SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Claudio Staiti

foto di Claudio StaitiBIOGRAFIA

Dopo la laurea in Lettere, ha conseguito nel 2019 il dottorato in Storia contemporanea presso l’Università di Messina durante il quale è anche stato Ph.D. Visiting Student presso la Columbia University di New York.

Nel triennio 2017-2020 è stato borsista di ricerca presso il Centro Universitario Cattolico (CUC) con un progetto su L'episcopato siciliano e la Grande guerra (1915-1919). Attualmente svolge una ricerca per conto della Fondazione Biblioteche Cassa di Risparmio di Firenze sul tema Cronaca di una pandemia. La “Spagnola” sulla stampa in Italia, Francia e Gran Bretagna (1918-1920) ed è Adjunct Assistant Professor presso la University of Maryland Global Campus (base di Sigonella, Sicilia).

Al centro dei suoi interessi di ricerca ci sono soprattutto la storia della Sicilia nel '900, la Prima guerra mondiale, le scritture popolari della Grande guerra e la storia dell’emigrazione italiana negli Stati Uniti. Ha pubblicato su riviste nazionali e partecipato a conferenze e workshop in Italia, Francia e Regno Unito.

Fa parte del gruppo di ricerca "La devianza in Italia dall'Unità al fascismo: rappresentazioni e figure" promosso dall'Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea di Cuneo, in cui porta avanti uno studio su Il pacifista in età liberale. Collabora con il neonato Archivio Siciliano della Scrittura Popolare presso il Centro di studi filologici e linguistici siciliani di Palermo.

Dal 2014 è giornalista pubblicista e collabora con il quotidiano «Gazzetta del Sud».

 

PUBBLICAZIONI

Curatele e traduzioni

▪ Vincenzo D’Aquila, Io, pacifista in trincea. Un italoamericano nella Grande guerra, a cura e traduzione di Claudio Staiti, prefazione di Emilio Franzina, Donzelli, Roma 2019.

Articoli in rivista

«Vedi dunque che il caso è molto grave». Lettere di familiari a sospettati di diserzione nella Grande Guerra: tre esempi "siciliani", in «Humanities», a. V, n. 9, Gennaio 2016, Messina, Università degli Studi, pp. 127-144;
Il terremoto di Messina del 1908 nei giornali italiani di New York, in «Altreitalie», n. 58, Gennaio-Giugno 2019, pp. 5-39.

Saggi in volume

L’«odissea di guerra e pazzia» di Vincenzo D’Aquila. Un pacifista in trincea, in Guerra e scienze della mente in Italia nella prima metà del Novecento, a cura di Dario De Santis, Aracne Editrice, Roma 2019, pp. 187-211;
Due Patrie, due lealtà: gli italoamericani e la Grande guerra in Cittadinanze trasversali, a cura di Daniele Pompejano, Lina Panella e Angela Villani, Cedam, Padova 2020, pp. 231-249;
Soldiers’ Writings as Sources for Studying the Great War: The Case of Sicily and the Sicilian American Combatants in Des Sources pour une Plus Grande Guerre / Sources for a Greater War, a cura di Damien Accoulon, Aude-Marie Lalanne Berdouticq e Julia Ribeiro, Éditions Codex, Ploemeur 2020, in stampa.

Atti di convegno

Vicende di un percorso: da volontario di guerra a pacifista in Dopo la Grande Guerra. Dalle distruzioni materiali alle ripercussioni fisiche, morali e sociali. Atti del Convegno di studi (Pesaro, 9 novembre 2019), a cura di Stefano Orazi, Istituto per la storia del Risorgimento italiano - Comitato di Pesaro e Urbino, Argalia, Urbino 2020, pp. 63-87.

Recensioni

Danielle Battisti, Whom We Shall Welcome. Italian Americans and Immigration Reform, 1945-1965, Fordham University Press, New York 2019, in «Italian Americana», Vol. XXXIX, N. 2, Summer 2020, pp. 198-200.