SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Federico SCARANO

BIOGRAFIA

Nato a Napoli il 14/01/1963, ricercatore confermato di Storia delle relazioni internazionali. Insegna Storia dell’Integrazione europea e Relazioni internazionali dell’Europa orientale presso l’Università di Cagliari. Svolge inoltre un corso di Storia delle Relazioni internazionali presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Napoli «L’Orientale». È stato docente ospite in varie università tedesche ed austriache.
Laureato in Scienze Politiche con 110/110 e lode il 18 luglio 1986 all'Università di Napoli «Federico II» con una tesi in Storia dell’America dal titolo La politica estera e la dottrina Nixon. Dottore di ricerca in Storia delle Relazioni Internazionali, presso l'Università di Roma «La Sapienza» il 15 settembre 1992.
Ha studiato con vari professori quali Riccardo Campa, Giorgio Melis, Simona Colarizi, Matteo Pizzigallo, Renzo De Felice (quest’ultimo presente nel collegio del dottorato). In particolare è allievo del professor Pietro Pastorelli, emerito dell'Università «La Sapienza» di Roma, già direttore del Servizio storico del Ministero degli Esteri e tuttora curatore della pubblicazione dei Documenti Diplomatici Italiani. E’ stato borsista presso l’Istituto Italiano di Studi Filosofici di Napoli, inoltre borsista postdottorato e cultore della materia presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Napoli “Federico II” e cultore della materia presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Roma Tre. In entrambe le università ha svolto attività didattica e seminariale. Nel periodo 1997-1998 è stato borsista CNR e borsista CNR-NATO all’estero presso l’Institut für Internationale Politik del Geschwister Scholl Institut dell’Università di Monaco di Baviera. Ha vinto la borsa di studio Raffaele Guariglia del centro Studi Guariglia di Raito (Salerno). E’ stato professore a contratto di Storia delle relazioni internazionali presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli. E’ stato assegnista di ricerca presso l’Università di Cagliari ed in seguito a concorso ricercatore dal settembre 2002 e ricercatore confermato dal 2006.
È specialista delle relazioni politico-diplomatiche tra l’Italia ed il mondo tedesco e di storia della politica estera italiana e tedesca. Le sue ricerche sono basate su approfondite ricerche negli archivi italiani e stranieri. Il suo lavoro principale è uno studio delle relazioni diplomatiche tra l’Italia fascista e la Repubblica di Weimar che ha ottenuto riconoscimenti anche all’estero.
Attualmente le sue ricerche vertono sul problema dell’Alto Adige – Sudtirolo tra l’Italia ed il mondo tedesco ed in particolare riguardo alle opzioni dei sudtirolesi del 1939 e sul ruolo di Antonio Segni nell’integrazione europea. Si è inoltre occupato della storia del difficile rapporto tra la Repubblica Federale di Germania ed Israele.
Ha svolto studi, ricerche e partecipato a convegni internazionali in Italia e all’estero: in Germania, Austria, Finlandia, Stati Uniti e Gran Bretagna. Tra le università straniere in cui ha tenuto seminari, lezioni, o partecipato a conferenze si citano: Leipzig, Innsbruck, Kassel, Hildesheim, Magdeburg, Marburg, Monaco di Baviera, Helsinki e Turku.
E’ stato autore di numerosi articoli storici di carattere pubblicistico su «Il Mattino» di Napoli, «Occidente», (Roma), «Limes. Rivista italiana di geopolitica», (Roma) e per l’edizione in lingua italiana della radio nazionale tedesca «Deutschlandfunk» di Colonia. Ha fatto parte del comitato di redazione di «”1989”. Rivista di Diritto Pubblico e di Scienze politiche» (Napoli) fino a quando la rivista non ha cessato le pubblicazioni nel 2003.
Ha inoltre collaborato alla pubblicazione della nuova edizione italiana, a cura di Pietro Pastorelli, del manuale di Jean Baptiste Duroselle dal titolo Storia diplomatica dal 1919 ai nostri giorni, Milano, LED 1998 ed è autore di numerose recensioni scientifiche pubblicate su «Journal of European Integration History», «Storia Contemporanea» (Bologna) e su «Nuova Storia contemporanea» (Roma) e su «"1989". Rivista di Diritto Pubblico e Scienze Politiche» (Napoli).

PUBBLICAZIONI

1) Mussolini e la Repubblica di Weimar. Le relazioni diplomatiche tra Italia e Germania dal 1927 al 1933, Napoli, Università degli Studi di Napoli, Quaderni della Facoltà di Scienze Politiche, 42, Giannini, 1996.

2) Raffaele Guariglia. L’uomo e il diplomatico al servizio dello Stato, Raito, Provincia di Salerno, 2.002

3) I rapporti Cino-Americani nell'era Reagan, «Mondo Cinese», n. 57, marzo 1987, Milano.

4) La pubblicazione dei documenti diplomatici della Repubblica Federale di Germania «1989. Rivista di Diritto Pubblico e di Scienze Politiche», VII, n. 3/1997, Napoli.

5) Le relazioni diplomatiche tra l'Italia e il mondo tedesco nel 1948, in Ripensare il 1948. Politica, economia, società, cultura. Atti del Convegno "Il 1948 cinquant'anni dopo" Urbino - Pesaro 6-7-8 novembre 1998, a cura di Giovanni Tocci, Ancona, Il lavoro editoriale, 2.000.

6) Prime osservazioni su fascismo e antifascismo nell'emigrazione italiana fra le due guerre. «"1989". Rivista di Diritto Pubblico e Scienze Politiche», X, n. 2/2000 Napoli.

7) La Germania di Adenauer e la questione dell'Alto Adige, «"1989". Rivista di Diritto Pubblico e Scienze Politiche», X, n. 3/2.000 Napoli.

8) Le fonti storiografiche della riunificazione tedesca, «"1989". Rivista di Diritto Pubblico e Scienze Politiche», X, N. 4/2.000 Napoli.

9) Antonio Segni e la politica estera, «"1989". Rivista di Diritto Pubblico e Scienze Politiche», XI, n. 1/2.001 Napoli.

10) Il problema tra Roma e Berlino delle "opzioni" dei sudtirolesi nel 1939 «"1989". Rivista di Diritto Pubblico e Scienze Politiche», XI, n. 2/2001 Napoli.

11) Le crisi del 1956 nella politica della Repubblica Federale di Germania, ‹‹Storia politica e cooperazione internazionale››, n. 5/ 2.001 Roma.

12) Di chi è l’Alto Adige? Una disputa fra storici italiani, austriaci e tedeschi, «Limes. Rivista italiana di geopolitica», n. 5, 2002 Roma

13) La Finlandia e la politica estera italiana fra le due guerre, «Settentrione, Rivista di studi italo-finlandesi», n.15-16/2003-2004 Turku

14) Il dibattito storiografico sulla recente storiografia in lingua tedesca relativa alla questione dell’Alto Adige –Sudtirolo in Università di Cagliari, «Studi in onore di Mariella Serra», a cura di Maria Corona Corrias, Napoli, Jovane, 2007.

15) Il ruolo delle donne nella politica in Germania: la “patriarca” del giornalismo tedesco e la prima “cancelliera”, in Nel segno dell’empowerment femminile. Donne e Democrazia politica in Italia e nel mondo. A cura di Cecilia Dau Novelli, Cagliari, Aipsa, 2007.

16) Gli Stati Uniti e le forniture militari segrete ad Israele: Strade tedesche e diversioni italiane (1961-1965) in Stati Uniti e Italia nel Mediterraneo. Operazioni di pace e di guerra, a cura di Liliana Saiu, Milano, Franco Angeli, 2008.

17) Das Problem Südtirols in der ersten Phase des Zweiten Weltkriegs: Die Optionen. In Italien und Europa. Festschrift für Hartmut Ullrich zum 65. Geburstag, herausgegeben von Annette Jünemann, Emanuel Richter e Guido Thiemezer, Frankfurt a/M, Peter Lang, 2008.

18) ) Italien, die italienische Linke und die Römischen Verträge im historischen Rückblick, in Vom gemeinsamen Markt zur europäischen Unionsbildung 50 Jahre Römischen Verträge 1957-2007, herausgegeben von Michael Gehler, Köln- Wien, Böhlau, 2009.

19) Antonio Segni, Konrad Adenauer e l’integrazione europea, in L'Italia nella costruzione europea. Un bilancio storico (1957-2007) a cura di Piero Craveri e Antonio Varsori, Franco Angeli, Milano, 2009.