SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Ernesto De Cristofaro

Università degli Studi di Catania

BIOGRAFIA

Ernesto De Cristofaro (1972), Laurea in Giurisprudenza (Università di Catania, 1994) Laurea in Filosofia (Università di Venezia, 2001), Dottorato di Ricerca in “Profili della cittadinanza nella costruzione dell’Europa” (Università di Catania, 2005). Ha lavorato come borsista presso il Max-Planck-Institut für europäische Rechtsgeschichte di Frankfurt am Main (2004, 2009) e presso la Lloyd Robbins Collection dell’Università della California-Berkeley (2004, 2006). Dal novembre 2010 al febbraio 2020 ha prestato servizio come Ricercatore di Storia del diritto medievale e moderno presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania. Presso il medesimo, è attualmente professore associato di Storia del diritto medievale e moderno. Negli anni accademici 2014-15 e 2015-16, ha insegnato Diritto comune e Storia del diritto medievale e moderno presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Messina. Negli anni accademici 2014-15 e 2015-16, presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania, ha coordinato il Laboratorio di Ateneo sul tema “Genesi e trasformazioni degli strumenti normativi di contrasto alle associazioni mafiose”.

Ha scritto sulle riviste: «Segno», «Rechtsgeschichte», «Quaderni fiorentini», «Materiali per una storia della cultura giuridica moderna», «Belfagor», «Discipline filosofiche», «Sociologia del diritto», «Snodi. Pubblici e privati nella storia contemporanea», «Laboratoire italien», «Micromega – Il rasoio di Occam», «Cahiers poitevins d’histoire du droit» «Il mestiere di storico», «Journal of constitutional history», «Siculorum Gymnasium», «Historia et Ius» «Italian review of legal history», «Trauma and memory», «Beccaria. Revue d'histoire du droit de punir», ha curato l’edizione dei seguenti lavori: P. Barcellona, R. De Giorgi, S. Natoli, Fine della storia e mondo come sistema (Dedalo 2003); Precursori dello sterminio. Binding e Hoche all’origine dell’“eutanasia” dei malati di mente in Germania (Ombre Corte, 2012; con Carlo Saletti), Il domicilio coatto. Ordine pubblico e politiche di sicurezza in Italia dall’Unità alla Repubblica (Bonanno, 2015); Le verità nascoste. Da Aldo Moro a Piersanti Mattarella e Pio La Torre (La Zisa, 2017). Ha scritto i libri: Sovranità in frammenti. La semantica del potere in Michel Foucault e Niklas Luhmann (Ombre Corte 2007), Codice della persecuzione. I giuristi e il razzismo nei regimi nazista e fascista (Giappichelli 2008), Il senso storico della verità. Un percorso attraverso Foucault (Il Melangolo, 2008).