SISSCO

Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Risorse

Economia e lavoro nella Storia d'Italia (1861-1940)

Renata Allìo

Torino, Giappichelli, pp. 245, euro 17,56 2001

Il panorama degli studi generali di storia economica concernenti il nostro paese è andato, negli ultimi tempi, significativamente arricchendosi in virtù, da una parte, della riforma dei curricula di studio, che stanno imponendo anche un'inevitabile profonda revisione dei programmi dei corsi; ma anche, dall'altra, di un'esigenza di rinnovare il modo di offrire una lettura complessiva delle vicende economiche italiane. I frutti prodotti da questo sforzo, che ha interessato il settore della storia economica, in linea di massima si sono fatti apprezzare e hanno conferito una certa vivacità alla disciplina, nella quale continuavano a prevalere studi più dettagliati e ricerche specifiche. In questo nuovo quadro si inserisce la sintesi offerta da Renata Allìo, che si iscrive in maniera convincente in questo filone, proponendosi, fin dalle prime righe introduttive, in forma di manuale destinato agli studenti dei primi anni, soprattutto delle Facoltà di Economia, alle quali la maggior parte degli studenti ? nota l'autrice, in maniera del tutto condivisibile ? giungono privi di cognizioni di base sia di natura storico-economica sia economica intesa in senso ampio. Un libro di base, dunque, per un primo approccio nei riguardi della materia, scandito secondo una cronologia del tutto tradizionale, la più adatta probabilmente tenendo conto dei proponimenti propedeutici iniziali. Nel volume si intrecciano alle questioni più squisitamente economiche anche necessari riferimenti di tipo politico, concedendo al contempo un'attenzione marcata alle vicende sociali, che contraddistinguono l'Italia nel torno di tempo analizzato. Coerentemente con gli intendimenti espressi, il volume è costruito con capitoli corti e agili, andando incontro alle preferenze degli studenti, e scandito per eventi, ma anche attento a porre adeguatamente in luce anche i grandi temi e le variabili macroeconomiche. Una nutrita serie di tabelle, collocate in fondo al testo, offre una necessaria dimensione quantitativa della vicenda economica italiana; un utile glossario infine costituisce un ulteriore strumento a disposizione degli studenti.


Andrea Giuntini