SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Massimiliano VALENTE

Università Europea di Roma, Dipartimento di Scienze Umane

BIOGRAFIA

Laureato in Scienze Politiche (indirizzo politico-internazionale), ha conseguito nel 2001 il titolo di Dottore di Ricerca in Politica e Società nella Storia dell’Età Moderna e Contemporanea presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma e, nel 2004, il diploma di archivistica presso la Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica. Dal 1993 al 1994, ha svolto il servizio militare presso il Centro Militare di Studi Strategici (Ce.Mi.S.S.) del Centro Alti Studi della Difesa (C.A.S.D.) di Roma. Nel 2000 è stato borsista presso la Fondazione Giulio Pastore di Roma per la realizzazione di una ricerca sul “Sindacalismo in Italia e in Germania nel secondo dopoguerra”. Dal 2001 al 2002 è stato borsista presso il Centro Studi e Ricerche sul Concilio Vaticano II della Pontificia Università Lateranense per la realizzazione di una ricerca incentrata sul tema “la Conferenza Episcopale Italiana e il Concilio Vaticano II”. Successivamente, nel 2002, ha conseguito l’assegno di ricerca semestrale riservato a dottori di ricerca italiani offerto dal Deutsches Historisches Institut in Rom. Nella circostanza la ricerca è stata dedicata al ruolo del nunzio Eugenio Pacelli in Germania durante la prima guerra mondiale. Sempre con il medesimo Istituto ha proseguito la collaborazione attraverso ulteriori contratti di ricerca: nel 2002-2003 per la compilazione di una analisi bibliografica relativa ai rapporti tra Santa Sede e Germania nel pontificato di Pio XI; nel 2004-2006 ha curato l’edizione della documentazione diplomatica relativa ai rapporti tra la Santa Sede e la Germania nel pontificato di Leone XIII per gli anni 1880-1884. Il progetto è stato realizzato grazie ad un finanziamento della Deutsches Forschungsgemeinschaft (DFG).
Dal giugno 2003 al maggio 2004 è stato officiale, con contratto annuale, dell’Archivio Segreto Vaticano dove ha collaborato all’ordinamento dello Schedario Alfabetico del fondo “Ufficio Informazioni Vaticano per i Prigionieri di Guerra” e alla redazione dell’introduzione all’inventario del medesimo fondo; quindi al riordinamento e all’inventariazione dell’Archivio della “Nunziatura Apostolica in Jugoslavia” per il periodo 1920-1939. Dal giugno 2004 al gennaio 2009 è stato officiale in ruolo al Pontificio Comitato di Scienze Storiche.
Dal 2002 è stato cultore della materia e ha svolto attività seminariali presso alcuni atenei romani (Università degli Studi La Sapienza di Roma, Università degli Studi Roma Tre, Libera Università Maria Ss. Assunta-LUMSA, Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli-LUISS e Università Europea di Roma).

Nel 2008, in seguito al superamento del concorso pubblico, è divenuto ricercatore in Storia Contemporanea (S.S.D. M-STO/04), con presa di servizio nel 2009 e conferma nel 2012, presso l'Università Europea di Roma. Nel 2013, ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale a professore di II fascia (associato) nel settore concorsuale 11/A3 (Storia Contemporanea), con chiamata in ruolo nel 2015 sempre presso l’Università Europea di Roma. Nel 2020, ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale a professore di I fascia (ordinario) nel settore concorsuale 11/A3 (Storia Contemporanea).

È membro del collegio dei docenti del dottorato di ricerca in “Scienze dell’Economia Civile. Governance, Istituzioni e Storia” dell’Università LUMSA di Roma. È socio del Römisches Institut der Görres Gesellshaft (RIGG), della Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea (SISSCO) e dell’Associazione Italiana di Studi di Storia dell’Europa Centrale e Orientale (AISSECO) e membro del “Cushwa Center for the Study of American Catholicism – Rome Advisory Committee” della University of Notre Dame (Indiana, USA).

Sul piano della ricerca si occupa della politica internazionale della Santa Sede nell’epoca contemporanea, con particolare riferimento ai rapporti con la Prussia e con l’Impero germanico nell’Ottocento e con la prima e la seconda Jugoslavia nel Novecento; la storia della Curia Romana nel XIX e XX secolo, soprattutto della Segreteria di Stato e della Congregazione degli Affari Ecclesiastici Straordinari; il Vaticano e la diplomazia dell’assistenza nelle due guerre mondiali; l’Ostpolitik della Santa Sede in relazione alla Repubblica Federativa Socialista Jugoslava; la Chiesa e il processo d’integrazione europea; l’analisi dell’attività svolta da alcuni dei protagonisti della diplomazia pontificia (tra questi Pietro Gasparri, Eugenio Pacelli e Agostino Casaroli). Inoltre la storia dello Sport e delle istituzioni sportive nel Novecento.

PUBBLICAZIONI

Pubblicazioni recenti ed opere principali

L’Ostpolitik della Santa Sede e la Jugoslavia socialista 1945-1971, Società Editrice Danta Alighieri, Roma 2020 (Biblioteca della “Nuova Rivista Storica”, 57).

Italia e Prussia 1861-1871, Rubbettino Editore, Soveria Mannelli 2020 (Rubbettino Università).

[curatore con Laura Pettinaroli] Il cardinale Pietro Gasparri, segretario di Stato (1914-1930), Heidelberg University Publishing, Heidelberg 2020 (Online-Schriften des DHI Rom. Neue Reihe/Pubblicazioni online del DHI Roma. Nuova Serie, Bd. 4).

Benedetto XV e l’Ufficio provvisorio per informazioni sui prigionieri di Guerra (1914-1918), in «Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Biblioteken (QFIAB)», 99 (2019), herausgegeben vom Deutschen Historischen Institut in Rom, pp. 367-386.

La Santa Sede e la Prussia dal Concilio Vaticano al Kulturkampf (1868-1871), in Andreas Gottsmann, Pierantonio Piatti e Andreas E. Rehberg (a cura di), Incorrupta monumenta ecclesiale defendunt. Studi offerti a mons. Sergio Pagano, prefetto dell’Archivio Segreto Vaticano, III. Inquisizione romana, Indice, Diplomazia pontificia (Collectanea Archivi Vaticani 108), Archivio Segreto Vaticano, Città del Vaticano 2018, pp. 591-605.

[coautore con Matteo Anastasi], “Tutti I miei capolavori sono equestri”. Gabriele d’Annunzio e l’equitazione fra dandismo, giornalismo e letteratura, in «Quaderni della Società Italiana di Storia dello Sport», 7, 2018, pp. 32-44.

Unione Europea, Storia di una amicizia. Adenauer, De Gasperi e Schuman, a cura di Massimiliano Valente, Itaca Edizioni, Castel Bolognese 2018.

I cardinali di Curia e il Kulturkampf di Bismarck, in Les Cardinaux entre cour et curie: une élite romaine, 1775-2015, etudes réunies par François Jankowiak et Laura Pettinaroli, École Française de Rome, Rome 2017, pp. 351-363.

Päpstiche Mobilisierungsfähigkeit während der beiden Weltkriege, in «Römische Quartalschrift für Christliche Altertumskunde und Kirchengschichte», im Auftrag mit Priesterkollegs am Campo Santo Teutonico in Rom un des Römischen Instituts der Görres Gesellschaft, herausgegeben von Dominik Burkhard, Hans-Peter Fischer und Stefan Heid, Band 112, Herder, Rom Freiburg Wien, Heft 1-2/2017, pp. 36-49.

I rapporti tra Santa Sede e Serbia nella Prima Guerra mondiale, in Lorenzo Botrugno (a cura di), “Inutile strage”. I cattolici e la Santa Sede nella Prima Guerra mondiale. Raccolta di Studi in occasione del Centenario dello scoppio della Prima guerra mondiale (1914-2014), Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2016 (Collana “Atti e Documenti” 44), pp. 493-513.

La Santa Sede e la questione di Fiume nel dopoguerra in Klerus und Nation in Südosteuropa vom 19. Bis zum 21. Jahrhundert, herausgegeben von Aleksandar Jakir/Marko Trogrlić, Peter Lang Edition, Frankfurt am Main 2014 (Pro Oriente. Schriftenreihe der Kommission für Südosteuropäischegeschichte, 6), pp. 64-67

Pederzolli Trifone in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 82, Istituto dell’Enciclopedia italiana fondato da Giovanni Treccani, Roma 2015, pp. 64-67.

La Santa Sede e l’Europa unita, dalla Conferenza dell’Aja al Trattato di Maastricht (1948-1992), in Fede e Diplomazia. Le relazioni internazionali della Santa Sede nell’età contemporanea, a cura di Massimo de Laonardis, EDUCatt, Milano 2014, pp. 381-405.

Pio XI, la diplomazia pontificia e gli “interventi politico-religiosi” dei vescovi jugoslavi, in Le gouvernement pontifical sous Pie XI. Pratiques romaines et gestion de l’universel. Études reunites par Laura Pettinaroli, École Française de Rome, Rome 2013, pp. 709-726.

I cattolici e la politica nei rapporti da Belgrado del nunzio Pellegrinetti: i partiti, le elezioni e il governo Korošec, in «Römische Historische Mitteilungen», 54. Band/2012, Österreichische Akademie der Wissenschften Historische Institut beim österreichischen Kulturforum in Rom, herausgegeben von Richard Bösel und Brigitte Mazohl, pp. 475-500.

Diplomazia Pontificia e Regno dei Serbi, Croati e Sloveni (1918-1922), Filozofski fakutet u Splitu – Odsjek za povijest, Split 2012 (Editiones Facultatis Philosophicae Spalatensis).

Il ruolo della Conferenza episcopale italiana da Giovanni XXIII a Paolo VI, in Giovanni XIII e Paolo VI. I due Papi del Concilio, a cura di Philippe Chenaux, Lateran University Press, Città del Vaticano 2012, pp. 329-346.

Santa Sede e Jugoslavia nelle sessioni della Congregazione degli Affari Ecclesiastici Straordinari (1922-1934), in Santa Sede ed Europa Centro orientale tra le due guerre mondiali. La questione cattolica in Jugoslavia e in Cecoslovacchia, a cura di Massimiliano Valente, Rubbettino Editore, Soveria Mannelli 2011, pp. 189-240.

Santa Sede ed Europa Centro orientale tra le due guerre mondiali. La questione cattolica in Jugoslavia e in Cecoslovacchia, a cura di Massimiliano Valente, Rubbettino, Soveria Mannelli 2011.

Vatikanische Akten zur Geschichte des deutschen Kulturkampfes. Edition der Sitzungen der “Sacra Congregazione degli Affari Ecclesiastici Straordinari” 1880-1884, bearbeitet von Massimiliano Valente, nach Vorarbeiten von Rudolf Lill, Egon Greipl, Martin Papenheim, Online-Publikationen des Deutschen Historischen Instituts in Rom, Rom 2009. Vorwort von Lutz Klinkhammer.

Ostpolitik Svätei stolice a problematika rehol’ných r’ádov v Československu/L’Ostpolitik della Santa Sede e la questione degli ordini religiosi in Cecoslovacchia, in Zostavil Pavol Jakubčin, Likvidácia reholi a ich život v ilegalite v rekoch 1950-1989. Zbornik z vedeckej konferencie, Bratislava 5.-6. mája 2010, Ústav Pamäti Národa, Bratislava 2010, pp. 244-253.

Leo XIII. Und die diplomatischen Aktivitäten des Heiligen Stuhls zur Beilegung des Kulturkampfs in Preußen, in Der Heilige Stuhl in den internationalen Beziehungen 1870-1939, herausgegeben von Jörg Zedler, Herbert Utz Verlag, München 2010 (Spreti-Studien 2), pp. 93-144.

Pio XI e le conseguenze pastorali dei trattati di pace nell’area balcanica: il caso del regno dei Serbi, Croati e Sloveni, in La sollecitudine ecclesiale di Pio XI. Alla luce delle nuove fonti archivistiche. Atti del Convegno Internazionale di Studio, Città del Vaticano, 26-28 febbraio 2009, a cura di Cosimo Semeraro, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano, 2010 (Collana “Atti e Documenti” 31), pp. 396-413.

La “diplomazia dell’assistenza” nella prima guerra mondiale, in Storia del Cristianesimo. Bilanci e questioni aperte. Atti del seminario per il cinquantesimo del Pontificio Comitato di Scienze Storiche (Città del Vaticano, 3-4 giugno 2005), a cura di Giovanni Maria Vian, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2007 (Collana “Atti e Documenti” 26), pp. 176-182.