SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Le culture politiche ed economiche del socialismo italiano dagli anni ’30 agli anni ’60

David Bidussa, Andrea Panaccione (a cura di)

Roma, Fondazione Giacomo Brodolini, 233 pp., s.i.p. 2015

Il volume contiene la prima delle quattro parti del progetto di ricerca Le culture del socialismo italiano: 1957-1976, della Fondazione Brodolini. Gli otto saggi toccano que- stioni specifiche, spesso sottovalutate dalla storiografia sul socialismo italiano. Panaccione fa luce su alcune tematiche dibattute nel Centro socialista interno, che ponevano i socia- listi su un’altra prospettiva economica rispetto ai comunisti. Borioni contestualizza nel quadro europeo la critica sostenuta, tra gli altri, dal gruppo di Basso verso l’autonomismo nenniano, sottolineando che la sinistra socialista aveva ragione a non ritenere «addome- sticato» il capitalismo, tesi cara ai revisionisti à la Crosland. Altrettanto significativa è l’indagine di Bidussa riguardo all’influenza della cultura laburista sul pensiero socialista italiano, a cavallo tra le due guerre. Si tratta, in conclusione, di un lavoro pregevole per le tesi esposte e per le porte aperte su nuove e significative piste di ricerca, come gli elementi di continuità teorici tra il Psi attivo nella stagione fascista e quello dell’età repubblicana.


Jacopo Perazzoli