

38) La fantasia giuridica del costituente: Lelio Basso e il secondo comma dell’articolo 3 in C. Giorgi (a cura di), Il progetto costituzionale dell’eguaglianza, Ediesse, Roma 2014, pp. 53-70;

39) Le politiche sociali del fascismo, “Studi storici” (numero monografico su Fascismo: Itinerari storiografici da un secolo all’altro), 2014, 1, pp. 93-107.

40) La storia costituzionale d’Italia tra interpretazioni storiche, scelte del presente e prospettive future, “Diritto Pubblico”, n. 3, 2015;

41) Le nuove geografie del potere, in “La Rivista delle politiche sociali”, 2-3, 2015;

42) Intervento in Pensare la Corte costituzionale. La prospettiva storica per la comprensione giuridica, “Nomos”, 2, 2015;

43) Socialismo/comunismo: questione terminologica e implicazioni politiche, in “Parole chiave”, 2015, 52;

44) (con F. Di Pasquale), The «Worker Nuns of Nigrizia». The Pious Mothers of Nigrizia between Italy and Africa during the Imperial Age (1872-1950), in E. Olivito (ed.by) Gender and Migration in Italy, Ashgate, 2016, pp. 21-39;

45) Colonialismo e storia d’Italia: lo stato degli studi, in G. Bascherini, G Ruocco (a cura di), Lontano vicino. Metropoli e colonie nella costruzione dello Stato nazionale italiano, Jovene, Roma 2016, pp. 35-61;

46) (con G. Bonacchi), Due di diritto. Differenza sessuale e cittadinanza in A. Pitino (a cura di), Interventi di contrasto alla discriminazione e alla violenza sulle donne nella vita pubblica e privata, Giappichelli, Torino 2016, pp. 101-113;

47) La Corte costituzionale tra storia, protagonisti e dilemmi  in “Rivista critica del diritto privato”, 2016;

48) Benedict Anderson e il potere dell’immaginazione, “Storicamente”, n. 12, 2016, pp. 1-16;

49) Le sinistre e il nuovo assetto costituzionale. Il progetto dell’uguaglianza, in L’età costituente 1945-1948, a cura di G. Bernardini, M. Cau, C. Nubola e G. D’Ottavio, Il Mulino, Bologna 2017;

50) Die Sozialpolitik der faschistischen Partei, in S. Cavazza/T. Großbölting/C. Jansen (Hg.), Massenparteien im 20. Jahrhundert. Christ- und Sozialdemokraten, Kommunisten und Faschisten in Deutschland und Italien, Franz Steiner Verlag, Wiesbaden, 2017 (in corso di stampa);

51) L’uguaglianza tra diritto e storia (italiana). Momenti e figure di un principio costituzionale di “Costituzionalismo.it”, 3, 2017

52) L’uguaglianza sostanziale nel lungo dibattito costituente, “Rivista Trimestrale di Diritto Pubblico”, 1, 2018;

53) Pensare il presente, riconquistare il futuro. L’attualità del Capitale di Marx, “Critica Marxista”, 6, 2017;

54) Dei molti e diversi confini dell’amministrazione coloniale di prossima pubblicazione.