SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Terrorismo e antiterrorismo nel XXI secolo

Domenico Tosini

Roma-Bari, Laterza, XIV-192 pp., Euro 12,00 2007

Negli ultimi decenni il terrorismo è divenuto un problema centrale dell'epoca contemporanea, e sono ormai migliaia le pubblicazioni al riguardo. Argomento a dir poco incandescente da un lato, esso è assai impegnativo da analizzare dall'altro, poiché implica prendere in considerazione questioni di carattere assai vario - da quelle di natura squisitamente politica, ad altre di ordine etico, storico, religioso, mediatico, sociologico, militare, filosofico, economico, letterario, e altro ancora. Volendo scrivere su questo tema un libro di carattere divulgativo, non è semplice individuare il genere e le tipologie a cui ispirarsi: intervento polemico su un tema di attualità, strumento di agile consultazione, o testo scorrevole da adottare per un modulo di laurea triennale? Nel lavoro di Tosini tutte e tre queste opzioni si alternano, con risultati diseguali.Una formazione sociologica poco incline all'interdisciplinarità porta l'a. a trascurare importanti contributi sul terrorismo che vengono da altri ambiti di ricerca per favorire l'applicazione un po' meccanica di modelli esplicativi sulle cause. Così accade per la parte storica, circa un terzo del totale, povera di riferimenti essenziali (neanche menzionati gli studi di Hobsbawm e di altri storici che hanno molto scritto e studiato al riguardo). Ma altrettanto si potrebbe dire dei pochi accenni a questioni di natura filosofica o relative al piano della comunicazione e rappresentazione, come noto di importanza cruciale per analizzare i problemi che riguardano la diffusione del terrorismo.Sebbene l'eccessivo interesse per il contesto internazionale fa sì che il quadro italiano sia fin troppo sacrificato - ed è chiaro che un maggiore approfondimento delle vicende locali avrebbe forse portato a raggiungere qualche risultato in più sul piano globale, visto l'ormai ovvio collegamento tra l'uno e l'altro ambito - le pagine più convincenti sono quelle relative ai profondi cambiamenti sul piano dei diritti umani in seguito all'attentato dell'11 settembre 2001 e all'inizio della guerra in Iraq, e i limiti giuridici e strategici dell'antiterrorismo, in particolare nel periodo dell'amministrazione Bush e della scalata di episodi violenti, a Oriente come a Occidente.Una appendice cronologica, qualche scheda riassuntiva di gruppi e protagonisti più noti, un elenco dei giornali e siti web; in poche parole, un apparato con dati informativi di base, facilmente consultabile e bene organizzato anche se di dimensioni ridotte, avrebbe aiutato chi legge a districarsi ormai tra le centinaia di sigle esistenti, molte delle quali in lingue non occidentali.


Paola Di Cori