SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Enzo FIMIANI

Professore associato di Storia contemporanea, Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara

BIOGRAFIA

Nato a Pescara nel 1959, è laureato in Scienze politiche (1983) e specializzato in Storia (1985) con massimo dei voti e lode nell’Università di Urbino.

Come bibliotecario, ha lavorato nelle Università di Modena (1987-1989) e G. D’Annunzio di Chieti-Pescara (1990-2005; dal 2016 ad oggi); e nella Provincia di Pescara (2005-2016). Già direttore, a Pescara, della Biblioteca centrale universitaria (2001-2005) e della Biblioteca Provinciale (2005-2016), ha coordinato il Sistema bibliotecario d’Ateneo dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara (2016-2020).

Nella stessa Università, è stato responsabile del Personale tecnico-amministrativo (2019-2021) e consigliere di Amministrazione (2016-2020), ed è delegato del Rettore per le risorse bibliografiche digitali e per l'Archivio storico d'Ateneo.

Come storico, dal 1° dicembre 2021 è professore associato di Storia contemporanea nel Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara.

Relatore in convegni nazionali e internazionali, collabora a ricerche nazionali (tra cui: La prassi dei neutralisti in Italia, 1914-1915, Università di Bologna) e tiene corsi di aggiornamento per insegnanti.

È stato tra i collaboratori più impegnati del Dizionario di storia; de Il fascismo. Dizionario di storia (B. Mondadori, 1993 e 1998); del Dizionario biografico degli italiani Treccani.

Ha fatto parte del: Centro interuniversitario di studi e ricerche storico-militari; Gruppo di studio italo-tedesco per la storia contemporanea italiana; Centro studi sulla storia della propaganda e della comunicazione politica; Centro abruzzese ricerca elettorale.

Ha coordinato ricerche storiche nazionali, tra cui La partecipazione del Mezzogiorno alla Liberazione italiana, 1943-1945 (Anpi).

È componente del comitato scientifico nazionale dell’Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia, 1943-1945 (Anpi-Insmli) e del progetto: “Spaventa 2022”, giornate di studio nazionali per il bicentenario della nascita di Silvio Spaventa (1822-1893), promosso dall’Università degli studi “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara e dalla Fondazione Spaventa di Bomba (Chieti).

Collabora con l’Istituto nazionale Ferruccio Parri, Rete degli istituti storici della Resistenza e dell'età contemporanea di Milano, componente del Comitato scientifico (2015-2020) e del Consiglio di indirizzo (dal 2021).

Attivo nella Sissco, è stato membro della Commissione archivi e biblioteche (2015-2019).

A lungo nell’Istituto abruzzese per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea (1995-2008; e dal 2015), anche come direttore della rivista «Abruzzo Contemporaneo» (2001-2008; e dal 2015 in poi), oggi ne è  direttore scientifico.

Collaboratore didattico di Storia moderna e contemporanea (1992-2003) e docente a contratto di Storia dei partiti politici (2004-2009) nell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara, dal 2010 al 2017 ha insegnato Ricerca e documentazione storica on-line nell’Università telematica L. da Vinci di Chieti.

Fa parte del comitato scientifico della Fondazione Brigata Maiella e di Liberation Route Europe - Italia; e del direttivo dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, comitato di Chieti-Pescara.

Su nomina del ministro dell'Istruzione, è stato presidente del Conservatorio di musica L. D’Annunzio di Pescara (2015-2019).

Dal Presidente della Repubblica, è stato insignito dell'onorificenza di cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica per le attività culturali (2012).

PUBBLICAZIONI

Volumi monografici:

Guerra e fame. Il secondo conflitto mondiale e le memorie popolari, Lanciano, Itinerari 1997

Pescara: la città veloce, Pescara 1998

«L’unanimità più uno»: plebisciti e potere, una storia europea (secoli XVIII-XX), Firenze, Le Monnier 2017

Volumi, curatele scientifiche:

Fascismo e poteri locali. La revisione delle circoscrizioni amministrative in Abruzzo [con L. Ponziani], L’Aquila 1999

L\'Abruzzo dalla ricostruzione alla regionalizzazione: percorsi di ricerca, L’Aquila 2002

«Nella patria ritrovata». Diario di un partigiano della Majella, 1943-1944, Chieti 2003

L’Abruzzo nel secondo dopoguerra: ricostruzione e nuovo esodo, L’Aquila 2006

1927. La vita quotidiana a Pescara e nel suo territorio, Pescara 2008

Vox populi? Pratiche plebiscitarie in Francia, Italia, Germania (secoli XVIII-XX), Bologna, Clueb 2010

Dizionario della Grande guerra, [con G. Corni], L’Aquila, Textus 2014

Le Costituzioni italiane 1796-1948, [con M. Togna], L’Aquila, Textus 2015

La partecipazione del Mezzogiorno alla Liberazione d’Italia (1943-1945), Firenze, Le Monnier 2016

Dal fascismo alla Repubblica: quanta continuità? Numeri, questioni, biografie, [con M. De Nicolò], Roma, Viella, 2019

 L’Italia repubblicana. Costruzione, consolidamento, trasformazioni. Volume I: Il primo ventennio democratico (1946-1966), [con M. Ridolfi e P. Gabrielli], Roma, Viella, 2020

Tra i saggi e contributi:

I militari italiani prigionieri di guerra: note storiografiche, in «Rivista di Storia Contemporanea» XXIII-XXIV (1994/95) n. 3, pp. 418-424

Per una storia delle teorie e pratiche plebiscitarie nell’Europa moderna e contemporanea, in «Annali dell’Istituto Storico Italo-Germanico in Trento», XXI, Bologna, il Mulino 1995, pp. 267-333

La legittimazione plebiscitaria nel fascismo e nel nazionalsocialismo. Un’interpretazione comparata, in «Quaderni Storici» XXXII (1997), n. 94, pp. 183-224

Clero e gerarchia ecclesiastica delle diocesi di Valva-Sulmona tra fascismo, guerra e dopoguerra (1937-1947), in Cattolici, chiesa e Resistenza in Abruzzo, a cura di F. Mazzonis, Bologna, il Mulino 1997, pp. 161-198

«La corporazione dei silenziari»: aspetti del regime fascista a Chieti e Pescara (1921-1934), in «Abruzzo Contemporaneo. Rivista di Storia e Scienze Sociali», (1999), nn. 8-9, pp. 55-108

La legittimazione plebiscitaria nella ‘modernità’: una categoria ?, in La forma della libertà. Categorie della razionalizzazione e storiografia, ed. by G. Valera, London, Lothian Foundation Press 2000, pp. 289-298

Una città-piazzaforte del Mezzogiorno italiano: Pescara tra XVI e XIX secolo, in Le città del Mezzogiorno nell’età moderna, a cura di A. Musi, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane 2000, pp. 81-112

Fascismo e regime tra meccanismi statutari e “costituzione materiale” (1922-1943), in Lo Stato fascista, a cura di M. Palla, Firenze, La Nuova Italia 2001, pp. 79-176

«Raggiungi cento per cento!»: mobilitazione, adesione, coercizione nei plebisciti fascisti (1929-1934), in Storia delle campagne elettorali in Italia, a cura di P.L. Ballini e M. Ridolfi, Milano, B. Mondadori 2002, pp. 168-192

Il «manto ricco di pieghe» del plebiscitarismo: appunti di ricerca, in «Nuovi Studi Politici», XXXII (2002), n. 4, pp. 117-126

I linguaggi politici del fascismo al tempo dei plebisciti, in Propaganda e comunicazione politica. Storia e trasformazioni nell\'età contemporanea, a cura di M. Ridolfi, Milano, B. Mondadori 2004, pp. 183-208

Il digiuno dell\'orco: ovvero la «classe politica» del fascismo, in «Passato e Presente», XXII (2004), n. 63, pp. 141-150

«Convincere il popolo della necessità di quello che accade»: profili della propaganda elettorale nei regimi nazifascisti (1929-1938), in Propagande contro. Modelli di comunicazione politica nel XX secolo, a cura di A. Baravelli, Roma, Carocci - Bologna, Istituto Gramsci 2005, pp. 163-197

Il fascismo in provincia. Organizzazione di partito, mobilitazione politica, controllo sociale nell’Abruzzo chietino, in Filippo Mazzonis. Studi, testimonianze e ricordi, a cura di F. Bonini, M.R. Di Simone, U. Gentiloni Silveri, Pescara, Edizioni Scientifiche Abruzzesi 2008, pp. 377-398

Un profilo di Giacomo Acerbo notabile e politico nell’Abruzzo sotto il fascismo, in La ferrovia elettrica Penne-Pescara 1929-1963, a cura di R. Gallerati, Pescara 2008, pp. 61-69

I diari di Victor Klemperer. Propaganda e mobilitazione politica, elezioni e plebisciti nella Germania nazionalsocialista (1933-1938), in «Studi Storici», L (2009), n. 2, pp. 293-331

Elections, plebiscitary elections and plebiscites in Fascist Italy and Nazi-Germany: comparative perspectives, in Voting for Hitler and Stalin. Elections under 20th Century Dictatorships, edited by, R. Jessen and H. Richter, Frankfurt a. M.-New York, Campus-Chicago U.P. 2011, pp. 231-253

L’anello che non tiene. L’Italia unita, i suoi 150 anni e le mancate mitopoiesi statuali, in 1861: nasce l’Italia, a cura di S. Trinchese, Chieti 2011, pp. 74-79

«Specialissime condizioni locali»? Un’idea di Sulmona nel fascismo, in G. Di Tommaso, Sulmona in camicia nera. Immagini di un’epoca, a cura di B. Ricottilli e R. Carrozzo, Sulmona, Emmetre, 2012, pp. 11-28

Due secoli di concezioni e pratiche plebiscitarie del potere in Europa: un profilo interpretativo, in Potere e violenza. Concezioni e pratiche dall’antichità all’età contemporanea, a cura di A. De Benedictis et al., Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2012, pp. 167-185

La ricezione pubblica del discorso plebiscitario in Germania e in Italia (1929-1938), in Le parole in azione. Studi sulla ricezione del discorso politico tra ‘800 e ‘900, a cura di P. Finelli, G.L. Fruci, V. Galimi, Firenze, Le Monnier 2012, pp. 146-168

Prefazione a Le stragi nazifasciste del 1943-1945. Memoria, responsabilità e riparazione, a cura dell’Anpi, Roma, Carocci 2013, pp. 9-16

Abruzzo, in «Abbasso la guerra!». Neutralisti in piazza alla vigilia della prima guerra mondiale in Italia, a cura di F. Cammarano, Firenze, Le Monnier 2015, pp. 523-534

Ettore Troilo politico: un profilo interpretativo, in Ettore Troilo, Brigata Maiella e nascita della Repubblica, a cura di N. Mattoscio, Ortona, Menabò 2015, pp. 103-135

La Linea Gustav, [con T. Baris], in Zone di guerra, geografie di sangue. Le stragi naziste e fasciste in Italia (1943-1945), a cura di G. Fulvetti e P. Pezzino, Bologna, il Mulino 2017, pp. 229-230, 247-266, 540-541

Acerbo e gli altri. Fascismo, identità abruzzese e cortocircuiti della modernità, in Sul cammino della modernità. Protagonisti abruzzesi dall’Unità d'Italia al secondo dopoguerra, a cura di F. de Leonardis e F. Masciangioli, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2017, pp. 71-82

Dall’altra parte della piazza. Il I reparto Celere a Roma nel 1977, in Il movimento del ’77. Radici, snodi, luoghi, a cura di M. Galfré e S. Neri Serneri, Roma, Viella, 2018, pp. 283-298

Di Cefalonia e altre catastrofi, in «Storia e problemi contemporanei», V n.s. (2018), n. 78, pp. 171-180

«Superare la democrazia con la stessa democrazia»: potere esecutivo, unanimismo e popolo nell’Europa tra le due guerre, in Genealogie e geografie dell’anti-democrazia nella crisi europea degli anni Trenta. Fascismi, corporativismi, laburismi, a cura di L. Cerasi, Venezia, Edizioni Ca’ Foscari, 2019, pp. 53-73

Guardare l’Italia dalla parte delle radici: il male oscuro della Repubblica, in Dal fascismo alla Repubblica: quanta continuità? Numeri, questioni, biografie, a cura di M. De Nicolò e E. Fimiani, Roma, Viella, 2019, pp. 9-19

La Resistenza plurale: guerra e società, politica e “Patria” nella storia della Brigata Maiella (1943-1945), in «Abruzzo Contemporaneo. Rivista di Storia e Scienze Sociali», XXIV-XXV (2018-2019), nn. 47-48, pp. 74-94

Origini e principio di una Repubblica: una breve interpretazione di lungo periodo del caso italiano, in L’Italia repubblicana. Costruzione, consolidamento, trasformazioni. Volume I: Il primo ventennio democratico (1946-1966), a cura di Maurizio Ridolfi, Patrizia Gabrielli, Enzo Fimiani, Roma, Viella, 2020, pp. 15-29

La “vittoria mutilata”: dal mito alla storia, in Le elezioni del 1919. Alle origini del sistema politico dell’Italia contemporanea, a cura di G. Schininà, Firenze, Le Monnier, 2021, pp. 149-177

Muoversi da notabili nel Mezzogiorno italiano tra ottocento e novecento: il caso abruzzese, in «Società e Storia», XLIV (2021), n. 171, pp. 87-125, DOI: 10.3280/SS2021-171004

Del brigantaggio e di altre storie al tempo del fascismo, in Guerra ai briganti, guerra dei briganti (1860-1866). Storiografia e narrazioni, a cura di Nicola Labanca e Carlo Spagnolo, Milano, Unicopli, 2021, pp. 37-64

Occupying Spaces, Disciplining Bodies: for a Cultural History of the “Celere” and Mobile Police Units in Republican Italy, in «Journal of Modern Italian Studies», XXVII (2022), n. 2, DOI:  10.1080/1354571X.2021.2009218

«Lo Stato fascista fermo come su granito»: cortocircuiti di regime tra mito di Roma antica e realtà statuale , in 1922-2022: il mito di Roma e il fascismo, a cura di Elvira Migliario e Gianni Santucci, Firenze, Le Monnier, 2022 [in corso di stampa]